Gestione energetica aziendale sempre più necessaria per un reale e fondamentale risparmio dei costi

La maggior parte delle efficienze sono investimenti e un buon gestore energetico aziendale si ripaga entro poco tempo poiché le sue idee e innovazioni fanno risparmiare denaro.

Gestione energetica aziendale sempre più

Perché è sempre più necessaria la gestione energetica aziendale?

L'Energy Manager si assume la responsabilità e assicura che i risparmi siano realizzati e le iniziative siano attuate. In pratica gestisce il portafoglio energetico e il processo di approvvigionamento, monitor l'utilizzo di energia e implementa strategie di risparmio energetico.

La vera sfida per i prossimi anni dal punto di vista energetico è riuscire a ridurre le emissioni e contemporaneamente estrarre il carbonio in eccesso dall'atmosfera. Sebbene quest'ultimo problema venga affrontato da alcune delle più grandi menti della scienza ambientale, noi come individui, dipendenti o imprenditori possiamo avere un impatto diretto sul consumo di energia.

Quali processi esistono per assicurarsi che l'energia venga utilizzata nel modo più efficiente possibile? Quando occorre rivedere il consumo di energia e la spesa? Sono domande che una società attenta all'energia dovrebbe porsi con una certa frequenza perché dare visibilità al problema fornisce un mezzo per apportare miglioramenti.

Allo stesso modo, riconoscere che la gestione dell'energia non è comporta introdurre una serie continua di cambiamenti e innovazioni che aggiungono valore nel tempo è una parte cruciale per capire che cos'è la gestione energetica. È un processo graduale, compiuto di pochi gradi alla volta e richiede una mano molto ferma. Ma una volta che la rotta è stata raddrizzata, i benefici sono evidenti e continui. Approfondiamo in questo articolo:

  • Sempre più necessaria la gestione energetica aziendale
  • Gestione energetica aziendale e risparmio dei costi

Sempre più necessaria la gestione energetica aziendale

Le aziende che rispondono in modo proattivo alla crescente necessità di ridurre le emissioni di anidride carbonica anziché presumere erroneamente che non possono fare nulla al riguardo o sarà troppo costoso cambiare, stanno iniziando a vedere cambiamenti positivi duraturi nelle loro organizzazioni.

La maggior parte delle aziende, indipendentemente dalle dimensioni, dispone di una politica o di una dichiarazione relativa ai propri sforzi per limitare o compensare il consumo di energia o comunque di un documento ambientale di qualche tipo. Tuttavia, la gestione energetica aziendale fa un passo avanti.

È il sostegno dell'efficienza energetica e delle soluzioni sostenibili nell'intera azienda. Fa anche molto per dissipare la percezione che efficienza energetica o rispetto per l'ambiente siano solo parole e non costi.

Sebbene quest'ultimi possano essere ridotti, la maggior parte delle efficienze sono investimenti e un buon gestore energetico aziendale si ripaga entro poco tempo poiché le sue idee e innovazioni fanno risparmiare denaro.

Il fatto è che quando si tratta di ambiente, fare ciò che è moralmente giusto e finanziariamente prudente è simbiotico. La riduzione del consumo di energia riduce i costi. Meno energia significa bollette più basse. Fatture più basse significa più soldi.

Gestione energetica aziendale e risparmio dei costi

La cultura della responsabilità ambientale sta diventando sempre più diffusa nella comunità internazionale e guida lo sviluppo di piani di sostenibilità a livello globale. È una priorità che interessa tutti i livelli della società, dai singoli cittadini a intere comunità, dalle imprese alle istituzioni.

Spegnere tutte le apparecchiature non essenziali alla fine di ogni giornata è la cosa più semplice che ogni azienda potrebbe implementare sin da subito. La regolazione del termostato in ufficio di un solo grado può far risparmiare centinaia di euro sulle bollette energetiche annuali.

Se si ha davvero bisogno del condizionatore, chiudere le finestre e le porte. Allo stesso modo, spegnere l'aria condizionata e aprire una finestra è ovvio, ma non sempre queste semplice azioni vengono fatte. Alla base occorre definire obiettivi perché è questa la chiave per produrre progressi.

Si tratta di obiettivi di riduzione dell'intensità energetica a livello aziendale. In altre parole, di ridurre la quantità di energia necessaria evitando sprechi e ottimizzando il fabbisogno.

L'energy manager all'interno dell'azienda si assume la responsabilità e assicura che i risparmi siano realizzati e le iniziative siano attuate. In pratica gestisce il portafoglio energetico e il processo di approvvigionamento, monitor l'utilizzo di energia e implementa strategie di risparmio energetico.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il