Delega sul conto corrente, come funziona

Come funziona la delega sul conto corrente, chi può scegliere il delegato e come revocare il ruolo: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Delega sul conto corrente, come funziona

Cos'è la delega sul conto corrente?

La delega su conto corrente è una sorta di incarico che possono avere terze persone per operare su un determinato conto corrente al posto del titolare. Per esercitare la delega, correntista e delegato devono presentarsi insieme in banca per la firma, precisando che la delega può essere revocata in qualsiasi momento il correntista decida.

 

La delega sul conto corrente rappresenta la possibilità per terzi di operare sul conto corrente di cui è titolare un'altra persona. Per poter esercitare la delega, corretista e delegato devono recarsi insieme in banca per la firma. Ma come funziona la delega sul conto corrente? Quali sono regole e limiti previsti?

Vediamo di seguito tutte le regole previste per una delega sul conto correte tra:

  • come funziona la delega su conto corrente;
  • chi può scegliere il delegato;
  • cosa può fare un delegato;
  • quando scegliere e revocare il delegato.

Come funziona la delega sul conto corrente

La delega sul conto corrente parte dalla scelta del delegato: per la nomina ufficiale del delegato, titolare del conto corrente e persona delegata devono recarsi insieme in banca per firmare l’atto di autorizzazione. Il delegato deve presentare in banca un documento di identità in corso di validità e codice fiscale.

La delega che viene firmata prevede dettagli che possono riguardare:

  • eventuali limiti alle operazioni che il delegato può effettuare;
  • operazioni che il delegato può effettuare.

Chi può scegliere il delegato

Colui che riceve la delega sul conto corrente può essere liberamente scelto dal titolare del conto corrente a piacimento e senza necessità che abbia alcun requisito particolare. Se il conto corrente è intestato a più persone, per esempio cointestato tra marito e moglie o genitore e figlio, il delegato deve essere nominato da tutti i titolari del conto corrente.

Delega sul conto corrente: cosa può fare il delegato

Una volta ottenuta la delega sul conto corrente cosa può fare il delegato? Il delegato che può agire sul conto corrente di cui è titolare un’altra persona non può spendere i soldi del conto a proprio piacimento e per spese a scopi personali perché ha facoltà di spendere i soldi del conto solo ed esclusivamente nell’interesse del delegante.

Se, però, il delegato opera sul conto con spese ‘pazze’ che non sono nell’interesse del titolare del conto stesso ma nel propri, la banca non è responsabile delle operazioni avvenute e per riavere i propri soldi il correntista può solo chiedere al delegato la restituzione dei soldi ma se quest’ultimo non li restituisce, il correntista può procedere con il recupero forzato delle somme prelevate illegittimamente dal suo conto.

Se si ha, dunque, intenzione di scegliere un delegato, il consiglio è quello di scegliere sempre una persona che sia di assoluta fiducia per evitare eventuali problemi.

Quando si può scegliere il delegato o revocare la sua nomina?

Non esiste una indicazione specifica sui tempi di scelta di un delegato. Il titolare di un conto corrente può scegliere un delegato sullo suo stesso conto in qualsiasi momento lo desideri e, se nel corso del tempo decide di delegare una seconda persona, a meno che il titolare del conto non confermi la delega anche alla prima persona a quest’ultima vengono revocati automaticamente i poteri.

La delega può essere revocata in qualsiasi momento dal titolare del conto corrente e se il conto corrente è intestato a più persone, la revoca può essere richiesta anche solo da uno dei cointestatari.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie