Cosa fare se un auto è parcheggiata ferma per lungo tempo in un posteggio

Il caso che esaminiamo è quello in cui è al massimo presente il cartello di posteggio in cui possono sostare tutti i tipi di veicoli entro le strisce bianche se presenti.

Cosa fare se un auto è parcheggiata ferm

Auto parcheggiata ferma per lungo tempo, cosa fare?

Cosa fare se il nostro vicino di casa, una persona conosciuta ma anche un perfetto sconosciuto parcheggia il proprio veicolo in un'area pubblica per poi non spostarla per settimane se non per mesi? Ci sono gli estremi legali per contattare la polizia municipale e chiedere la rimozione oppure direttamente un carro attrezzi per lo spostamento immediato? La risposta è negativa, a meno che non si tratta di un'auto abbandonata. Visivamente è facile rendersi conto dalle condizioni generali del veicolo stesso fino alla presenza della targa e del contrassegno di identificazione. Se le norme del Codice della strada sono rispettate e non sono infrante quelle sulla proprietà privata, ogni automobilista può tenere fermo il proprio veicolo per tutti il tempo che desidera.

Le segnalazioni sono continue e coinvolgono piccole e grandi città, dal nord al sud dell'Italia. Cosa fare se alcuni parcheggi sono costantemente occupati dalle stesse auto per lungo tempo se non per mesi e mesi?

Si tratta di una situazione piuttosto scomoda perché da una parte c'è il bisogno di trovare un posteggio per la propria auto che non è sempre facile da individuare. Ma dall'altra c'è evidentemente chi scambia queste aree delimitate per veri e propri depositi di veicoli a tempo indeterminato. Chi ha ragione?

Il primo automobilista che invoca il principio della rotazione o il secondo che, in assenza di una segnaletica sul divieto di sosta, lascia fermo il proprio mezzo senza il rispetto di alcuna scadenza? Il caso che esaminiamo è ben preciso ovvero quello in cui è al massimo presente il cartello di posteggio in cui possono sostare tutti i tipi di veicoli entro le strisce bianche se presenti.

Non si tratta quindi di parcheggi a pagamento né soprattutto di zone con divieto di sosta e né di aree riservate o su cui vige la proprietà privata. Esaminiamo quindi

  • Auto parcheggiata ferma per lungo tempo, cosa fare
  • Auto solo posteggiata oppure abbandonata?

Auto parcheggiata ferma per lungo tempo, cosa fare

Cosa fare se il nostro vicino di casa, una persona conosciuta ma anche un perfetto sconosciuto parcheggia il proprio veicolo in un'area pubblica per poi non spostarla per settimane se non per mesi?

Ci sono gli estremi legali per contattare la polizia municipale e chiedere la rimozione oppure direttamente un carro attrezzi per lo spostamento immediato? La risposta è negativa, a meno che non si tratta di un'auto abbandonata. Visivamente è facile rendersi conto dalle condizioni generali del veicolo stesso fino alla presenza della targa e del contrassegno di identificazione.

Con un controllo più approfondito è poi possibile scoprire se i veicoli sono regolarmente assicurati e revisionati e dunque se possono essere lasciati in sosta regolare quanto tempo si vuole. Insomma, se le norme del Codice della strada sono rispettate e non sono infrante quelle sulla proprietà privata, ogni automobilista può tenere fermo il proprio veicolo per tutti il tempo che desidera.

Ben diversi sono i casi di pericolo o impedimento alla circolazione causati dall'auto di limiti temporali per via dell'organizzazione di eventi periodici all'interno dell'area di parcheggio poiché lo spostamento coatto è una di quelle opzioni sempre possibili.

Auto solo posteggiata oppure abbandonata?

Il caso dell'auto parcheggiata ferma per lungo tempo non va confuso con quello dell'auto abbandonata, tutt'altro che raro. La differenza tra le due situazioni va ricercate nelle condizioni del veicolo che nella seconda situazione non è più funzionante e di conseguenza ci troviamo davanti a una situazione di puro degrado.

Senza troppi giri di parole, il veicolo abbandonato non è altro che un rifiuto e il proprietario finisce inevitabilmente per infrangere quella norma secondo cui chi intende procedere alla rottamazione deve consegnarlo a un centro di raccolta per la messa in sicurezza, la demolizione e il recupero dei materiali.

Le disposizioni in vigore vietano espressamente l'abbandono e il deposito incontrollati sul suolo nonché l'immissione di rifiuti di qualsiasi genere nelle acque superficiali (o sotterranee). Segnali evidenti dell'abbandono di un veicolo sono l'assenza della targa e del contrassegno di identificazione ovvero di parti essenziali per l'uso o la conservazione.

Ecco quindi che il proprietario è tenuto alla rimozione, al recupero, allo smaltimento dell'auto abbandonata e al ripristino dello stato dei luoghi. Ancora più nel dettaglio, l'auto va consegnata a un centro di raccolta o eventualmente al concessionario disponibile al ritiro del veicolo destinato alla demolizione.

In caso di abbandono su aree private valgono le regole generali sull'abbandono di rifiuti. L'attività di raccolta e deposito di veicoli fuori uso in assenza di autorizzazione configura il reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzato.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie