Cosa si può costruire al confine tra due case vicine secondo leggi aggiornate 2022-2023

Quali sono le diverse costruzioni che si possono realizzare al confine tra due case e regole da rispettare: cosa prevedono leggi in vigore

Cosa si può costruire al confine tra due

Cosa si può costruire al confine tra due case vicine?

Secondo quanto previsto dalle leggi aggiornate 2022-2023, è possibile costruire al confine tra due case vicine diverse opere come mura, cancellate, staccionate, piccoli depositi e magazzini, capannoni per attrezzi, ulteriori piccoli fabbricati, ma è anche possibile mettere siepi, alberi, piante, ecc.

Cosa si può costruire al confine tra due case vicine secondo leggi aggiornate 2022-2023? Sono diverse le tipologie di opere e costruzioni che si possono realizzare tra due case vicine e sul confine ma sempre rispettando specifiche regole e condizioni stabilite dalle leggi in vigore, altrimenti si incorre nel rischio di sanzioni e demolizione delle stesse opere realizzate. Vediamo allora cosa si può fare tra due case vicine.

  • Cosa si può costruire al confine tra due case vicine 
  • Distanze e altezze da rispettare per costruzioni tra due case vicine


Cosa si può costruire al confine tra due case vicine 

Secondo quanto previsto dalle leggi aggiornate 2022-2023, è possibile costruire al confine tra due case vicine diverse opere come:

  • mura; 
  • cancellate;
  • staccionate;
  • piccoli depositi e magazzini;
  • capannoni per attrezzi;
  • ulteriori piccoli fabbricati.

Al confine tra due case vicine è anche possibile mettere poi siepi, alberi, piante, ecc.


Secondo le leggi in vigore, al confine tra due case si possono mettere anche luci, che possono essere aperte dal proprietario di una casa sul muro di confine tra due case confinanti se il muro di confine è di esclusiva proprietà di un solo proprietario di casa. 

Se, però, il muro di confine tra due case vicine è comune, nessuno dei proprietari può aprire luci senza il consenso dell'altro: per mettere una luce sul muro comune bisogna avere il consenso di entrambe i proprietari, perché si tratta di un'innovazione della cosa comune e per cui serve permesso comune.

Distanze e altezze da rispettare per costruzioni tra due case vicine

Le leggi aggiornate 2022-2023 fissano specifiche distanze da rispettare per realizzare una costruzione al confine tra due case vicine.

In particolare, se si decide di mettere un muro al confine tra due case vicine, la distanza da rispettare è di tre metri dal confine, per alberi e siepi le distanze da rispettare cambiano in base alla tipologia di albero o siepe che si intende mettere e sono in particolare di:

  • tre metri di distanza dalla casa del vicino, se si tratta di alberi ad alto fusto, come noci, cipressi, pini, querce, castagni, ecc, cioè alberi particolarmente alti;
  • un metro e mezzo di distanza dalla casa del vicino, se si tratta di alberi di non alto fusto;
  • mezzo metro di distanza dalla casa del vicino per siepi vive, vite, arbusti, piante da frutto di altezza non maggiore di due metri e mezzo, siepi vive e vite;
  • un metro di distanza dalla casa del vicino per siepi di castagno, di ontano o di piante che si recidono vicino al ceppo;
  • due metri di distanza dalla casa del vicino per le robinie.

Stessa distanza di tre metri prevista per un muro deve essere rispettata se si vuole costruire un cancello.

La maggior parte dei regolamenti urbanistici locali, infine, prevede, invece, che la distanza minima di un fabbricato al confine tra due case vicine sia almeno di cinque metri, quindi più dei tre metri generalmente previsti.

Insieme alle distanze, per fare costruzioni al confine tra due case vicine bisogna rispettare anche specifiche altezze.

Le regole aggiornate 2022 prevedono, infatti, che l'altezza di un muro divisorio sia al massimo a 3 metri e se al confine tra due case vicine c’è un muro divisorio alberi e siepi possono essere della stessa altezza del muro. In mancanza del muro di confine, la distanza dal vicino deve essere di almeno 50 metri.

In ogni caso, le altezze da rispettare per mura, cancellate, siepi, alberi messi per delimitare confine tra due case devono essere:
inferiori a tre metri al massimo se collocata a una distanza dal confine inferiore a tre metri;
massima pari o superiore ai tre metri se il muro è posto ad una distanza maggiore di tre metri.


 





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il