E' meglio inviare una raccomandata o una Pec certificata? I pro e contro nel 2022

Ci sono ragioni ben precise per cui è preferibile ricorrere a una raccomandata anziché a una Pec, e viceversa.

E' meglio inviare una raccomandata o una

Quale conviene tra raccomandata e Pec certificata?

La Pec conviene per costi e tempestività. La raccomandata è insostituibile nel caso di spedizione di un bene o di un prodotto fisico.

La soluzione è duplice ma non è affatto semplice riuscire a capire quali sia la più conveniente. Da una parte c'è infatti la cara e vecchia raccomandata cartacea, utilizzata per inviare documenti di una certa importanza, ma anche nel caso di una spedizione di cui vogliamo accertarci della ricezione.

Dall'altra c'è l'innovazione introdotta dalla Posta elettronica certificata. Va da sé che può essere utilizzata esclusivamente per l'invio di documenti digitali e non per la spedizione di prodotti. Ma rimane un punto da cui non si sfugge: la Pec ha la stesso valore legale di una raccomandata. Nel caso di contestazione sulla corretta ricezione della corrispondenza o per dimostrare di aver effettuato l'invio, l'uno vale l'altro. Approfondiamo meglio:

  • Pro e contro raccomandata e Pec certificata

  • Effetti di legge Posta elettronica certificata

Pro e contro raccomandata e Pec certificata

Punto di partenza per valutare cosa conviene utilizzare da una raccomandata e una Pec certificata è la ragione per cui è stata istituita la Pec stessa. Si tratta infatti di uno strumento che è nato per sostituire, dal punto di vista tecnico e legale, la stessa raccomandata con ricevuta di ritorno. Al mittente viene inviata una ricevuta che attesta la consegna del messaggio al destinatario.

Fissato questo punto, il secondo aspetto da valutare per capire la convenienza tra questi due strumenti è il costo. La creazione di una Pec costa pochi euro all'anno e consente di inviare un numero illimitato di comunicazioni. Il prezzo di una raccomandata varia sulla base del peso e della tempestività del recapito, ma l'impegno di spesa minimo per ciascuno invio è di 5,40 euro.

Qui entra in gioco il terzo aspetto da considerare: i tempi di recapito. Con la Pec sono praticamente in tempo reale, con la raccomandata variano da 1 a più giorni. La raccomandata è invece pressoché insostituibile nel caso di spedizione di un bene o di un prodotto fisico.

Effetti di legge Posta elettronica certificata

Disposizioni aggiornate alla mano, la posta elettronica certificata consente l'invio di messaggi la cui trasmissione è valida agli effetti di legge. Per i privati che intendono utilizzare il servizio di posta elettronica certificata, il solo indirizzo valido è quello dichiarato ai fini di ciascun procedimento con le pubbliche amministrazioni o di ogni singolo rapporto intrattenuto tra privati o tra questi e le pubbliche amministrazioni.

Dopodiché la volontà espressa non può dedursi dalla indicazione dell'indirizzo di posta certificata nella corrispondenza o in altre comunicazioni o pubblicazioni del soggetto. Le imprese possono dichiarare la esplicita volontà di accettare l'invio di posta elettronica certificata mediante indicazione nell'atto di iscrizione al registro delle imprese.

La validità della trasmissione e ricezione del messaggio di posta elettronica certificata è attestata rispettivamente dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna.

Il gestore di posta elettronica certificata utilizzato dal mittente fornisce al mittente la ricevuta di accettazione nella quale sono contenuti i dati di certificazione che costituiscono prova dell'avvenuta spedizione di un messaggio di posta elettronica certificata. Il gestore di posta elettronica certificata utilizzato dal destinatario fornisce al mittente, all'indirizzo elettronico del mittente, la ricevuta di avvenuta consegna.

La ricevuta di avvenuta consegna fornisce al mittente prova che il suo messaggio di posta elettronica certificata è pervenuto all'indirizzo elettronico dichiarato dal destinatario e certifica il momento della consegna tramite un testo, leggibile dal mittente, contenente i dati di certificazione. La ricevuta di avvenuta consegna può contenere anche la copia completa del messaggio di posta elettronica certificata consegnato secondo quanto specificato dalle regole tecniche. La ricevuta di avvenuta consegna è rilasciata insieme alla consegna del messaggio di posta elettronica certificata nella casella di posta elettronica messa a disposizione del destinatario dal gestore.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il