Costi medi energia elettrica per le aziende secondo tariffe e consumi 2020

L'attenzione ai costi generali è uno degli aspetti più importanti per le aziende. Questi costi includono quelli operativi giornalieri come il consumo di energia elettrica.

Costi medi energia elettrica per le azie

Energia elettrica per le aziende, quali sono i costi medi?

Indipendentemente dal settore in cui si opera un'azienda, l'attenzione ai costi generali è uno degli aspetti a cui prestare attenzione. Stando a recenti rilevazioni di Arera, le imprese più piccole pagano il 27,8% in più della media dell'area euro con un consumo medio annuo tra i 500 e i 2.000 MWh per un costo di 155,6 euro al MWh. Le imprese più grandi hanno con consumi tra i 70.000 e i 150.000 MWh per un impegno di spesa di 95,6 euro.

Ci sono alcune domande alle quali le aziende dovrebbe sapere rispondere se vogliono ottimizzare le spese energetiche. Quanta elettricità sta utilizzando l'azienda? C'è stato un picco nelle bollette energetiche? Quando il consumo di energia è al massimo?

La maggior parte delle aziende paga il prezzo di mercato dell'elettricità. Dipende dalla quantità di utilizzo, dal picco della domanda e dall'ora del giorno o della settimana in cui l'azienda lo utilizza se dispone di un misuratore di intervalli.

Ciascuna impresa può gestire i costi energetici prendendo nota delle diverse proposte dei fornitori di energia. Le aziende italiane hanno il vantaggio di poter liberamente cambiare i fornitori di energia se e quando lo ritengono opportuno.

Ecco perché è fondamentale tenersi aggiornati sulle modifiche tariffarie. Bisogna solo assicurarsi solo di avere pronta la bolletta energetica recente in modo da poter ottenere un preventivo abbastanza preciso in base al consumo effettivo. Probabilmente si riceverà un prezzo fisso per un periodo fisso poiché è in questo modo che sono solitamente calcolati i prezzi per l'energia elettrica nelle aziende.

In caso di dubbi, meglio sottoscrivere un contratto di un anno anche se la maggior parte dei fornitori di servizi offrirà forniture per un periodo maggiore. Alcune offerte prevedono una tariffa fissa mentre altre hanno una tariffa frazionata in cui le unità iniziali sono addebitate a un tasso più elevato.

La possibilità di applicare o meno una tariffa fissa dipenderà dalla quantità di consumo elettrico di cui si ha bisogno mese dopo mese. I prezzi all'ingrosso dell'elettricità tendono a fluttuare. I prezzi al dettaglio tendono a essere fino al doppio del prezzo all'ingrosso.

Ci sono molte opzioni disponibili per la propria azienda quando si tratta di fornitori di energia. La maggior parte dei gestori dovrebbe essere in grado di fornire un preventivo abbastanza accurato basato sulla base dei consumi recenti. Approfondiamo quindi:

  • Energia elettrica per le aziende, quali sono i costi medi
  • Tariffe e consumi 2020 energia elettrica per le aziende

Energia elettrica per le aziende, quali sono i costi medi

Indipendentemente dal settore in cui si opera un'azienda, i costi generali sono uno degli aspetti a cui prestare attenzione. Questi costi includono quelli operativi giornalieri come il consumo di energia elettrica. I dati sul consumo energetico medio in Italia sono misurati in chilowattora (kWh), che è una misura della potenza che è pari a 1.000 watt.

Un computer desktop e un monitor, ad esempio, consumano circa 500 watt l'ora, il che equivale a 1 kWh di energia ogni due ore. A differenza delle famiglie, alle aziende vengono offerti preventivi personalizzati in base alle loro circostanze individuali.

I fornitori di energia devono considerare molte informazioni su un'azienda prima di proporre un preventivo. Ad esempio, le dimensioni e il modello di lavoro quotidiano di un'azienda sono due fattori che influiscono sulla cifra finale. Il costo dell'energia elettrica per le aziende è legato anche alla scelta di adesione a un'offerta del mercato libero o tutelato.

Stando a recenti rilevazioni di Arera, le imprese più piccole pagano il 27,8% in più della media dell'area euro con un consumo medio annuo tra i 500 e i 2.000 MWh per un costo di 155,6 euro al MWh. Le imprese più grandi hanno con consumi tra i 70.000 e i 150.000 MWh per un impegno di spesa di 95,6 euro.

Tariffe e consumi 2020 energia elettrica per le aziende

Un buon punto di partenza per sapere quanta energia elettrica dovrebbe utilizzare la propria azienda è osservare quanta ne tendono a consumare le imprese simili. In questo modo diventa facile scoprire il consumo energetico medio aziendale nel proprio settore e capire qual è la tariffa più appropriata.

Con queste informazioni a portata di mano è quindi possibile sapere se la propria azienda sta pagando più del dovuto sul versante elettricità. Bisogna comunque tenere presente che ogni azienda è unica nelle sue abitudini di consumo e la natura delle operazioni può significare che ha semplicemente bisogno di consumare più energia di altre.

Quello che potrebbe funzionare come consumo medio annuo di elettricità per un'azienda potrebbe non adattarsi alla propria esperienza. Insomma, occorre guardare alle cifre come una guida piuttosto che come limiti rigidi e rapidi.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il