Credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021 a chi spetta, importi e requisiti ufficiali

Cosa prevede il nuovo credito di imposta per depuratori d’acqua 2021: chi può beneficiarne e come. Chiarimenti

Credito d'imposta per depuratori d'acqua

A chi spetta il credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021?

Il credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021, stando a quanto stabilito dalla nuova Legge di Bilancio, sarà riconosciuto nella misura del 50% delle spese sostenute fino a 1.000 euro per ogni unità immobiliare o esercizio commerciale e fino a 5mila euro per gli esercizi pubblici e vale per privati, imprese, enti del Terzo settore ed enti religiosi civilmente riconosciuti.
 

Via libera ad un nuovo credito di imposta per chi decide di installare depuratori di acqua potabile: tra le nuove misure della Legge di Bilancio 2021 figurano diversi nuovi bonus e aiuti messi a punto dal governo soprattutto a causa della emergenza Covid-19 che ha letteralmente abbattuto l'economica italiana creando molte difficoltà a cittadini, famiglie e imprese. Tra le novità approvate un credito di imposta per chi decide di acquistare depuratori di acqua potabile.

Vediamo a chi spetta il nuovo credito d’imposta per depuratori d’acqua 2021 e quali sono i requisiti necessari per usufruirne.

  • Credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021 a chi spetta e requisiti ufficiali
  • Credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021 importi

Credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021 a chi spetta e requisiti ufficiali

Il nuovo credito di imposta per chi decide di installare depuratori e sistemi di filtraggio dell'acqua potabile, stando a quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2021, spetta alle seguenti categorie di persone: 

  • privati; 
  • imprese;
  • enti del Terzo settore;
  • enti religiosi civilmente riconosciuti.

Non sono richiesti particolari requisiti per l'accesso al nuovo credito di imposta per depuratori di acqua potabile se non quello di acquistare i sistemi previsti per cui vale il credito e conservarne i documenti che attestano spesa fatta e pagamento effettuato.

Credito d'imposta per depuratori d'acqua 2021 importi

Il credito d'imposta per l'acquisto dei depuratori di acqua potabile viene riconosciuto nella misura del 50% delle spese sostenute fino a 1.000 euro per ogni unità immobiliare o esercizio commerciale e fino a 5mila euro per gli esercizi pubblici.

Per fruire del credito d'imposta per depuratori di acqua potabile 2021, i soggetti interessati devono presumibilmente autodichiarare la spesa sostenuta in sede di dichiarazione dei redditi, avendo sempre cura di conservare apposita documentazione dove sono riportati tutti i dati delle spese sostenute agevolabili nell’eventuale caso di controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. Termini e modalità di impiego del credito di imposta saranno definiti da apposita circolare delle stesse Entrate. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie