Di quanto aumenta pensione tra i 1300-1500 euro al mese nel 2022. Calcolo ed esempi

Aumenti variabili e lievi per chi percepisce pensioni mensili tra i 1.300 e i 1.500 euro: cosa prevedono norme in vigore e regole di calcolo

Di quanto aumenta pensione tra i 1300-15

Di quanto aumenta una pensione tra i 1300-1500 euro al mese nel 2022?

Stando a quanto previsto dalle norme attuali relative alla rivalutazione delle pensioni che scatta ogni anno sul calcolo degli assegni pensionistici mensili, gli aumenti delle pensioni tra i 1.300 e i 1.500 euro al mese dovrebbero essere di circa 20 euro. 
 

Di quanto aumenta una pensione tra i 1300-1500 euro al mese nel 2022? Ogni anno, per effetto della rivalutazione automatica delle pensioni, gli assegni mensili cambiano, aumentando, seppur leggermente. 

Le pensioni si rivalutano, infatti, ogni anno sulla base dell'indice medio dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati e indici mensili, media annuale e percentuale di variazione vengono calcolati dall'Istat che poi li comunica al Ministero dell'Economia. Vediamo allora quanto può aumentare nel 2022 una pensione mensile tra i 1.300 e i 1.500 euro.

  • Aumento pensione 2022 per effetto rivalutazione
  • Calcolo ed esempi aumento pensione tra i 1300-1500 euro al mese nel 2022

Aumento pensione 2022 per effetto rivalutazione

L'aumento delle pensioni nel 2022 dovrebbe spettare a tutti i pensionati per effetto della rivalutazione automatica delle pensioni e in misura differente. Cambiano, infatti, le percentuali di rivalutazione delle pensioni in base agli importi percepiti e dovrebbero cambiare anche gli scaglioni. 

Al momento, infatti, la rivalutazione delle pensioni avviene sulla base delle sei fasce attuali di reddito e nelle seguenti percentuali:

  • 100% per gli importi fino a 4 volte il trattamento minimo;
  • 77% per gli importi compresi tra 4 e 5 volte il trattamento minimo;
  • 52% per gli importi compresi tra 5 e 6 volte il trattamento minimo;
  • 47% per gli importi compresi tra 6 e 8 volte il trattamento minimo;
  • 45% per gli importi compresi tra 8 e 9 volte il trattamento minimo;
  • 40% per gli importi superiori a 9 volte il trattamento minimo.

Dal primo gennaio 2022, le sei fasce attuali dovrebbero diventare tre prevedendo:

  • una rivalutazione al 100% per le pensioni fino a tre volte il minimo (fino a 2062 euro lordi);
  • una rivalutazione del 90% per le pensioni tra tre e cinque volte il minimo (fino a 2577,90 euro);
  • una rivalutazione del 75% per gli assegni oltre cinque volte il minimo (importi lordi oltre 2.577,90 euro).

Calcolo ed esempi aumento pensione tra i 1300-1500 euro al mese nel 2022

Alla luce di quanto appena spiegato, prendendo il caso di un pensionato che percepisce un assegno pensionistico mensile di 1.300 euro e la relativa rivalutazione, l'aumento dovrebbe essere di circa 20 euro al mese per un importo totale di 1322,10 euro. Chi percepisce, invece, una pensione da 1.500 euro al mese, per effetto della rivalutazione automatica, percepirà un aumento della pensione fino a 1525,50 euro mensili.
 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il