Cosa significa visto e piaciuto quando si compra un prodotto. Spiegazione completa

Cosa indica la dicitura visto e piaciuto quando si effettua un acquisto ed effetti che ha per venditore e acquirente: cosa c’è da sapere

Cosa significa visto e piaciuto quando s

Cosa indica la formula visto e piaciuto quando si compra un prodotto?

La formula visto e piaciuto quando si effettua un acquisto rappresenta una clausola del contratto di vendita che serve per attestare che l’acquirente ha preso visione del prodotto prima dell’acquisto, gli è piaciuto e ha deciso di comprarlo ben consapevole del prodotto al momento dell’acquisto.
 

Cosa significa visto e piaciuto quando si compra un prodotto? Quando si effettua un acquisto spesso si legge la dicitura ‘visto e piaciuto’ ma non tutti ne conoscono il significato e sanno il motivo per cui la stessa viene riportata. Vediamo allora di dare una spiegazione completa al significato di visto e piaciuto quando si compra un prodotto.

  • Significato visto e piaciuto quando si compra un prodotto
  • Effetti della clausola visto e piaciuto quando si compra un prodotto

Significato visto e piaciuto quando si compra un prodotto

Il Codice Civile prevede che, nel momento in cui si effettua un acquisto, il venditore sia tenuto a garantire la qualità e l’efficacia del prodotto stesso, assicurando, al tempo stesso, che sia effettivamente atto per l’uso cui è destinato. 

Quando si acquista un prodotto e si conclude una compravendita, il contratto di acquisto riporta una clausola Visto e piaciuto che serve per attestare che l’acquirente ha preso visione del prodotto prima dell’acquisto, gli è piaciuto e ha deciso di comprarlo ben consapevole del prodotto al momento dell’acquisto stesso.

La clausola Visto e piaciuto per l’acquisto di un prodotto deve essere approvata per iscritto e con doppia sottoscrizione, come previsto dallo stesso Codice Civile. 

Effetti della clausola visto e piaciuto quando si compra un prodotto

Accettare la clausola visto e piaciuto implica degli effetti. Quando l’acquirente di un prodotto sottoscrive, infatti, la clausola Visto e piaciuto, dichiarando di accettare il prodotto esattamente così come visto, non può mai rivalersi nei confronti del venditore nel caso in cui riscontri difetti o vizi del prodotto. 

Questa regola, però, come stabilito dal Codice Civile, scatta quando il venditore non agisce in mala fede, occultando eventuali vizi e problemi del prodotto, perché la legge stabilisce che il venditore deve obbligatoriamente garantire la vendita di prodotti privi di vizi e idonei all’uso cui sono destinati. 

Se, invece, il venditore agisce in mala fede e di proposito omette e nasconde problemi e vizi del prodotto da vendere, allora la clausola del visto e piaciuto decade perdendo validità e l’acquirente del prodotto viziato può rivalersi sul venditore che, dal canto suo, deve rimborsare spese e pagamenti sostenuti dall’acquirente per comprare il prodotto.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il