Durata, limiti e regole per il periodo di prova di una badante secondo CCNL 2020-2021

Cosa cambia per il periodo di prova delle badanti con rinnovo Ccnl 2020-2021 e nuove durate: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Durata, limiti e regole per il periodo d

Cosa cambia per il periodo di prova delle badanti con rinnovo Ccnl 2020-2021?

Il rinnovo del contratto badanti 2020-2021 prevede l’estensione del periodo di prova a 30 giorni per tutte le badanti. Il periodo di prova regolarmente retribuito di 30 giorni di lavoro effettivo viene esteso alle badanti inquadrate nei livelli D e D super e alle badanti conviventi indipendentemente dal livello di inquadramento, mentre per gli altri rapporti di lavoro, il periodo di prova è di 8 giorni di lavoro effettivo.

Si rinnova il contratto badanti 2020-2021 e tra le novità previste, insieme ad aumenti salariali pronti a scattare dal prossimo mese di gennaio 2021, ci sono modifiche anche per quanto riguarda il periodo di prova a lavoro per le badanti. Vediamo quali sono le nuove regole per il periodo di prova di una badante secondo CCNL 2020-2021.

  • Durata e limiti per il periodo di prova di una badante secondo CCNL 2020-2021
  • Cosa cambia per il periodo di prova di una badante secondo CCNL 2020-2021

Durata e limiti per il periodo di prova di una badante secondo CCNL 2020-2021

Il rinnovo del contratto badanti 2020-2021 prevede l’estensione del periodo di prova a 30 giorni per tutte le badanti. Il periodo di prova regolarmente retribuito di 30 giorni di lavoro effettivo viene esteso alle seguenti categorie di lavoratrici:

  • badanti inquadrate nei livelli D e D super;
  • badanti conviventi indipendentemente dal livello di inquadramento.

Per gli altri rapporti di lavoro, il periodo di prova è di 8 giorni di lavoro effettivo.

Cosa cambia per il periodo di prova di una badante secondo CCNL 2020-2021

Prima del rinnovo contratto badanti 2020-2021, il relativo Ccnl, in riferimento al periodo di prova, prevedeva un periodo di prova di 30 giorni di lavoro effettivo per il livelli da A a C e 8 giorni per i livelli D. Ora, invece, anche per le badanti inquadrate nel Livello D il periodo di prova viene esteso a 30 giorni di lavoro effettivo.

Durante il periodo di prova, il rapporto di lavoro può essere risolto in qualsiasi momento e senza alcun obbligo di preavviso sia da datore di lavoro che dalla badante e per la lavoratrice che supera il periodo di prova senza alcuna disdetta scatta automaticamente la confermata a lavoro con trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato e il lavoro prestato durante il periodo di prova viene calcolato ai fini dell’anzianità.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie