Cosa succede se ti trovano con marijuana. Tutti i casi possibili

Sanzioni amministrative, reclusione, scopo terapeutico: quali sono casi e conseguenze previste se si viene fermati e si detiene marijuana

Cosa succede se ti trovano con marijuana

Cosa succede se mi trovano con marijuana?

Se si viene trovati con marijuana nelle quantità permesse dalla legge che giustificano un uso personale, non si configura il reato e il detentore è soggetto alle sole sanzioni amministrative che vengono stabilite dal Prefetto del Comune di residenza di chi è stato trovato in possesso di marijuana. Per detenzione di marijuana a scopo di spaccio è, invece, prevista la reclusione.

Cosa succede se mi trovano con la marijuana? Detenere e usare droga, anche leggera, nel nostro Paese è ancora considerato reato, anche se non sempre si configura come tale e non sempre si va incontro a conseguenze se si viene trovati in possesso di marijuana. Vediamo allora cosa succede quando si viene trovati con marijuana e i diversi casi possibili.

  • Detenzione marijuana per uso terapeutica cosa succede
  • Avere marijuana per uso personale
  • Avere marijuana per spaccio

Detenzione marijuana per uso terapeutica cosa succede

Iniziamo col dire che l'unico caso in cui non è prevista alcuna sanzione nè altra conseguenza nel caso in cui si venga trovati con marijuana è quello in cui essa venga prescritta per uso terapeutico.

Stando, infatti, a quanto previsto dalle nuove leggi in vigore, la marijuana può essere prescritta per trattamenti terapeutici particolare lì dove i farmaci convenzionali hanno relativi effetti. Per esempio, la marijuana viene prescritta a malati terminali per alleviare dolori cronici. In qutti gli altri casi in cui si viene trovati con marijuana vi sono conseguenze da pagare, a seconda della quantità detenuta.

Avere marijuana per uso personale

Essere trovati con della marijuana, pur essendo una droga, seppur leggera, non è sempre reato. Se, infatti, viene trovata nelle quantità permesse dalla legge che giustificano un uso personale, non si configura il reato e il detentore è soggetto alle sole sanzioni amministrative che vengono stabilite dal Prefetto del Comune di residenza di chi è stato trovato in possesso di marijuana.

Avere marijuana per spaccio

La situazione cambia decisamente nel caso il detentore venga trovato in possesso di marijuana in quantità superiori a quelle che giustifica l’uso personale.  Chi, infatti, viene trovato in possesso di elevati quantitativi di marijuana che fanno pensare ad attività finalizzate allo spaccio pur essendo una droga leggera, rischia la reclusione da 2 a 6 anni.

Se si viene trovati con un’alta quantità di marijuana e il detentore comunque rivendica la detenzione per uso personale, riceve una convocazione per un colloquio presso la Prefettura di residenza. Al colloquio devono presentarsi anche i genitori nel caso sia stato un minorenne ad essere trovato con la marijuana.

Non è detto che però bisogna subire sempre questo colloquio. Se, infatti, si viene trovati con una elevata quantità di marijuana rispetto ai limiti fissati dalle tabelle ministeriali, non è detto che il reato scatti automaticamente perché se la quantità di droga detenuta supera ma di pochissimo la soglia stabilita per l’uso personale, vale l’istituto della non punibilità per particolare tenuità del fatto, cosa che non comporta alcuna conseguenza per il detentore.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie