Differenze tra fondi di investimento attivi e passivi. Cosa cambia

I professionisti dell'investimento attivo cercano prontamente di battere il mercato acquistando e negoziando spesso, sulla base della ricerca aziendale continua.

Differenze tra fondi di investimento att

Fondo di investimento attivi e passivi, quali differenze?

I fondi di investimento attivi comportano una commissione molto più elevata, grazie al team di analisti necessario per acquistare e vendere attivamente azioni. Gli investimenti passivi e attivi differiscono anche per il livello di trasparenza che offrono.

Piattaforme di investimento online facilmente disponibili e l'elevata volatilità del mercato hanno creato un nuovo boom negli investimenti personali. L'investimento passivo può assumere diverse forme, come i fondi indicizzati che replicano molte società in un determinato indice del mercato azionario.

L'investimento attivo è seguito da molti diversi tipi di strumenti, tra cui hedge fund, per cui un gestore di portafoglio cerca attivamente di superare il mercato, fondi comuni di investimento creati con l'obiettivo di sovraperformare i fondi indicizzati, gestori patrimoniali, che vengono assunti da privati per gestire un determinato portafoglio con il capitale investito da un cliente. Approfondiamo questi aspetti e in particolare:

  • Fondo di investimento attivi e passivi, cosa cambia
  • Fondo di investimento attivi e passivi, quali differenze

Fondo di investimento attivi e passivi, cosa cambia

Come suggerisce il nome, l'investimento attivo è una strategia di approccio pratico. I professionisti dell'investimento attivo cercano prontamente di battere il mercato acquistando e negoziando spesso, sulla base della ricerca aziendale fondamentale quotidiana, dei guadagni storici e delle analisi di settore.

I fondi gestiti attivamente richiedono un ampio staff di analisti finanziari e di settore, che trascorrono la giornata in telefonate agli esperti, leggendo notizie e approfondendo analisi quantitative. Farsi circondare da questa forza lavoro costa molto, motivo per cui gli strumenti di investimento gestiti attivamente sono più costosi delle loro controparti gestite passivamente. Un tipico esempio di fondo gestito attivamente è un hedge fund.

Soprattutto, i gestori di portafoglio che sovrintendono a queste organizzazioni devono infondere fiducia nella capacità di leggere il mercato. In buona sostanza, i fondi gestiti attivamente mirano a trarre vantaggio dalle fluttuazioni dei prezzi a breve termine per sovraperformare il mercato.

I professionisti dell'investimento passivo sono alla ricerca di partecipazioni a lungo termine. Le strategie di investimento passivo sono quindi per quegli investitori che guardano a orizzonti più lunghi. Gli investitori passivi non acquistano e vendono azioni su base regolare. Piuttosto, scelgono di limitare il numero di titoli scambiati in un determinato periodo. Questa strategia crea un rischio inferiore e un modo conveniente per partecipare al mercato azionario.

Fondi di investimento attivi e passivi, quali differenze

I fondi di investimento attivi comportano una commissione molto più elevata, grazie al team di analisti necessario per acquistare e vendere attivamente azioni. In definitiva, la maggior parte dei clienti incorre in commissioni di trading quando negozia attivamente.

I fondi di investimento passivi sono considerati a basso costo. Dal momento che non esiste un team di analisti, c'è solo una piccola commissione associata all'acquisto di questi fondi. In parole povere, i fondi passivi seguono semplicemente un determinato indice, consentendo agli investitori un impegno minore. La facilità di questo prodotto consente di tenere basse le tariffe. La capacità di investire in partecipazioni diversificate fa una grande differenza tra gli stili di investimento attivo e passivo.

In generale, i fondi investiti attivamente detengono meno azioni o altri titoli rispetto ai fondi indicizzati. In virtù della quantità di azioni tracciate attraverso un titolo di un fondo indicizzato, gli investitori beneficiano di una maggiore diversificazione che porta a una maggiore capacità di gestire il rischio.

Gli investimenti passivi e attivi differiscono anche per il livello di trasparenza che offrono. È sempre chiaro quali sono le partecipazioni in un fondo indicizzato. In particolare, gli Etf devono divulgare il proprio prospetto di partecipazione a tutti gli azionisti.

Questi possono essere documenti molto lunghi e complessi. Ma non c'è mai alcun dubbio per l'investitore su ciò che sta acquistando. I fondi attivi premiano la flessibilità più che la trasparenza. Ad esempio, un gestore di hedge fund di un fondo negoziato attivamente avrà la possibilità di modificare le partecipazioni dei suoi fondi in un attimo. Questa capacità è fondamentale per prendere decisioni rapide per l'acquisto di azioni che potrebbero essere il prossimo grande produttore di profitti.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il