Conviene di più un prestito personale da una banca, Poste o una finanziaria? I pro e contro nel 2022

I finanziatori del prestito personale chiedono di dimostrare di avere reddito regolare, un conto bancario e un indirizzo di residenza permanente prima di erogare il prestito.

Conviene di più un prestito personale da

Quali sono le differenze del prestito personale da una banca, Poste o una finanziaria?

Nella maggior parte dei casi, banche e Poste attendono 60 giorni prima di procedere alla segnalazione. Le finanziarie invece hanno una tempistica dai 30 ai 45 giorni di tempo prima di fare una segnalazione in Crif.

Quando viene stipulato un prestito personale, il contraente ottiene una somma di denaro e accetta di restituirla entro un periodo di tempo prestabilito, maggiorata con gli interessi. A offrire questa possibilità sono banche, Poste e finanziarie. In tutti i casi è indispensabile rimborsare l'intero importo, gli interessi e le spese applicabili. Viene fatto con pagamenti regolari ovvero a rate. I prestiti personali sono indicati anche come piani di finanziamento a lungo termine, prestiti rateali e prestiti al consumo.

I prestiti personali sono generalmente utilizzati per spese specifiche e possono essere utilizzati per pagare i lavori di ristrutturazione della casa, dei mobili o di un'auto, o per consolidare altri debiti per i quali i tassi di interesse sono più alti. I prestiti personali sono offerti da istituti di credito tradizionali come banche e finanziarie, ma anche dalle Poste e di conseguenza è interessante esaminare le differenze:

  • Pro e contro prestito personale da una banca, Poste o una finanziaria

  • Rimborsi regolari dopo aver sottoscritto un prestito personale

Pro e contro prestito personale da una banca, Poste o una finanziaria

In genere, i finanziatori chiedono di dimostrare di avere un reddito regolare, un conto bancario e un indirizzo di residenza permanente prima di erogare il prestito. La maggior parte degli istituti effettua un controllo dello situazione creditizia quando si richiede un prestito personale. Il rapporto aiuta a valutare la capacità di rimborsare il prestito personale.

La storia creditizia, il rating e il debito possono influenzare le opzioni di prestito, incluso il tasso di interesse e il tipo di prestito per cui si ha diritto. Dal punto di vista amministrativo non ci sono differenze tra il richiedere un prestito a una finanziaria, alle Poste o a una banca. Tutto dipendente dalla capacità di individuare e ottenere il finanziamento meno costoso e più facilmente gestibile nel tempo in termini di rate e interessi.

Attenzione però ai tempi per il recupero delle rate non pagate. Nella maggior parte dei casi, banche e Poste attendono 60 giorni prima di procedere alla segnalazione. Le finanziarie invece hanno una tempistica dai 30 ai 45 giorni di tempo prima di fare una segnalazione in Crif (Centrale rischi finanziari) dopo la sollecitazione al cliente, senza aver ricevuto il pagamento, per poi passare alle agenzie di recupero credito.

C'è un'altra differenza importante da considerare sul piatto dei pro e dei contro. Le società finanziarie non effettuano operazioni di raccolta e gestione del risparmio. Di conseguenza banche e Poste hanno più libertà di manovra nella gestione del debito e del credito. In tutti i casi non è consigliabile contrarre un prestito personale se non è in grado di rimborsarlo.

Prendere un prestito può costare molto denaro, a seconda del tasso di interesse, delle commissioni e del momento in cui lo si rimborsa. Meglio fare una lunga riflessione e chiedersi se si ha bisogno di denaro subito o si può aspettare.

Rimborsi regolari dopo aver sottoscritto un prestito personale

Quando viene stipulato un prestito personale occorre accettare di effettuare rimborsi regolari. La maggior parte dei finanziatori chiede informazioni bancarie in modo da prelevare pagamenti direttamente dal conto. Si tratta dell'addebito pre-autorizzato. Alcuni istituti di credito inviano informazioni sui pagamenti del prestito personale alle agenzie di credito.

La mancata puntualità dei pagamenti può avere un impatto negativo anche in futuro, nel caso di richiesta di un nuovo prestito o comunque nei rapporti con le banche e le società finanziarie. Si potrebbe avere la possibilità di effettuare pagamenti aggiuntivi o estinguere anticipatamente il prestito senza penali. Questo aiuta a ridurre gli interessi passivi e a estinguere il prestito prima del previsto. Alcuni istituti di credito possono addebitare una commissione in caso di estinzione anticipata.

Si potrebbe essere in grado di rinegoziare i termini del contratto di prestito personale con il prestatore. Può aiutare a gestire il budget se la situazione finanziaria cambia. Potrebbero essere addebitati costi per questo servizio.

I prestatori di prestiti personali richiedono che tu dimostri di avere un reddito fisso, un conto bancario e un indirizzo di casa permanente prima di estinguere il prestito.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il