Entro quando deve essere pagata quattordicesima. Tempi massimi ritardo accettabili per legge

La prima norma utile da conoscere è la tempistica poiché la quattordicesima viene erogata nel periodo estivo e più precisamente nella mensilità di luglio.

Entro quando deve essere pagata quattord

Quattordicesima, entro quando deve essere pagata ai lavoratori?

Il punto di riferimento per sapere entro quando deve essere pagata quattordicesima è il proprio contratto di lavoro. Nell'accordo tra le parti viene tra l'altro specificata la frequenza del pagamento delle retribuzioni, incluse quelle aggiuntive. Di conseguenza, ogni ritardo, anche solo di un mese, è da considerare una inadempienza del datore di lavoro. C'è però il rischio prescrizione da considerare quando ci sono di mezzo ritardi nel pagamento della quattordicesima.

Oltre ai tradizionali stipendi, ai lavoratori dipendenti sono corrisposte due ulteriori due mensilità, la tredicesima e la quattordicesima, i cui importi sono pari a una retribuzione mensile. In buona sostanza, nel mese di erogazione la busta paga avrà un valore doppio.

In realtà la procedura non è automatica per tutti i lavoratori per la semplice ragione che non a tutti spetta la quattordicesima. Condizione essenziale è infatti un rapporto di lavoro di tipo dipendente, ma non importa se sia a tempo indeterminato o determinato, full time o part time (orizzontale, verticale o misto) poiché il diritto viene sempre maturato.

La seconda condizione, altrettanto fondamentale, è la presenza di una esplicita norma nel contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento. Non tutti i Ccnl prevedono infatti il pagamento della quattordicesima mensilità ed è indispensabile l'attenta consultazione.

Diverso è invece il discorso della tredicesima ovvero della prima delle due mensilità aggiuntive, riconosciuta con maggiore facilità. Vediamo allora tutti i dettagli in materia e più precisamente analizziamo in questo articolo:

  • Quattordicesima, entro quando deve essere pagata ai lavoratori
  • Tempi massimi ritardo quattordicesima accettabili per legge

Quattordicesima, entro quando deve essere pagata ai lavoratori

La prima norma utile da conoscere è la tempistica poiché la quattordicesima viene erogata nel periodo estivo e più precisamente nella mensilità di luglio.

Precisando che non si tratta di una regola fissa poiché bisogna sempre e comunque fare riferimento al contratto collettivo nazionale di lavoro di categoria, c'è un motivo ben preciso per cui il legislatore ha individuato questo periodo come quello congeniale per l'erogazione della mensilità aggiuntiva ai lavoratori che ne hanno diritto.

Questi sono infatti i mesi tradizionalmente sfruttati per andare in ferie che, ricordiamolo, è un diritto garantito dalla Costituzione. Così come la tredicesima percepita alla fine dell'anno è strategica per rilanciare i consumi in coincidenza con lo scambio dei regali e con le vacanze invernali, la quattordicesima è pensata per far godere con maggiore tranquillità le ferie ai lavoratori.

La mensilità aggiuntiva si riferisce all'anno solare e di conseguenza matura da gennaio a dicembre di ciascun anno. Ma se questo è l'impianto teorico, la pratica rischia di essere ben diversa e non sempre i meccanismi sono perfettamente rispettati. In pratica, il datore di lavoro, per volontà o per necessità, non sempre riesce a essere puntuale nell'erogazione della quattordicesima.

Il punto di riferimento per sapere entro quando deve essere pagata quattordicesima è il proprio contratto di lavoro che, come premesso, deve essere in armonia con il Ccnl di riferimento e con le disposizioni generali sul mondo del lavoro.

Nell'accordo tra le parti viene tra l'altro specificata la frequenza del pagamento delle retribuzioni, incluse quelle aggiuntive. Di conseguenza, ogni ritardo, anche solo di un mese, è da considerare una inadempienza del datore di lavoro. Il punto è che non sempre si tratta di una precisa volontà di non corrispondere nei tempi giusti quanto pattuito perché alla base del ritardo possono esserci anche motivi di difficoltà economica.

Cosa fare in questi casi? A prevalere deve essere naturalmente il buon senso che, prima di eventuali solleciti verbali o scritti o di azioni legali, potrebbe informalmente confrontarsi con colleghi e datore. In ogni caso, dinamiche interne a parte, la quattordicesima deve essere pagata nei tempi pattuiti e quindi con la busta paga di luglio così come la tredicesima va corrisposta nel mese di dicembre.

Tempi massimi ritardo quattordicesima accettabili per legge

C'è però un rischio da considerare quando ci sono di mezzo ritardi nel pagamento della quattordicesima. In questo caso il buon senso c'entra ben poco perché entrano in gioco disposizioni di legge.

In pratica il versamento della mensilità aggiuntiva non può essere più pretesa nel caso di sforamento dei tempi massima pari a 3 anni. Se entro il triennio la mensilità non viene erogata finisce inevitabilmente nel dimenticatoio.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie