Cosa rischia chi tratta male un cane secondo leggi 2022 in vigore

Ben pesanti le conseguenze per padroni che trattano male un cane: non solo multe. Cosa prevedono leggi in vigore e chiarimenti

Cosa rischia chi tratta male un cane sec

Cosa rischia chi tratta male in cane?

Secondo quanto previsto dalle leggi in vigore, quando scatta il reato di maltrattamento degli animali, quando si tratta male un cane, vi sono conseguenze che possono essere sia amministrative, che si traducono dunque nel pagamento di una multa, e sia penali, ben più pesanti, come la reclusione.
 

Cosa rischia chi tratta male un cane? Avere un cane, come qualsiasi altro animale domestico, significa assumersi la responsabilità di prendersi cura di un altro essere vivente che ha bisogno di cure e attenzioni, senza considerare le esigenze da soddisfare. Dunque, prima di prendere un cane è bene prendere la decisione con responsabilità e consapevolezza, sapendo di andare incontro a un impegno quotidiano, nonché a imparare a trattare il cane sempre bene.

Ci sono persone che trattano i cani come veri e propri membri della famiglia, considerandoli al pari degli esseri umani e di cui mai riuscirebbero a fare meno, viziandoli anche come magari si può fare con i bambini. Ci sono altre persone, però, che una volta che hanno il cane a casa non sempre lo trattano bene o, magari, con il passare del tempo si scocciano e iniziano a trattarlo male.

Ma è bene sapere che si corrono non pochi rischi se si tratta male un cane. Vediamo cosa prevedono le leggi in merito.

  • Reato di maltrattamento di animali quando scatta
  • Trattare male un cane cosa si rischia


Reato di maltrattamento di animali quando scatta

Stando a quanto previsto dalle leggi in vigore, chi tratta male un cane rischia di incorrere nel reato di maltrattamento di animali e, precisiamo, che si tratta di un reato che scatta non appena il padrone tratta male e non accudisce come dovrebbe il suo cane.

Perché, infatti, si manifesti il reato di maltrattamento di animali, non è necessario prendere il cane a calci o a bastonate, o legarlo ad una catena in un recinto o comunque impedirgli di muoversi in altro modo. Il reato scatta anche solo per semplice incuria: se cioè il cane ha una malattia e non viene curato a dovere, se è ferito ma si ignora la ferita e non si cura, se non lo si fa mangiare abbastanza, ecc.

Trattare male un cane cosa si rischia

Secondo quanto previsto dalle leggi in vigore, quando scatta il reato di maltrattamento degli animali, quando si tratta male un cane, vi sono conseguenze che possono essere sia amministrative, che si traducono dunque nel pagamento di una multa, e sia penali, ben più pesanti.

In particolare, come stabilito dalle leggi, chi tratta male un cane, sempre e comunque, e in pubblico o meno, commette il reato di maltrattamento di animali e il padrone rischia una sanzione compresa tra mille e 10mila euro.

Le sanzioni penali nel caso in cui si tratta male un cane prevedono, invece, l’arresto fino ad un anno e, in alcuni casi, la Corte di Cassazione ha anche previsto la possibilità di sequestro del cane. In particolare, il sequestro del cane viene disposto nel caso di reato di abbandono di animale quando è evidente che il padrone non presta dovuta attenzione e cure al cane.


 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il