Detrazioni materassi 2020 ci sono o no. Per quali modelli si possono ottenere

Quali sono le detrazioni 2020 valide per l’acquisto di nuovi materassi: cosa cambia per modelli di materassi e quando si possono richiedere

Detrazioni materassi 2020 ci sono o no.

Ci sono detrazioni 2020 per l’acquisto di materassi?

Sì: ci sono detrazioni 2020 per l’acquisto di materassi e, possiamo dire, che si dividono in due categorie. Si tratta delle detrazioni Irpef al 50% previste per l’acquisto di nuovi mobili e complementi di arredi per immobili oggetto di lavori di ristrutturazione e delle detrazioni al 19% per materassi intesi però come presidi medici e per cui in alcuni casi serve a prescrizione medica.

L’acquisto di determinate tipologie di materassi permette di richiedere delle detrazioni. Ma si tratta di detrazioni 2020 on valide per tutti e per tutti i modelli di materassi. Vediamo, dunque, se ci sono detrazioni 2020 valide per l’acquisto di materassi e quali sono i modelli per cui è possibile richiederle.

  • Detrazioni materassi 2020 ci sono o no
  • Detrazioni materassi 2020 per quali modelli si possono ottenere

Detrazioni materassi 2020 ci sono o no

Per l’acquisto di un nuovo materasso ci sono detrazioni fiscali. In particolare, stando a quanto previsto dalle norme in vigore, considerando che il materasso è considerato un complemento di arredo necessario per l'immobile oggetto di ristrutturazione, si possono ottenere relative detrazioni.

La Legge di Bilancio 2020 ha, infatti, confermato anche per quest’anno le detrazioni per ristrutturazioni edilizie e detrazioni collegate Irpef del 50% per l'acquisto di nuovi mobili, materassi ed elettrodomestici.

E l’acquisto di materassi rientra tra le spese per cui si può beneficiare delle detrazioni fiscali per l’acquisto di nuovi mobili. Le detrazioni valgono anche sui materassi acquistati con finanziamento e quindi pagati a rate.

Per poter accedere alle detrazioni materassi 2020 è necessario che il materasso venga acquistato in data successiva a quella di inizio lavori e che il suo pagamento avvenga tramite carta di credito o bonifico. Dunque, la possibilità di detrarre al 50% la spesa sostenuta per ‘acquisto di nuovi materassi vale solo se collegata a lavori di ristrutturazione.

Ma le detrazioni 2020 per materassi 2020 non finiscono qui: è, infatti, anche possibile acquistare un nuovo materasso, senza alcun lavoro di ristrutturazione in corso, ed usufruire di detrazioni 2020 ma al 19%, le stesse valide per le spese sanitarie, perché in tal caso si tratta di detrazioni specificatamente collegate a determinate tipologie di materassi intesi come presidi medici.

Detrazioni materassi 2020 per quali modelli si possono ottenere

I modelli di materassi per cui è possibile richiedere le detrazioni Irpef al 50% 2020 sono tutti quelli che si acquistano nel caso di ristrutturazione casa, di qualsiasi tipologia, matrimoniali, singoli e ad una piazza e mezza, memory, water foam, memory, in lattice.

Per usufruire, invece, delle detrazioni 2020 al 19% per l'acquisto di un materasso è necessario che lo stesso materasso presenti caratteristiche specifiche illustrate dal Ministero della Salute, come, per esempio, i materassi antidecubito, a condizione che l’acquisto, generalmente per i beneficiari della Legge 104, avvenga sotto prescrizione medica che certifica la necessità dell'acquisto di tale tipologia di materasso.

Le detrazioni 2020 sono valide anche per l’acquisto di modelli di materassi ortopedici, essendo dispositivi medici generalmente detraibili come riportato anche nella circolare 20/E dell’Agenzia delle Entrate, così come per l'acquisto di un materasso ad uso terapeutico.

A differenza dei materassi antidecubito, per detrarre la spesa sostenuta per l’acquisto del materasso ortopedico o terapeutico non è necessaria la prescrizione di un medico specialista, ma lo scontrino fiscale o la fattura deve ripotare chiaramente la descrizione del prodotto acquistato e nominativo e codice fiscale di chi ha effettuato l’acquisto.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie