E' sempre necessaria la manutenzione del climatizzatore (condizionatore) auto o si può non fare

Il sistema di aria condizionata di un veicolo è uno di quei componenti del veicolo a cui molti conducenti non prestano particolare attenzione fino a quando non funziona male.

E' sempre necessaria la manutenzione del

Climatizzatore auto: la manutenzione è sempre necessaria?

In genere, la manutenzione ordinaria deve essere eseguita sul sistema di climatizzazione dell'auto circa una volta all'anno. Di solito il momento migliore per farlo è un mese o due prima che inizi l'estate e si cominci a usare regolarmente il condizionatore d'aria in auto. Meglio non lasciare che il condizionatore d'aria accumuli segni di usura fino a quando non sia troppo tardi.

Ci sono due grandi segnali di allarme di un impianto di condizionamento di un'auto che necessita di manutenzione: odori e rumore.

Se con l'accensione del condizionatore d'aria si sente un odore di muffa o umido potrebbe significare che i batteri hanno iniziato a crescere nel sistema di aria condizionata. I batteri possono provocare muffe, muffe, funghi e altri ospiti indesiderati che potrebbero danneggiare i componenti e non farli funzionare in piena efficienza.

Di solito il rumore di un impianto di condizionamento di un'auto che necessita di manutenzione proviene dal compressore. Un ronzio è solitamente il risultato del passaggio di troppo refrigerante nel compressore, che potrebbe fuoriuscire e causare danni. Esaminiamo quindi:

  • Climatizzatore auto: la manutenzione è sempre necessaria o no
  • Funzionamento del sistema di climatizzazione per auto

Climatizzatore auto: la manutenzione è sempre necessaria o no

Il sistema di aria condizionata di un veicolo è uno di quei componenti del veicolo a cui molti conducenti non prestano particolare attenzione fino a quando non funziona male magari nel pieno dell'estate.

A volte un sistema di climatizzazione funzionante non è solo una questione di comfort o praticità, è un legittimo problema di salute. Ciò è particolarmente vero per i conducenti anziani, i guidatori di un'auto con bambini o chiunque sia particolarmente sensibile al calore. L'interno di un'auto può diventare estremamente caldo in pochi secondi.

Guidare con i finestrini abbassati può mitigare la temperatura. Nella migliore delle ipotesi diventa alla pari con la temperatura esterna, ma se il veicolo è parcheggiato, le temperature salgono rapidamente. Durante la manutenzione del climatizzatore dell'auto, il sistema di climatizzazione deve essere completamente ispezionato per rilevare eventuali segni di usura, perdite e qualsiasi altro problema che potrebbe impedirne il funzionamento continuo.

Il focus è anche sull'evaporatore: funziona come un radiatore. Polvere e detriti possono accumularsi. Significa che dopo la pulizia, il condizionatore d'aria funziona molto meglio. Viene quindi controllata la pressione del refrigerante, assicurandosi di avere la giusta quantità che scorre attraverso il sistema.

In genere, la manutenzione ordinaria deve essere eseguita sul sistema di climatizzazione dell'auto circa una volta all'anno. Di solito il momento migliore per farlo è un mese o due prima che inizi l'estate e si cominci a usare regolarmente il condizionatore d'aria in auto.

Meglio non lasciare che il condizionatore d'aria accumuli segni di usura fino a quando non sia troppo tardi: l'appuntamento con la manutenzione è solitamente una breve visita che può fare risparmiare denaro a lungo termine e assicurare di non rimanere intrappolato nel traffico senza un condizionatore d'aria funzionante.

I vantaggi di una manutenzione regolare sono molti: il condizionatore d'aria sarà più silenzioso, il compressore durerà più a lungo e la qualità dell'aria all'interno dell'auto sarà più pulita.

Funzionamento del sistema di climatizzazione per auto

Ci sono cinque componenti principali di un sistema di climatizzazione per auto che devono essere tenuti sotto controllo. Queste sono il compressore, il condensatore, il ricevitore, la valvola di espansione e l'evaporatore.

Questi dispositivi lavorano tutti insieme per produrre l'aria fresca nell'abitacolo dell'auto. Nella maggior parte dei veicoli con questa configurazione, il sistema di climatizzazione utilizza un compressore di refrigerazione.

Il motore alimenta il compressore che pompa il refrigerante gassoso nel condensatore. Il condensatore trasforma questo gas refrigerante in un liquido che poi si sposta verso il ricevitore per rimuovere l'umidità.

La valvola di espansione riduce la quantità di pressione prima che il refrigerante raggiunga l'evaporatore che assorbe calore dall'aria nel veicolo funziona un po' come un radiatore. Un ventilatore spinge l'aria sopra l'evaporatore e nell'auto, raffreddando i passeggeri.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il