Denunciare amministratore di condominio per cattiva gestione

Quali sono i casi in cui un amministratore di condominio può essere denunciato per cattiva gestione: doveri da rispettare e reati

Denunciare amministratore di condominio per cattiva gestione

E’ possibile denunciare l’amministratore di condominio per cattiva gestione?

Quando un amministratore di condominio non osserva i suoi doveri va incontro alla revoca dell’incarico da parte dell’assemblea condominiale ma se si rende colpevole di reati più importanti, penali, rischia di essere denunciato e di essere condannato al risarcimento danni al condominio.

Quando un amministratore di condominio si rende colpevole di cattiva gestione del condominio stesso può essere revocato dal suo ruolo: a prendere la decisione è l’assemblea condominiale e affinchè abbia valore bisogna raggiungere la maggioranza dei condomini che rappresenti almeno la metà del valore dell’edificio e che le loro cade abbiano un valore complessivo di almeno 500 millesimi. Ci sono anche casi in cui i condomini possono arrivare anche a denunciare l’amministratore di condominio per cattiva gestione. Quali sono i casi estremi per cui si può arrivare anche alla denuncia per l’amministratore di condominio?

Cattiva gestione da amministratore di condominio: quando si rischia

Stando a quanto previsto dal Codice Civile, l’amministratore di condominio rischia di essere accusato di cattiva gestione se:

  1. non apre apposito conto corrente intestato al condominio;
  2. non riscuote regolarmente le spese condominiali da parte di tutti i condomini;
  3. si rende colpevole di gravi irregolarità fiscali per il condominio;
  4. non comunica al condominio i propri dati o li comunica in maniera imprecisa;  
  5. non consegna ai condomini atti o documenti relativi al condominio, se richiesti;
  6. non cura la tenuta dei registri di amministrazione del condominio, come quello della contabilità o dell’anagrafe dei condomini;
  7. non convoca l’assemblea per approvare il rendiconto annuale;
  8. non compila e aggiorna il registro dei verbali delle assemblee di condominio;
  9. provvedere all’esecuzione di lavori urgenti in condominio per garantire incolumità di edificio e condomini;
  10. non provvede all’esecuzione di una delibera dell’assemblea condominiale;
  11. non provvede all’esecuzione di un provvedimento del giudice o altra autorità amministrativa.

Denuncia amministratore di condominio per cattiva gestione: quando si può fare

Se per piccole omissioni o comportamenti da ricondurre alla cattiva gestione solitamente l’amministratore di condominio viene solo revocato dal suo incarico per decisione dell’assemblea di condominio che provvede poi alla nomina di un nuovo amministratore, esistono casi in cui per cattiva gestione l’amministratore di condominio rischia di essere denunciato.

Questa possibilità si verifica per esempio per mancata tenuta della contabilità condominiale possa aver provocato gravi danni al condominio e quindi condomini, considerando le conseguenze fiscali, previdenziali con i fornitori previste; o per mancato o ritardato pagamento di bollette dell'acqua per cui sono previste sanzioni e interessi

In questi casi, come già accaduto, l’amministratore di condominio viene condannato al risarcimento del danno arrecato al condominio. Peggiori sono le sanzioni previste se la cattiva gestione dell’amministratore di condominio si è verificata per non aver deciso lavori urgenti in condominio per evitare di mettere a rischio edificio e terze persone e si è verificato un incidente.

In tal caso può scattare il reato penale così come nel caso in cui l’amministratore si appropri dei soldi delle spese condominiali dei condomini per spese personali per appropriazione indebita; o, ancora, entra in casa di un condominio, senza permesso e contro la volontà dello stesso condominio, per violazione di domicilio; o per diffamazione; o per truffa nei confronti di uno o più condomini.

Come fare denuncia all’amministratore di condominio per cattiva gestione

Se, dunque, l’amministratore di condominio non assolve ai suoi doveri o si rende colpevole di reati, anche penali, rischia una denuncia da parte dei condomini. Coloro che decidono di denunciare l’amministratore di condominio per cattiva condotta devono recarsi presso una stazione di Polizia o Carabinieri (non ci si può rivolgere in tali casi al Giudice di Pace), esporre i fatti che hanno portato dalla decisione della denuncia, o oralmente, o in forma scritta (appositamente sottoscritta dal denunciante o dal procuratore speciale), personalmente o tramite procuratore speciale.

Per ricevere un risarcimento danni, i danni morali e materiali devono essere dimostrati con prove documentate.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie