Ereditare un’auto, tutti i passaggi. Costi, tempi, come fare successione

Tutti i passaggi e i costi previsti per l’eredità di un’auto: come fare successione e documenti da presentare all’Aci

Ereditare un’auto, tutti i passaggi. Costi, tempi, come fare successione

Come funziona l’eredità di un’auto?

Per l’eredità di un’auto ci sono diversi passaggi da seguire e costi da sostenere. Bisogna innanzitutto presentare la dichiarazione di successione, poi autenticare l’atto di accettazione di eredità e registrarlo, poi effettuare la dichiarazione di accettazione dell’eredità al Pra, aggiornare la carta di circolazione alla Motorizzazione Civile e trasferire sull’auto ereditata la vecchia assicurazione.

 

Quando un parente scompare, il suo patrimonio passa in successione agli eredi, sia che si tratti di eredità con testamento, sia che si tratti di eredità senza testamento. Passano in eredità tutti i beni mobili e immobili del defunto, tra questi anche le auto. Vediamo quali sono tutti i passaggi per ereditare un’auto.

  • Come fare la successione per eredità auto
  •  
  • Quanto costa ereditare un’auto
  • Quanto tempo serve per eredità auto
  • Quali sono i documenti da presentare all’Aci per eredità auto

Come fare successione per eredità auto

Quando si eredita un’auto, è necessario compiere diversi passaggi per intestare il veicolo ad uno degli eredi. Bisogna innanzitutto presentare entro un anno dal decesso la dichiarazione di successione, con cui l’auto viene dichiarata al fisco e su cui bisogna poi pagare le dovute imposte di successione. Se il testamento riporta l’erede unico a cui l’auto è destinata in eredità, sarà lui ad occuparsi di tutti gli altri passaggi.

In mancanza di erede diretto dell’auto, il mezzo deve essere assegnato ad uno degli eredi e la decisione può essere presa dagli eredi stessi che trovano un accordo su chi debba ereditare l’auto o da un giudice che procede all’assegnazione dell’eredità. Una volta stabilito a chi l’auto va in eredità, bisogna:

  • autenticare l’atto di accettazione di eredità dinanzi ad un notaio o altro pubblico ufficiale o con scrittura privata con firma autenticata;
  • registrare l’atto di accettazione dell’eredità;
  • effettuare la dichiarazione di accettazione dell’eredità al Pra (Pubblico Registro automobilistico), che poi viene trascritta entro 60 giorni;
  • aggiornare la carta di circolazione alla Motorizzazione Civile;
  • trasferire sull’auto ereditata la vecchia assicurazione con la classe di merito che già aveva.

In un precedente articolo abbiamo già trattato e spiegato come si eredita la classe di merito di un'assicurazione rc auto di un familiare defunto.

Quanto costa ereditare un’auto

Ereditare un’auto comporta dei costi, come la successione di ogni altro bene che passa in eredità. E’, infatti, necessario pagare i diversi costi previsti per il trasferimento di proprietà all’Aci che sono:

  • diritti Aci, che hanno un costo di 27 euro;
  • ITP, imposta provinciale di Trascrizione, il cui importo varia a seconda del tipo di auto e della provincia di residenza;
  • imposta di bollo per la registrazione al Pra, che ha un costo di 48 euro;
  • imposta di bollo per aggiornamento carta di circolazione di 16 euro;
  • diritti DT di 10,20 euro.

Eredità auto: quali sono i tempi

Se si eredita un’auto, come sopra spiegato, bisogna presentare l’accettazione dell'eredità al Pra ed entro sessanta giorni bisogna registrare l'atto all'ufficio provinciale dell'ACI- Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascia il certificato di proprietà digitale aggiornato (CDPD), e richiedere l'aggiornamento della carta di circolazione all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).

Eredità auto: quali sono i documenti da presentare all’Aci

Per un’eredità auto bisogna presentare all’Aci i seguenti documenti:

  • certificato di proprietà cartaceo (CdP), Certificato di Proprietà Digitale (CDPD) o foglio complementare;
  • fotocopia di un documento di identità dell’erede;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza dell’erede;
  • dichiarazione di accettazione di eredità o con scrittura privata autenticata in bollo o con copia conforme all’originale del testamento nel caso di successione testamentaria;
  • carta di circolazione e fotocopia della stessa;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante la qualità di erede;
  • nota di presentazione dove riportare il codice fiscale dell’erede.

Nel caso in cui l’erede sia un cittadino extracomunitario residente in Italia è necessario presentare copia del permesso di soggiorno in corso di validità o copia del permesso di soggiorno scaduto con copia della ricevuta postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo; o copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie