Dove si deve collocare e posizionare il cartello di proprietà privata perchè sia valido

Dove posizionare un cartello che indica una proprietà privata perché sia valido e cosa bisogna sapere: chiarimenti e regole

Dove si deve collocare e posizionare il

Dove si deve posizionare il cartello di proprietà privata perché sia valido?

Il cartello di una proprietà privata deve essere posizionato in maniera specifica per essere considerato valido, al limite della proprietà privata, all’ingresso di una strada privata, all’inizio di una proprietà privata da delimitare con divieto di accesso, ognuno riportante comunque il nome del Comune e, nel caso di cartelli che necessitano di autorizzazione del Comune, relativo numero di autorizzazione per l’installazione del cartello.

Dove deve essere posizionato il cartello di proprietà privata perché sia valido? La legge prevede criteri specifici per installare i cartelli di proprietà privata sia sulle modalità e come installare i cartelli di proprietà privata e sia sul dove deve essere collocato il cartello di proprietà privata per essere considerato valido. E se tali criteri non vengono rispettati si rischia di incorrere in sanzioni.

  • Dove collocare cartello proprietà privata valido 
  • Sanzioni previste se non si rispetta cartello proprietà privata

Dove collocare cartello proprietà privata valido 

Il cartello proprietà privata viene usato per indicare il diritto di proprietà esclusivo che permette al proprietario, appunto, di evitare che terze persone possano occupare la zona delimitata, sia in senso materiale che da un punto di vista giuridico.

Tuttavia, è bene sapere che il cartello di una proprietà privata deve essere posizionato in maniera specifica per essere considerato valido, al limite della proprietà privata, all’ingresso di una strada privata, all’inizio di una proprietà privata da delimitare con divieto di accesso, ognuno riportante comunque il nome del Comune e, nel caso di cartelli che necessitano di autorizzazione del Comune, relativo numero di autorizzazione per l’installazione del cartello.

In particolare, stando a quanto previsto dalle norme in vigore, perché un cartello che indica una proprietà privata possa essere considerato valido bisogna rispettare due regole principali che valgono a seconda della tipologia di cartello di proprietà privata che bisogna mettere, se solo per delimitare una proprietà o per un divieto di accesso, ecc.

La prima regola riguarda la decisione del proprietario di posizionare il cartello della proprietà privata su una sua proprietà, per esempio un terreno o un giardino e in tal caso non è necessaria alcuna autorizzazione per apporre il cartello e quest’ultimo può essere collocato dove meglio si crede purchè chiaramente visibile a terzi.

La seconda riguarda l’installazione del cartello di proprietà privata per indicare una strada privata o un divieto di accesso che affacciano sulla strada pubblica e in tal caso per l’installazione del cartello della proprietà privata bisogna necessariamente avere apposita autorizzazione dal Comune e posizionare il cartello secondo quanto stabilito dai singoli regolamenti comunali.

Solitamente, infatti, sono proprio i singoli regolamenti comunali a stabilire dove e modalità di installazione del cartello di proprietà privata e i cartelli di proprietà privata rilasciati su autorizzazione del Comune possono anche essere apposti su suolo pubblico.

Sanzioni previste se non si rispetta cartello proprietà privata

Quando ci si trova dinanzi ad un cartello che indica una proprietà privata, la regola da rispettare è quella di non violare il divieto di accesso e non entrare nella proprietà privata, altrimenti si rischiano sanzioni.

Accedere in una proprietà privata violando il relativo cartello che la indica rappresenta, infatti, per la legge italiana una violazione di domicilio e prevede la reclusione da sei mesi a tre anni.

L’unico caso che, come previsto dalle norme in vigore, permette di non rispettare il cartello di una proprietà privata è quello in cui il cartello della proprietà privata indica un divieto di accesso su una strada che, però, è di uso pubblico. Se, per esempio, per recarsi in un altro comune è necessario passare dalla zona delimitata dal cartello della proprietà privata e non ci sono altre soluzioni di transito e altre strade da percorrere allora si può ignorare il cartello della proprietà privata.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il