Domande e risposte su assegni familiari unici 2021 (per figli) più frequenti

I beneficiari possono già inoltrare le domande per la richiesta della versione provvisoria dell'Assegno familiare unico che entra in vigore dal primo gennaio del 2022.

Domande e risposte su assegni familiari

C'è l'Assegno familiare unico tra le misure di sostegno al reddito già in vigore in via provvisoria e che lo sarà a regime dal 2022.

Vediamo insieme tutte le caratteristiche ovvero che cos'è, quali sono i requisiti richiesti, come fare domanda, a quanto ammonta e la compatibilità con altri strumenti economici già in vigore. Più precisamente, approfondiamo:

  • Assegno familiare unico, che cos'è?
  • Quali sono i requisiti per ricevere l'Assegno familiare unico?
  • Quali sono i requisiti economici per ricevere l'Assegno familiare unico?
  • Da quando viene erogato l'Assegno familiare unico?
  • Come fare domanda per l'Assegno familiare unico?
  • A quanto ammonta l'Assegno familiare unico?
  • Come viene pagato l'Assegno familiare unico?
  • L'Assegno familiare unico è compatibile con gli altri assegni?

Assegno familiare unico, che cos'è?

L'Assegno unico e universale per ogni figlio a carico è un beneficio economico che lo Stato offre a tutte le famiglie in base al numero dei figli e all'Indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare di appartenenza con criteri di universalità e progressività.

Le famiglie beneficiano del contributo con accrediti con cadenza mensile.

Quali sono i requisiti per ricevere l'Assegno familiare unico?

L'Assegno familiare unico spetta cittadini italiani o di uno Stato membro dell'Unione europea, ai titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ai cittadini di uno Stato non appartenente all'Unione europea con permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale. Dopodiché è indispensabile avere figli con età fino a 18 anni.

Viene quindi richiesta la residenza in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, o essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale. La durata almeno semestrale dei motivi e dei contratti di lavoro o di ricerca che danno diritto a questo tipo di prestazioni è in linea con quanto stabilito dalla direttiva europea in materia.

Quali sono i requisiti economici per ricevere l'Assegno familiare unico?

Il nucleo familiare non deve essere percettore degli Assegni al nucleo familiare. Il nuovo strumento è destinato solo a chi è escluso da questo istituto.

Il nucleo familiare del richiedente deve essere in possesso di un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità. E lo stesso Isee non deve essere maggiore di 50.000 euro.

Da quando viene erogato l'Assegno familiare unico?

A pieno regime, l'Assegno familiare unico va dal primo gennaio del 2022. Ma già dal primo luglio entra in vigore una misura ponte che prevede l'erogazione dell'assegno in favore di chi non aveva diritto: autonomi, incapienti e titolari di reddito di cittadinanza.

Da gennaio la misura sarà estesa a tutti.

Come fare domanda per l'Assegno familiare unico?

I beneficiari possono già inoltrare le domande per la richiesta della versione provvisoria dell'Assegno familiare unico che entra in vigore dal primo gennaio del 2022. La pratica è gestita dall'Inps attraverso il suo sito web.

Le richieste possono essere inoltrate in autonomia tramite il portale oppure con il supporto di call center e patronati, ma entro il 31 dicembre.

A quanto ammonta l'Assegno familiare unico?

L'Assegno familiare unico andrà da un massimo di 167,5 euro a figlio, fino a due figli, con Isee sotto i 7.000 euro a un minimo di 30 euro a figlio, sempre fino a 2 figli, con Isee che va da 40.000 a 50.000 euro.

La cifra sale a 217,8 con almeno 3 figli perché è prevista una maggiorazione del 30%. Ed è riconosciuta una maggiorazione di 50 euro al mese per ciascun figlio minore con disabilità.

Come viene pagato l'Assegno familiare unico?

L'Assegno familiare unico decorre dallo stesso mese in cui è stata presentata la domanda. Per le richieste inoltrate entro il 30 settembre sono erogate le mensilità arretrate da luglio. Il pagamento avviene tramite bonifico domiciliato o accredito su Iban.

L'importo non concorre alla formazione della base imponibile dell'Irpef. I genitori che hanno l'affido condiviso dei minori possono avere l'accredito sull'Iban del 50% ciascuno.

L'Assegno familiare unico è compatibile con gli altri assegni?

L'Assegno familiare unico è compatibile con il reddito di cittadinanza e con eventuali altre misure di sostegno al reddito a favore dei figli Province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali.

Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, viene scalata dall'importo teorico dell'assegno la quota relativa ai figli minori che fanno parte del nucleo familiare.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il