Eredità del marito spetta alla moglie in caso di separazione e divorzio o no

Eredità del marito alla moglie solo in caso di separazione ma non spetta nulla dopo il divorzio: cosa prevede le regole sull’eredità tra ex coniugi

Eredità del marito spetta alla moglie in caso di separazione e divorzio o no

L’eredità del marito spetta alla moglie in caso di separazione e divorzio?

Stando a quanto previsto dalle regole in vigore, nel caso di separazione, la moglie che resta in vita ha diritto all’eredità del marito nel caso di sua scomparsa, mantenendo pertanto i diritti acquisiti con il matrimonio. La separazione permette, infatti, ai coniugi di mantenere gli stessi diritti previsti dal matrimonio. L’eredità alla moglie non spetta invece in caso di divorzio definitivo.

Unirsi nel vicolo del matrimonio significa non solo coronare un sogno d’amore e allo stesso tempo rispettare diversi doveri e obblighi ma anche acquistare diversi diritti tra cui quelli ereditari. Con il matrimonio, infatti, marito e moglie entrano nell’asse ereditario del proprio coniuge di diritto, per cui al decesso di uno dei due coniugi l’eredita spetta in maggior percentuale all’altro. Ciò che ci si chiede è se l’eredità del marito spetta alla moglie poi in caso di separazione e divorzio. Cerchiamo di spiearlo di seguito.

  • Eredità del marito alla moglie in caso di separazione e divorzio o no
  • Eredità del marito alla moglie dopo separazione e divorzio limiti

Eredità del marito alla moglie in caso di separazione e divorzio o no

Se marito e moglie si separano l’eredità del marito alla sua scomparsa spetta alla moglie ma solo se alcune condizioni sono rispettate. In particolare, stando a quanto previsto dalle regole in vigore, nel caso di separazione, la moglie che resta in vita ha diritto all’eredità del marito nel caso di sua scomparsa, mantenendo pertanto i diritti acquisiti con il matrimonio.

La separazione permette, infatti, ai coniugi di mantenere gli stessi diritti previsti dal matrimonio e ciò significa che in ogni caso, sia con separazione consensuale e sia con separazione giudiziale, se il marito muore la moglie ha il diritto alla sua eredità e mantiene la quota di eredità prevista dalla legge, sia se il marito ha fatto testamento sia in mancanza di testamento.

La legge italiana prevede, infatti, delle quote cosiddette legittime che spettano agli eredi del defunto, a partire dai coniugi, nei casi di scomparsa dei familiari. Se, per esempio, il marito a seguito della separazione ha fatto testamento escludendo la moglie dalla sua eredità in caso di decesso o ha deciso di lasciarle una parte minima, la legge comunque garantisce alla moglie una determinata quota di eredità stabilita a prescindere dalle volontà espresse nel testamento.

Se, dunque, nonostante la separazione la moglie ha diritto all’eredità del marito defunto, decisamente diversa è la situazione a seguito di divorzio.

Quando eredità del marito non spetta alla moglie dopo separazione e divorzio

Il diritto della moglie all’eredità del marito scomparso non sussiste, infatti, a seguito di divorzio. Il divorzio dopo la separazione sancisce la fine ufficiale del vincolo matrimoniale e venendo meno l’unione matrimoniale, vengono meno anche i diritti e i doveri ad esso conseguenti. I coniugi, infatti, tornano a godere dello status di persone libere e proprio per effetto della cessazione di tutti i diritti e i doveri derivanti dal matrimonio, viene meno anche il diritto all’eredità dell'ex coniuge.

In caso di divorzio, la cui sentenza è stata emessa prima del decesso del coniuge, dunque, alla moglie non spetta nulla dell’eredità del marito defunto. L’unica eccezione in tal senso è che se il marito in vita stava versando alla ex moglie l’assegno divorzile, anche gli eredi dovranno continuare a farlo.

L’eredità del marito non spetta alla moglie anche nei casi di separazione se la separazione si è conclusa con addebito alla moglie.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie