Cosa fare se non arriva reddito di cittadinanza approvato e chi ci si deve rivolgere reclamo

Contattare Inps o Poste per reclamo per reddito di cittadinanza approvato che non arriva: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Cosa fare se non arriva reddito di citta

Cosa fare se non arriva reddito di cittadinanza approvato?

Se non arriva il pagamento mensile del reddito di cittadinanza approvato è possibile percorrere due strade: o contattare direttamente l’Inps o le Poste o rivolgersi ad un Caf che, a sua volta, inoltre richiesta di chiarimento o reclamo all’Istituto di Previdenza.
 

La domanda per avere il reddito di cittadinanza 2020 si presenta direttamente online sul sito ufficiale dedicato proprio al reddito di cittadinanza ma è possibile rivolgersi anche a Caf o agli uffici di Poste Italiane. Una volta presentata la domanda, viene inviata, con la relativa documentazione all’Inps che ha poi il compito di verificare i requisiti del richiedente il beneficio e comunicare l’esito della domanda.

Una volta approvato, l’importo calcolato del reddito di cittadinanza viene erogato in poco tempo. Ma cosa fare se non arriva il reddito di cittadinanza approvato? Vediamo a chi ci si deve rivolgere per fare reclamo per il reddito di cittadinanza approvato e non ancora arrivato.

  • Reddito di cittadinanza approvato in quanto tempo arriva
  • Cosa fare se non arriva reddito di cittadinanza approvato

Reddito di cittadinanza approvato in quanto tempo arriva

Quando si presenta la domanda per il reddito di cittadinanza, la risposta, dopo verifiche Inps e invio della stessa risposta alle Poste che poi a loro volta devono contattare il richiedente per fissare un appuntamento per ritirare la card apposita del reddito di cittadinanza, dovrebbe avvenire dal 15esimo giorno del mese successivo a quello in cui è stata presentata la domanda. 

Per l’erogazione dei soldi sulla card del reddito di cittadinanza bisogna aspettare, in media circa un mese, un mese e mezzo dalla presentazione della domanda, sempre se approvata l’erogazione del beneficio, ed è possibile controllare direttamente sul sito Inps lo stato di avanzamento della pratica per conoscere i tempi. 

Dal momento in cui si riceve il primo accredito dell’importo previsto del reddito di cittadinanza, lo stesso viene accreditato ogni mese sulla stessa carta a condizione che il beneficiario spenda l’intera somma nel mese in considerazione. Tuttavia, è possibile possano capitare ritardi nei pagamenti mensili del reddito di cittadinanza.

Cosa fare se non arriva reddito di cittadinanza approvato

Se non arriva il pagamento mensile del reddito di cittadinanza approvato è possibile percorrere due strade: o contattare direttamente l’Inps o le Poste o rivolgersi al Caf che, a sua volta, inoltre richiesta di chiarimento o reclamo all’Istituto di Previdenza. Il servizio di assistenza Inps per fare reclamo perchè il reddito di cittadinanza non arriva si può contattare al numero verde Inps da rete fissa 803 164 o da cellulare al numero 06 164164 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14. 

I titolari della carta del reddito di cittadinanza che non ricevono il beneficio per il reclamo possono anche contattare il call center delle Poste, gratis, da cellulare al numero 803 160 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20.

C'è anche un altro caso da considerare per cui il reddito di cittadinanza approvato non arriva ed è quello in cui possa servire una ulteriore documentazione da fornire a causa di possibili cambiamenti per l'accesso al beneficio.

Il reddito di cittadinanza viene, infatti, bloccato, come già accaduto per 100mila beneficiari, se non si integra la domanda con i diversi modelli aggiornati entro i tempi richiesti dall’Inps e in tal modo si rischia di perdere sia la mensilità prevista del reddito di cittadinanza e sia eventuali arretrati.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il