Cosa devo fare se voglio affittare una casa per 1-3 mesi (per vacanze). Procedura 2022

Quale tipo di contratto di affitto è consigliabile per affittare casa tra 1 e 3 mesi e cosa prevedono norme in vigore: chiarimenti

Cosa devo fare se voglio affittare una c

Cosa devo fare per affittare una casa tra 1-3 mesi?

Per affittare casa tra e 3 mesi la prima cosa da fare è scegliere il tipo di contratto da stipulare, in questo caso bisognerebbe optare per il contratto transitorio di affitto casa, e quindi registrare il contratto presso l’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla stipula, fornendo apposita documentazione sia di proprietario di casa che di inquilino. 
 

Cosa devo fare per affittare una casa tra 1-3 mesi? Quando si decide di affittare una casa bisogna fare attenzione nella scelta della tipologia di contratto di affitto da stipulare. I proprietari di casa possono optare tra contratto di affitto a canone concordato o libero, con cedolare secca o regime ordinario, affitto breve o transitorio. Tutto dipende da tipo di locazione e inquilino che si sceglie. Vediamo cosa fare per l’affitto di una casa per un tempo breve tra uno e tre mesi.

  • Affittare una casa tra 1-3 mesi quale tipo di contratto scegliere
  • Contratto transitorio per affitto casa tra 1-3 mesi durata e registrazione
  • Documenti necessari per affitto casa tra 1-3 mesi con contratto transitorio


Affittare una casa tra 1-3 mesi quale tipo di contratto scegliere

La prima cosa da fare quando si decide di affittare una casa tra 1 e 3 mesi è scegliere il miglior tipo di contratto da stipulare che in tal caso è certamente quello transitorio. Non a canone concordato né a canone libero, viste le lunghe durate, rispettivamente di 3 anni +2 e 4+4.

Il contratto di affitto transitorio è una tipo di contratto per la locazione di immobili ad uso abitativo per esigenze temporanee e non turistiche, che prevede che il proprietario di casa conceda per un periodo di tempo limitato ad un inquilino che è tenuto al pagamento di un canone di locazione (che può essere deciso anche da proprietario e inquilino direttamente) e delle spese condominiali.

Contratto transitorio per affitto casa tra 1-3 mesi durata e registrazione

Il contratto transitorio per affittare una casa tra 1 e 3 mesi può avere una durata massima fino a 18 mesi e deve essere registrato all’Agenzia delle Entrate entro i 30 giorni successivi alla stipula, fornendo la relativa documentazione a inquilino e amministratore di condominio.

Anche nel caso di contratto di affitto casa transitorio per essere considerato regolare deve essere fatto in forma scritta, riportando tutti i dati di proprietario di casa, inquilino e relativi all'immobile, e sottoscritto da entrambe le parti.

Per stipulare un contratto di locazione transitorio bisogna compilare lo specifico modello messo a disposizione dal Ministero dei Trasporti, inserendo: 

  • dati delle due parti, proprietario di casa e inquilino; 
  • caratteristiche dell’immobile;
  • importo del canone di locazione;
  • modalità di versamento del canone di locazione;
  • riferimento specifico all’esigenza transitoria, con relativa documentazione;
  • clausola con cui l’inquilino dichiara di aver ricevuto tutte le informazioni e la documentazione.

Documenti necessari per affitto casa tra 1-3 mesi con contratto transitorio

Per stipulare e registrare un contratto transitorio per l’affitto di una casa tra 1 e 3 mesi bisogna presentare apposita documentazione che comprende:

  • documento di identità in corso di validità del locatore; 
  • codice fiscale del locatore;
  • piantina dell’immobile; 
  • copia dell’atto di acquisto o visura catastale e attestato ACE (prestazione energetica);
  • documento di identità in corso di validità dell’inquilino; 
  • codice fiscale dell’inquilino ed eventuali conviventi;
  • ultime due buste paga o ultimo CUD (se dipendente), o ultimo modello Unico e visura camerale (se lavoratore autonomo).





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il