E' legale coltivare marijuna in Italia. Tutti i casi 2021 in cui è permesso o vietato da normativa in vigore

Quasi sempre illegale coltivare marijuana in Italia: quali sono gli unici casi in cui è permesso, norme in vigore e chiarimenti

E' legale coltivare marijuna in Italia.

E’ legale coltivare la marijuana in Italia?

Stando a quanto previsto dalla normativa in vigore, in Italia è quasi sempre illegale e vietato coltivare marijuana in casa. Anche nel caso in cui l’uso della marijuana sia a scopo terapeutico, la coltivazione domestica è comunque illegale. Pochi sono i casi 2021 in cui è permesso coltivare marijuna in Italia.
 

Nel 2020, la marijuana è stata eliminata dalla Tabella IV delle sostanze stupefacenti e la commissione delle Nazioni Unite ha riconosciuto le sue proprietà medicinali, cancellandola per questo dall’elenco delle sostanze stupefacenti più pericolose, come la cocaina e l’eroina.

Il riconoscimento delle proprietà terapeutiche della marijuana è avvenuto su basi scientifiche e dopo tantissime ricerche condotte nel corso di molti anni. Il riconoscimento delle proprietà terapeutiche della marijuana e come pianta officinale oggi è diventato un vantaggio per gli agricoltori, perché viene regolamentata dalla normativa riguardante il settore delle piante officinali ed erboristici. Ma è legale coltivare marijuana in Italia?

  • Coltivare marijuana in Italia è permesso o vietato e casi
  • Quando è legale coltivare marijuana in Italia

Coltivare marijuana in Italia è permesso o vietato e casi

Stando a quanto previsto dalla normativa in vigore, coltivare marijuana in Italia non è quasi mai legale. Si tratta, dunque, quasi sempre di un atto illegale e vietato.

E’, infatti, illegale coltivare la marijuana in Italia in piena autonomia a casa anche nel caso in cui la sostanza serva per uso terapeutico, cosa assolutamente legale e autorizzata su prescrizione, è illegale la coltivazione domestica di marijuana. 

Ricordiamo che per uso personale, in dosi fissate dalla legge e relativamente alle droghe legge, e per uso terapeutico, detenere marijuana non è reato e non prevede alcuna sanzione nè altra conseguenza sul piano legale.

Quando è legale coltivare marijuana in Italia

Sono pochissimi i casi in cui coltivare marijuana in Italia è del tutto illegale e facendolo non si incorre in alcuna sanzione né rischio legale.  

Stando a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, coltivare marijuana in Italia è legale e permesso solo ed esclusivamente nei seguenti casi:

  • quando la coltivazione di cannabis è di minime dimensioni e fatta con tecniche rudimentali e non da professionisti delle colture, per il modestissimo quantitativo di prodotto ricavabile e quindi la produzione è unicamente destinata all’uso personale del coltivatore;
  • quando la coltivazione è autorizzata con espresso provvedimento governativo, autorizzazione che però nel nostro Paese interessa solo l’industria farmaceutica. 

  •  

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il