Cosa si può costruire di prefabbricato e le regole in giardini case, terreni agricoli e altri

Quali sono i tipi di prefabbricati che si possono costruire in giardini di case e terreni: cosa prevedono regole in vigore e chiarimenti

Cosa si può costruire di prefabbricato e

Cosa si può costruire di prefabbricato in giardini di case e terreni agricoli e boschivi?

Secondo quanto previsto dalle leggi in vigore, è possibile costruire prefabbricati in giardini di case e su un terreno agricolo o boschivo solo a determinate condizioni e se si rispettano specifici vincoli e avendo i permessi specifici richiesti per legge, che valgono anche per i prefabbricati se realizzati in determinati modi. 
 

Cosa si può costruire di prefabbricato e con quali regole in giardini case e terreni agricoli e boschivi? Avere a disposizione uno spazio esterno di grandi dimensioni, come in giardino di casa o in un terreno di proprietà, permette anche di potervi costruire prefabbricati, di ogni tipologia, che possono servire per differenti scopi, come ripostiglio, o magazzino, o coperture esterne, ecc. Vediamo di seguito quali sono le regole da rispettare per mettere prefabbricati in giardini di case o terreni agricoli o boschivi. 

  • Cosa costruire in giardino di case di prefabbricato e regole
  • Cosa si può costruire di prefabbricato su terreno agricolo e boschivo e regole in vigore

Cosa costruire in giardino di case di prefabbricato e regole

Le leggi in vigore permettono di costruire in giardini di case prefabbricati di diverse tipologie e seguendo regole specifiche. In particolare, in vigore, in giardini di case si possono costruire i seguenti tipi di prefabbricati:

  • casette prefabbricate da usare come ripostigli o depositi attrezzi;
  • case prefabbricate container, facilmente trasportabili;
  • pergolati prefabbricati in legno, ferro e altri materiali;
  • verande in legno e altri materiali per spazi esterni di case;
  • case prefabbricate in legno come gli chalet, realizzate soprattutto nelle zone alpine;
  • case prefabbricate in canadese, realizzate in cartongesso e legno con tegole di plastica;
  • case prefabbricate pesanti in cemento, tipologia di casa prefabbricata che comprende la struttura portante in cemento pieno, impianti elettrici e idraulici inseriti nella fase della gettata e le pareti interamente portanti e che non permette di effettuare eventuali successive modifiche;
  • altre strutture di arredamento d’esterno di case in diversi materiali.

Le regole da rispettare per la costruzione di prefabbricati in giardini di case prevedono, innanzitutto, l’obbligo di richiedere specifici permessi in alcuni casi, mentre in altri non è sempre necessario e obbligatorio chiedere permessi o autorizzazioni o altri titoli edilizi

Non è necessario avere permessi per costruzioni prefabbricate in giardino se: 

  • si tratta di prefabbricati di piccole dimensioni;
  • si tratta di opere temporanee; 
  • la casetta nel giardino di casa rispetta i limiti dei 25 metri quadri.

Se, invece, la casetta prefabbricata in giardino raggiunge o supera i 25 metri cubi, allora bisogna chiedere il permesso di Costruire al Comune di competenza o presentare la Dia, o la Scia, Segnalazione certificata di inizio attività.

Passando a verande, gazebi o pergolati prefabbricati da costruire nel giardino di casa, non servono permessi se le strutture restano aperte e movibili e non fissate al suolo. Se, al contrario, le strutture prefabbricate da esterno sono fisse, chiuse e di grandi dimensioni, allora si deve chiedere il permesso di costruire al Comune di competenza. 

Cosa si può costruire di prefabbricato su terreno agricolo e boschivo e regole in vigore

Le leggi in vigore prevedono la possibilità di realizzare costruzioni su un terreno agricolo o boschivo solo a determinate condizioni e se si rispettano specifici vincoli, con facoltà di realizzare anche costruzioni prefabbricate. 

Stando a quanto stabilito dalle leggi attuali 2022-2023, su un terreno agricolo o boschivo si può costruire di prefabbricato una casa, un deposito, un magazzino, che possono essere in legno o in qualsiasi altro materiale 

Essendo un prefabbricato una vera e propria costruzione, è soggetto a tutti i vincoli e limiti previsti per l’edificabilità su un terreno agricolo o boschivo, per costruirlo bisogna rispettare specifiche condizioni che sono:

  • costruire nei limiti previsti dallo strumento urbanistico vigente, per un massimo 0,03 metri cubi a metro quadro);
  • il proprietario deve esercitare l’attività di imprenditore agricolo da almeno 3 anni. 

Inoltre, è possibile costruire un qualsiasi prefabbricato su terreno agricolo solo se:

  • è situato in un’area con servizi di urbanizzazione, come fognature o acquedotto;
  • è situato in un’area dove sono presenti già altri fabbricati;
  • è situato fuori da ogni fascia cosiddetta di rispetto, come paesaggistica, o dove ci sono ferrovie, o cimiteriale. 

Un prefabbricato si può costruire su terreni agricoli e boschivi nel rispetto di vincoli urbanistici, edilizi, ambientali, paesaggistici, in conformità alle normative regionali di settore e solo avendo i permessi necessari.

Per costruire un prefabbricato su un terreno agricolo o boschivo servono, infatti, appositi permessi, come:

  • permesso di costruire, rilasciato dal Comune di competenza che è quello in cui è ubicato il terreno;
  • nulla osta degli enti competenti, soprattutto se il terreno agricolo o boschivo è situato in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico, ambientale, idrogeologico;
  • calcolo dell’indice di fabbricabilità del terreno.

L’unico caso in cui un prefabbricato su un terreno agricolo o boschivo si può costruire senza permessi è quello in cui i prefabbricati sono strutture di legno movibili, autoportanti, senza ancoraggio al suolo e non richiedono la presenza di fondamenta.
 
 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il