Cosa succede se non mi si vuole restituire un pagamento è stato fatto per errore o maggiore del dovuto

Richiesta pacifica di restituzione dei soldi o notifica di citazione in giudizio: cosa fare per avere restituzione di soldi pagati per errore

Cosa succede se non mi si vuole restitui

Cosa succede se non mi si vuole restituire un pagamento è stato fatto per errore o maggiore del dovuto?

Stando a quanto previsto dalle norme in vigore, per avere la restituzione di un pagamento fatto per errore o maggiore del dovuto, chi ha effettuato per sbaglio il pagamento, o lo ha fatto di importo superiore a quanto dovuto, può innanzitutto richiedere al beneficiario dell’errato pagamento la restituzione dei soldi in maniera pacifica. Se i soldi pagati per errore non vengono restituiti, chi ha effettuato l’errato pagamento o ha pagato una somma maggiore può notificare una citazione a chi ha ricevuto i soldi per errore in un giudizio civile per arricchimento senza causa. 
 

Cosa succede se non mi si vuole restituire un pagamento è stato fatto per errore o maggiore del dovuto? E' raro ma capita di effettuare un pagamento per errore e dover risolvere la situazione o di pagare, anche tramite bonifico, una somma superiore rispetto a quella dovuta e si tratta di casi in cui è necessario attivarsi per riavere i soldi, considerando anche che si potrebbe correre il rischio che chi ha ricevuti i soldi no dovuti non voglia restituirli. Vediamo allora cosa fare per avere la restituzione di un pagamento fatto per sbaglio.

  • Cosa fare per restituzione pagamento fatto per errore o maggiore del dovuto
  • Tempi per soluzione restituzione pagamento fatto per errore 

Cosa fare per restituzione pagamento fatto per errore o maggiore del dovuto

Secondo quanto previsto dalle leggi in vigore, se si effettua un pagamento per errore o maggiore del dovuto, si ha diritto a riavere i soldi spesi. La Corte di Cassazione ha spiegato che la mancata restituzione di un pagamento fatto per errore genera un obbligo di restituzione che, se non rispettato, integra esclusivamente un inadempimento di natura civilistica.

Per avere la restituzione di un pagamento fatto per errore o maggiore del dovuto, chi ha effettuato per sbaglio il pagamento, o lo ha fatto di importo superiore a quanto dovuto, può innanzitutto richiedere al beneficiario dell’errato pagamento la restituzione dei soldi in maniera pacifica.

Se i soldi pagati per errore non vengono restituiti, chi ha effettuato l’errato pagamento o ha pagato una somma maggiore può notificare una citazione a chi ha ricevuto i soldi per errore in un giudizio civile per arricchimento senza causa. 

Per ottenere la restituzione del pagamento fatto per errore, chi lo ha fatto non deve presentare alcun documento né altro atto per riavere i soldi se non dimostrare l’avvenuto errato pagamento, con relativa ricevuta. Chi è tenuto alla restituzione del pagamento fatto per errore deve poi pagare anche le relative spese legali della causa più eventuali interessi. 

Per esempio, per avere la restituzione di soldi pagati per errore sbagliando l'esecuzione del bonifico, ci si può rivolgere anche direttamente alla propria banca che, a sua volta, contatta la banca del beneficiario per ottenere il rimborso.

Tempi per soluzione restituzione pagamento fatto per errore 

L'azione di notifica della citazione a chi ha ricevuto i soldi per errore in un giudizio civile per arricchimento senza causa. Tale azione deve essere esercitata, secondo quanto previsto dalla legge, entro 10 anni.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il