Cosa fare se arriva bolletta luce troppo alta. Verifiche, controlli e contestazione

Il suggerimento è di farsi trovare pronti a questa eventualità ovvero imparare a leggere la bolletta della luce e capire come avviene il calcolo del consumo.

Cosa fare se arriva bolletta luce troppo

Bolletta luce troppo alta, cosa fare?

Gli episodi di errori nel calcolo delle bollette della luce sono numerosi e occorre molta attenzione. Accanto al mero errore di conteggio errato dei consumi da pagare, ci sono i casi del costo di servizi non richiesti o di una bolletta già pagata. Cosa fare? Bisogna rivolgersi alla società che gestisce il servizio, segnalare l'errore di fatturazione e procedere con un reclamo. Che deve essere scritto e contenere alcune informazioni ben precise.

Potrebbe capitare a tutti gli utenti di ricevere una bolletta delle luce alta ovvero non corrispondente ai reali consumi. Il problema è molto semplice: cosa fare? Pagare con l'obiettivo di verificare successivamente il reale utilizzo di energia o non pagare con i rischi che ne conseguono?

Il suggerimento è di farsi trovare pronti a questa eventualità ovvero imparare a leggere la bolletta della luce e capire come avviene il calcolo del consumo. A quel punto si hanno le idee più chiare e con maggiore facilità si riesce a capire se la bolletta ricevuta è una cosiddetta cartella pazza o meno.

Poi c'è un altro concetto da conoscere con attenzione ed è quello dei conguagli. Spesso e volentieri è proprio questa la voce incriminata che fa la differenza.

Anche in questa circostanza dalla conoscenza all'azione il passo è breve e dopo aver scoperto cos'è il conguaglio è possibile capire cosa fare. In questo articolo andiamo anche oltre e vogliamo sapere quali sono tutte le cause della bolletta troppo alta e le soluzioni da adottare. Più esattamente approfondiamo

  • Bolletta luce troppo alta, cosa fare
  • Verifiche, controlli e contestazione per bolletta luce troppo alta

Bolletta luce troppo alta, cosa fare

La primissima cosa da fare quando viene ricevuta una bolletta con importo troppo alto rispetto all'utilizzo dell'energia elettrica è quella di verificare i consumi effettivi. Può infatti capitare che l'importo sia stato calcolato su una stima (comunque errata) anziché sulla realtà.

Di conseguenza è indispensabile accertarne l'aderenza al vero utilizzo. Per farlo è sufficiente contattare la società di gestione, anche telefonicamente per una comunicazione più rapida, utilizzando uno dei numeri indicati nella bolletta. In via preventiva è sempre consigliato comunicare volta per volta l'autolettura per evitare sorprese.

Sempre a proposito di attenta lettura della bolletta, può capitare che siano inseriti importi del passato che non vanno pagati perché caduti in prescrizione e dunque non esigibili. Più precisamente, il tempo legale di prescrizione nel caso dell'utenza dell'energia elettrica è di 2 anni dalla data di emissione della fattura.

Controllare quindi il periodo a cui si riferisce la bolletta e se l'addebito è irregolare occorre inoltrare un reclamo scritto con una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Sempre in materia di controlli è utile verificare che la tariffa applicata sia quella corrispondente alla reale ovvero alla scelta iniziale. Per farlo è sufficiente leggere con attenzione la bolletta.

Non perdere quindi di vista i dettagli ovvero alle piccole e apparentemente insignificanti voci. Il caso più comune è quello dell'applicazione della tariffa per non residenti applicata anche a residenti o a quelle non per non uso domestico.

Se non sono applicati i corretti parametri, la spesa finale è destinata a essere più elevata. In tutte queste circostanze il suggerimento è di verificare qual è il periodo di tempo stabilito per l'autolettura, controlla sul display del contatore i kWh consumati, annotare il codice cliente e contattare il fornitore per regolarizzare la propria posizione e ricevere quindi una bolletta dei consumi reali della luce.

Verifiche, controlli e contestazione per bolletta luce troppo alta

Gli episodi di errori nel calcolo delle bollette della luce sono numerosi e occorre molta attenzione. Accanto al mero errore di conteggio errato dei consumi da pagare, ci sono i casi del costo di servizi non richiesti o di una bolletta già pagata.

Cosa fare? Bisogna rivolgersi alla società che gestisce il servizio e contestare la bolletta ovvero segnalare l'errore di fatturazione e procedere con un reclamo. Che deve essere scritto e con l'indicazione di

  • nome e cognome
  • indirizzo di residenza
  • codice cliente e codice POD ovvero il codice alfanumerico di 14 o 15 caratteri assegnato all'utenza elettrica
  • spiegazione del problema
  • numero della bolletta

Se la bolletta è già stata pagata, magari perché è attivo il servizio di domiciliazione bancaria, occorre allegare la ricevuta di pagamento.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie