Distanza e regole da rispettare per tubi acqua e gas tra due case di confine e vicine

Rispettare le distanze fissate per mettere tubi di acqua e gas tra due case di confine per evitare danni e pericoli: cosa prevedono leggi in vigore nel 2022

Distanza e regole da rispettare per tubi

Quali sono le regole da rispettare per tubi acqua e gas tra due case di confine?

Stando a quanto stabilito dalle leggi 2022 in vigore, per mettere tubi di acqua pura o lurida o tubi di gas e simili, e loro diramazioni, deve rispettare la distanza di almeno un metro dal confine con la casa vicina e si tratta di una distanza che potrebbe però essere modificata dai singoli regolamento locali.
 

Quali sono le regole da rispettare per tubi acqua e gas tra due case di confine? Avere due case confinanti significa dover rispettare regole per il quieto vivere. I proprietari di due case vicine di confine sono tenuti, infatti, per legge a rispettare norme relative a distanze e altezze per piantagioni di alberi, siepi, piante, nonché ad emissioni di fumo nei casi in cui si facciano, per esempio, barbecue in giardino. Vediamo quali sono, invece, le regole per mettere tubi di acqua e gas. 

  • Distanze da rispettare per tubi acqua e gas tra due case di confine 
  • Motivi per distanze da rispettare per tubi di acqua e gas tra due case di confine


Distanze da rispettare per tubi acqua e gas tra due case di confine 

Stando a quanto stabilito dalle leggi 2022 in vigore, per mettere tubi di acqua pura o lurida o tubi di gas e simili tra due case di confine si deve rispettare la distanza di almeno un metro dal confine con la casa vicina. 

La distanza da rispettare sale a due metri tra due case vicine per chi ha, invece, intenzione di realizzare pozzi, cisterne, fosse di latrina o di concime sul confine, anche se su questo si trova un muro divisorio. Le distanze appena riportate sono quelle previste dalla legge ma che possono essere modificate dai singoli regolamenti locali. 

Motivi per distanze da rispettare per tubi di acqua e gas tra due case di confine

Le regole sulle distanze da rispettare per tubi di acqua o gas tra due case vicine sono state definite soprattutto per la tutela di igiene e sicurezza, perché si presume che si tratti di opere che se posizionate ad una distanza minore di quella fissata possano creare problemi o diventare pericolose per i vicini. 
 
Secondo quanto, infatti, stabilito dalla Corte di Cassazione, la distanza di un metro per mettere tubi di acqua dal confine tra due case è stata fissata perchè, trattandosi di condutture con flusso costante di sostanze liquide o gassose, potrebbero rappresentare potenziale danno alla proprietà vicina, con presunzione di pericolosità.
 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il