Detrazioni e agevolazioni 2021 per comprare bicicletta a pedalata assistita a disabili

Un caso a parte è invece il bonus bicicletta a pedalata assistita a disabili a cui possono accedere coloro che hanno raggiunto la maggiore età.

Detrazioni e agevolazioni 2021 per compr

Sono previste detrazioni per disabili per comprare bicicletta a pedalata assistita?

Sì, l'agevolazione per comprare bicicletta a pedalata assistita consiste in una detrazione Irpef del 19% da calcolare sulla spesa complessiva.

Sempre più biciclette a pedalata assistita sulle strade italiane. La pedalata assistita è un beneficio perché consente di guidare più lontano, più velocemente e superare i limiti fisici. Questi mezzi di trasporto sono strategici anche per i disabili ovvero per chi è alle prese con una forma di handicap che limita l'autonomia.

Alla luce dell'esistenza di numerose agevolazioni a favore dei disabili per l'acquisto di veicoli, ci domandiamo quindi se anche le bici a bicicletta assistita rientrano nella lista dei beni detraibili.

Approfondiamo quindi cosa prevede la normativa sull'acquisto di mezzi necessari per la deambulazione, la locomozione, il sollevamento, anche alla luce di altri bonus in vigore pure nel 2021:

  • Bicicletta a pedalata assistita a disabili: detrazioni e agevolazioni 2021
  • L'alternativa del bonus per comprare bicicletta a pedalata assistita a disabili

Bicicletta a pedalata assistita a disabili: detrazioni e agevolazioni 2021

Anche per comprare una bicicletta a pedalata assistita i disabili possono accedere a una specifica agevolazione. A differenza di quanto è previsto con altre detrazioni, questa facilitazione fiscale spetta in maniera esclusiva al portatore di handicap.

In pratica sono esclusi i familiari di qualunque grado, compresi genitori e figli, fratelli e sorelle. Più specificatamente, l'agevolazione consiste in una detrazione Irpef del 19% da calcolare sulla spesa complessiva. Anche in questo caso c'è una importante differenza rispetto ad altre agevolazioni per disabili. Non è infatti applicata la franchigia di 129,11 euro.

La pedalata assistita fornisce potenza dal motore per aiutare il conducente a pedalare più facilmente e a muoversi più velocemente. Quando si attiva e si sceglie il livello di assistenza, il motore fornisce un certo livello di potenza.

La pedalata assistita è diversa dall'accelerazione perché richiede ai ciclisti di pedalare, oltre a ricevere potenza dal motore. Indipendentemente dalle condizioni fisiche, la pedalata assistita può incoraggiare i ciclisti a trascorrere più tempo in attività e a sentirsi più sicuri.

L'alternativa del bonus per comprare bicicletta a pedalata assistita a disabili

Un caso a parte è invece il bonus bicicletta a pedalata assistita a disabili a cui possono accedere coloro che hanno raggiunto la maggiore età e sono residenti nei capoluoghi di Regione, nei capoluoghi di Provincia, nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle 14 Città metropolitane ovvero Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino e Venezia.

Valido per acquisti dal 4 maggio 2020 al 31 dicembre 2020 e pari al 60% della spesa fino a 500 euro, di interessante c'è l'ampio spettro di acquisti.

Si va dalle biciclette nuove o usate, sia tradizionali sia a pedalata assistita alle handbike nuove o usate, dai veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica ai servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Dal primo gennaio 2021 il buono bici viene erogato solo con la rottamazione di veicoli datati effettuata nel 2021. Dal punto di vista operativo è previsto il rimborso al destinatario del bonus bici dietro presentazione del documento giustificativo di spesa da allegare alla domanda da presentare attraverso l'applicazione web.

Dopodiché è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore della bicicletta a pedalata assistita per disabili sulla base di un buono di spesa digitale che i destinatari possono generare sull'applicazione web. Gli interessati devono indicare il mezzo o il servizio da acquistare per fare generare alla piattaforma il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o fruire del servizio individuato.

Per evitare l'annullamento, i buoni di spesa devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla generazione. In sostanza, nella prima fase è possibile acquistare la bici in negozio e poi richiedere il rimborso pari al 60%. Nella seconda fase si può acquistare solo presso uno dei rivenditori autorizzati con la lista pubblicata nel sito del Ministero dell'Ambiente.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il