Diritto alla salute dei lavoratori 2020-2021 cosa aziende e datore di lavoro devono garantire

Monitoraggio dei rischi, forniture di protezioni necessarie, igiene nei luoghi di lavoro, novità per pandemia Covid: tutele da aziende e datori di lavoro ai propri dipendenti per garantire il diritto alla salute

Diritto alla salute dei lavoratori 2020-

Cosa devono garantire aziende e datori di lavoro ai propri dipendenti per garantire il diritto alla salute 2020-2021?

Sono diversi gli obblighi che aziende e datori di lavoro devono rispettare per garantire il diritto alla salute dei lavoratori 2020, da monitoraggio di eventuali rischi a lavoro e loro prevenzione, a forniture di protezioni necessarie per evitare infortuni sul lavoro, al rispetto delle norme igieniche sul posto di lavoro alle nuove in misure in campo per contrastare e contenere la diffusione del covid-19.
 

Tutela della salute e welfare sono due aspetti che aziende e datori di lavoro devono sempre garantire ai propri dipendenti e che ormai, dal canto loro, i lavoratori osservano molto. Siamo, infatti, in un periodo in cui occorre sempre più garantirsi e tutelare la propria salute a lavoro, a causa di imprevisti, incidenti, infortuni che possono accadere, così come occhio particolare viene sempre più posto al sistema di welfare aziendale. Vediamo in questo pezzo cosa devono garantire aziende e datori di lavoro ai propri dipendenti per garantire il diritto alla salute 2020-2021.

  • Diritto alla salute dei lavoratori 2020-2021 norme previste
  • Cosa devono garantire aziende e datore di lavoro per garantire diritto alla salute dei lavoratori
     

Diritto alla salute dei lavoratori 2020-2021 norme previste

Il diritto della salute dei lavoratori è un obbligo per aziende e datori di lavoro previsto dalla nostra Costituzione che prevede l’obbligo per il datore di lavoro di astenersi da comportamenti lesivi nei confronti del lavoratore e di adottare tutte le misure tecnologicamente possibili in materia di sicurezza ed igiene sul posto di lavoro, rimanendo sempre al passo con l’avanzare dello sviluppo tecnologico e della scienza in modo da proteggere e tutelare sempre l’integrità psicofisica e la dignità morale dei lavoratori nell’ambiente di lavoro. 

E sono previsti una serie di obblighi specifici e procedure per la salvaguardia della salute e la prevenzione delle malattie e degli infortuni sul lavoro. Vediamo quali sono nello specifico. 

Cosa devono garantire aziende e datore di lavoro per garantire diritto alla salute dei lavoratori

Stando a quanto previsto dalle leggi attualmente in vigore, tra le misure specifiche volte alla tutela del diritto alla salute dei lavoratori 2020-2021 che aziende e datori di lavoro devono garantire ai lavoratori vi sono:

  • monitoraggio dei rischi e attuazione di azioni volte alla riduzione degli stessi;
  • forniture di protezioni individuale o collettiva dei lavoratori al fine di evitare incidenti e infortuni sul lavoro;
  • interventi sugli impianti, sui metodi di lavorazione, sulle materie prime o sulle materie da lavorare;
  • regolare manutenzione dei luoghi e degli impianti, tra i cui obblighi da rispettare vi sono rispetto dei limiti minimi dello spazio di lavoro e divieto di lavoro in locali sotterranei, ma anche rispetto di specifiche disposizioni sulle vie di circolazione e uscite di emergenza, illuminazione dei locali, costruzione, installazione e manutenzione degli impianti elettrici;
  • obbligo, per il datore di lavoro, di fornire ai lavoratori attrezzature adeguate e idonee ai fini della sicurezza e salute, con appositi dispositivi di sicurezza nel caso in cui gli elementi delle macchine rappresentino un pericolo;
  • massimo rispetto delle norme igienico-sanitarie previste dalla legge sul posto di lavoro per garantire pulizia ed evitare potenziali problemi, malattie, infezioni;
  • procedure di informazione, formazione, consultazione e partecipazione dei lavoratori;
  • visita periodica da parte di un medico competente per i lavoratori che lavorano con sostanze pericolose e potenzialmente nocive;
  • dovere di vigilare che le norme previste in materia di lavoro sicura vengano effettivamente rispettare nei luoghi di lavoro.

Tra gli obblighi per la tutela del diritto alla salute dei lavoratori 2020-2021 rientrano oggi, a causa della pandemia per il coronavirus, anche le misure di contrasto e di contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro.

A causa della diffusione del coronavirus, che continua letteralmente a bloccare gli stili di vita quotidiani di sempre imponendo forti restrizioni per contenerne la diffusione e attenzione al rispetto di precise regole di prevenzione, per garantire il diritto alla salute dei lavoratori 2020-2021 sono state introdotte novità, dalle misure di prevenzione sanitaria, alla sanificazione periodica degli ambienti di lavoro, al fornire dispositivi di protezione individuale, come mascherine, guanti monouso, disinfettanti per le mani, alla giusta organizzazione del lavoro, dall'incentivo allo smart working dove possibile, al limitare presenze sul posto di lavoro, limitare trasferte, evitare riunioni ed eventi formativi anche interni.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie