Energia geotermica: come funziona e dove si produce

Cos’è, come si produce e a cosa serve l’energia geotermica: tutto quello che c’è da sapere. Ancora poco diffusa nel nostro Paese

Energia geotermica: come funziona e dove si produce

Cos'è l'energia geotermica?

L'energia geotermica è un tipo di energia rinnovabile derivante dallo sfruttamento del calore termico che si genera all’interno della Terra. L’energia geotermica, infatti, è la quantità di calore che arriva alla superficie della crosta terrestre dall’interno (nucleo) del pianeta, rilasciata durante il processo di decadimento nucleare tra elementi radioattivi come uranio, torio e potassio. Le principali manifestazioni geotermiche note sono: fenomeni vulcanici e magmatici, geiser, fenomeni di idrotermalismo.

 

L’energia geotermica nasce, potremmo dire, naturalmente dalla quantità di calore che arriva alla superficie terrestre dall’interno del pianeta e viene sfruttata da un apposito impianto geotermico che la trasforma in energia per ambienti. Ma come avviene questo processo?

Energia geotermica: dove si produce

L’impianto geotermico che preleva l’energia termica dal sottosuolo, la raccoglie e poi la pompa attraverso un pompa di calore che distribuisce l’energia nell’ambiente interno ad un edificio. L'impianto geotermico è solitamente composto da tre elementi fondamentali:

  1. sistema di captazione del calore;
  2. pompa di calore geotermica;
  3. sistema di accumulo e distribuzione del calore.

Solitamente, come per ogni altro sistema di produzione di energia rinnovabile, un impianto geotermico può essere realizzato in ogni zona geografica, che sia in montagna, al mare, in pianura, in città, in campagna, perchè la temperatura del sottosuolo è ovunque costante e sfruttabile per tutto l’arco dell’anno. Unica condizione perché si possa realizzare un impianto geotermico è che non vi sia presenza di acque sotterranee o altri vincoli idrogeologici. Rispetto ai tradizionali impianti a gas ed elettrici come caldaie e condizionatori, l’impianto geotermico è in grado di svolgere una duplice funzione:

  1. riscaldare l’ambiente domestico d’inverno;
  2. rendere lo stesso ambiente domestico fresco d’estate.

Questa funzione ambivalente è possibile grazie ad una tecnologia rispettosa dell’ambiente e decisamente vantaggiosa da un punto di vista economico, anche se in Italia questa forma di produzione di energia è ancora poco sviluppata e diffusa.

Impianto geotermico per produzione di energia geotermica: costi per realizzazione

I costi di installazione di un impianto geotermico a pompa di calore non sono fissi ma dipendono a natura del terreno e dalle dimensioni dell’edificio per cui deve essere realizzato. Solitamente, comunque, si parla di un intervento che per una villetta singola di circa 150 mq avrebbe un costo di circa 20.000 euro. E’, però, fondamentale sapere che ai costi di realizzazione di un impianto geotermico devono essere sottratti tutti i costi relativi al riscaldamento dell’acqua, dell’aria, e quelli derivanti dal risparmio energetico dei condizionatori estivi.

Stando alle stime, infatti, chi decide di realizzare un impianto geotermico può arrivare ad ottenere un risparmio economico annuo del 50% rispetto all’uso di caldaie a metano e condizionatori split e addirittura del 70/80% rispetto all’uso di un impianto a caldaia alimentata a gpl o a gasolio.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il