Detrazioni e bonus per figli che rimangono insieme al nuovo assegno unico 2022

Solo uno il bonus ancora valido per famiglie con figli dopo debutto nuovo assegno unico 2022: qual è e cosa prevede

Detrazioni e bonus per figli che rimango

Quali bonus e detrazioni per figli rimangono insieme al nuovo assegno unico 2022?

L'assegno unico per i figli 2022 ingloba e sostituisce tutte le detrazioni e i bonus validi finora per famiglie con figli come bonus mamma domani, assegni familiari, detrazioni in busta paga per figli a carico, bonus bebè. L'unico bonus ancora valido nonostante il debutto dell'assegno unico per i figli e che le famiglie possono sempre richiedere è il bonus asilo nido e, come precisato dallo stesso Inps, l’assegno unico per i figli 2022 non assorbe nè limita gli importi del bonus asilo nido.
 

Quali bonus e detrazioni per figli rimangono insieme al nuovo assegno unico 2022? L’assegno unico per figli 2022 è un sostegno economico erogato alle famiglie per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni e senza limiti di età per i figli disabili. L’importo spettante di assegno unico varia in base alla condizione economica del nucleo familiare e al relativo valore Isee calcolato al momento della domanda, ma anche in base a numero di figli, relative età ed eventuali condizioni di disabilità. 

La misura è stata battezzata assegno unico perché riunisce, appunto, in un’unica prestazione tutte le misure valide per famiglie con figli. Vediamo se e quali detrazioni e bonus per figli restano pur con il debutto del nuovo assegno unico.

  • Detrazioni e bonus per figli quali restano insieme al nuovo assegno unico 2022
  • Chi può richiedere assegno unico figli 2022 al posto di vecchi bonus e detrazioni

Detrazioni e bonus per figli quali restano insieme al nuovo assegno unico 2022

L'assegno unico per i figli 2022 ingloba e sostituisce tutte le detrazioni e i bonus validi finora per famiglie con figli come:

  • bonus mamma domani;
  • assegni familiari;
  • detrazioni in busta paga per figli a carico;
  • bonus bebè.

L'unico bonus ancora valido nonostante il debutto dell'assegno unico per i figli e che le famiglie possono sempre richiedere è il bonus asilo nido e, come precisato dallo stesso Inps, l’assegno unico per i figli 2022 non assorbe nè limita gli importi del bonus asilo nido.

Il bonus asilo nido ancora nel 2022 resta, dunque, un sostegno economico erogato dall’Inps alle famiglie italiane con figli che frequentano asili nido o per assistenza domiciliare in casi specifici previsti dalla legge, di importo massimo di 3mila euro.

L’importo erogato varia, comunque, a seconda del valore Isee della famiglia. In particolare, l’importo del bonus asilo nido varia a seconda delle seguenti fasce Isee:

  • per un Isee minorenni entro i 25 mila euro, è previsto un importo di bonus asilo nido di massimo 3 mila euro all’anno;
  • per un Isee minorenni tra i 25.000,01 euro e i 40 mila euro, si ha diritto ad un bonus asilo nido di 2.500 euro;
  • per un Isee minorenni superiore a 40 mila euro, si ha diritto ad un bonus asilo nido di 1.500 euro.

Chi può richiedere assegno unico figli 2022 al posto di vecchi bonus e detrazioni

L'assegno unico per i figli 2022 può essere richiesto da tutte le categorie di lavoratori che sono, in particolare: 

  • lavoratori dipendenti, pubblici e privati;
  • lavoratori autonomi; 
  • liberi professionisti;
  • disoccupati;
  • incapienti.

Per quanto riguarda l’importo dell’assegno unico per i figli 2022, viene calcolato in base all’Isee del nucleo familiare del figlio beneficiario ed è, in particolare, prevista:

  • una quota variabile modulata in modo progressivo (da un massimo di 175 euro per ciascun figlio minore con Isee fino a 15mila euro ad un minimo di 50 euro per ciascun figlio minore in assenza di Isee o con Isee pari o superiore a 40mila euro;
  • una quota a titolo di maggiorazioni per compensare l’eventuale perdita economica subita dal nucleo familiare, se l’importo dell’assegno risulta inferiore a quello che deriva dalla somma degli aiuti ricevuti prima del debutto della nuova misura.

All’importo calcolato, bisogna poi aggiungere eventuali maggiorazioni previste del 20% per i figli successivi al secondo e dal 30% al 50% per figli disabili senza limiti d’età. Precisiamo, infine, che l’assegno unico per figli 2022 non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscale e si può cumulare con il reddito di cittadinanza.





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il