Dove fare domanda per la pensione nel 2020-2021 tra Inps, Caf, Patronati, Internet e altri servizi

Inps, Caf e Patronati: quali sono le modalità possibili per presentare domanda per la pensione 2020-2021 e cosa c’è da sapere

Dove fare domanda per la pensione nel 20

Dove si deve fare la domanda per la pensione nel 2020-2021?

La domanda per la pensione 2020-2021 può essere presentata tramite Caf o patronato, o rivolgendosi all’Inps contattando il numero verde dell’Istituto o direttamente su Internet, direttamente online sul sito dell'Inps scegliendo l’apposito servizio e seguendo la procedura prevista. 
 

Dove fare la domanda per le pensione 2020-2021? Quando ci si avvicina alla maturazione dei requisiti richiesti per andare in pensione, bisogna prepararsi a presentare la domanda per la pensione. Le regole per le domande di pensione dipendono dalla forma pensionistica con cui si decide di uscire. Chi, infatti, decide di uscire con la pensione di vecchiaia deve maturare 67 anni di età e 20 anni di contributi e può iniziare a presentare la domanda qualche mese prima il raggiungimento dei requisiti pensionistici richiesti. 

Chi decide di uscire con la pensione anticipata, deve maturare 42 anni e dieci mesi di contributi (per gli uomini) e 41 anni e dieci mesi (per le donne) e può presentare domanda di pensionamento qualche mese prima della maturazione degli anni contributivi richiesti.

Chi, invece, decide di andare in pensione prima con quota 100 o opzione donna può presentare la domanda per la pensione 2020-2021 appena maturati i requisiti necessari ma per la pensione effettiva dovrà poi aspettare le finestre mobili previste, che sono di tre mesi per la quota 100 e di 12 e 18 mesi per l’opzione donna, rispettivamente per lavoratrici dipendenti e lavoratrici autonome. Vediamo dove presentare la domanda per la pensione. 

  • Domanda pensione Inps, Caf, Patronati, Internet e altri servizi
  • Fare domanda pensione 2020-2021 documentazione necessaria Inps, Caf, Patronati, Internet e altri servizi

Domanda pensione a Inps, Caf, Patronati, Internet e altri servizi

Qualsiasi sia la forma pensionistica con cui si sceglie di andare in pensione, è bene sapere che la domanda per la pensione deve essere sempre presentata all’Inps. Per farlo, però, esistono diverse strade. E’, infatti, possibile presentare domanda per la pensione 2020-2021 nelle seguenti modalità:

  • rivolgendosi a Caf e Patronati;
  • rivolgendosi di persona allo sportello dedicato della sede Inps di propria competenza;
  • contattando il numero verde Inps;
  • direttamente online su Internet sul sito Inps, accedendovi tramite Spid, Cie (carta di identità elettronica), o Cns (Carta nazionale dei servizi), scegliendo il servizio dedicato alla domanda di pensione e seguendo la procedura prevista. 

Precisiamo che ogni lavoratore alle soglie della pensione può decidere in piena autonomia la modalità da scegliere per presentare la domanda per la pensione 2020-2021. Non esiste, infatti, alcun obbligo di optare per Caf e Patronati o Inps, ma la scelta dipende da ciò che risulta più comodo e conveniente per lo stesso pensionando. 

Fare domanda pensione 2020-2021 documentazione necessaria Inps, Caf, Patronati, Internet e altri servizi

Sia che si decida di presentare domanda per la pensione 2020-2021 direttamente all’Inps online o tramite contact center o di persona, sia che si decida di presentare domanda per la pensione 2020-2021 all’Inps tramite Caf o Patronati, per fare la domanda di pensione 2020-2021 bisogna presentare apposita documentazione che comprende:

  • documentazione che provi la fine dell’attività lavorativa subordinata, per esempio la ricevuta d’invio delle dimissioni online, o invio del modello di comunicazione Unilav di cessazione da parte del datore di lavoro, ecc;
  • certificazione del diritto a pensione, se richiesta, per esempio nel caso di richiesta di pensione anticipata per lavoratori precoci o usuranti.

Sono tuttavia diversi i documenti che possono essere richiesti da allegare alla domanda per la pensione 2020-2021 e che variano a seconda della tipologia di lavoratore, condizione (se single, sposato, divorziato, ecc) e forma pensionistica che si sceglie per uscire. In generale, comunque, tra gli altri documenti che possono essere richiesti da allegare alla domanda per la pensione, a seconda dei casi, ci sono anche:

  • stato civile;
  • scelta della gestione;
  • estratto contributivo Enpals;
  • dichiarazione titolarità rendita Inail;
  • dichiarazione titolarità rendita Inail per superstiti;
  • detrazioni fiscali;
  • accredito malattia o maternità;
  • agevolazioni di legge (riduzione età pensionabile e incremento anzianità contributiva);
  • autocertificazione iscrizione/frequenza scolastica;
  • dichiarazione redditi d’impresa;
  • domanda ex combattenti;
  • maternità facoltativa in costanza rapporto di lavoro;
  • modello Red;
  • opzione sistema contributivo;
  • prestazioni accessorie (trattamento minimo, maggiorazione sociale, trattamento di famiglia);
  • provvedimento accolta Enpals;
  • ripartizione reddito d’impresa;
  • sentenza;
  • servizio militare.
     

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il