Gli straordinari sul lavoro si possono autorizzare a voce o non è valido farlo in questo modo

Per essere veramente vantaggioso, il lavoro straordinario deve essere sempre soddisfatto con una qualche forma di compensazione per il dipendente e non solo per il datore di lavoro.

Gli straordinari sul lavoro si possono a

Si possono autorizzare a voce gli straordinari?

Le ore di straordinario possono essere autorizzate anche a voce, ma non cambia la sostanza ovvero il limite massimo settimanale e la retribuzione aggiuntiva.

Gli straordinari sul lavoro sono un'opzione per il datore per fronteggiare un aumento di richieste, ma anche per il dipendente per ottenere un aumento in busta paga. Al pari di tutti gli strumenti del lavoro, anche in questo caso ci sono precise regole da rispettare, anche dal punto di vista formale. La più nota è quella relativa al limite massimo di ore di straordinario che può fare il lavoratore.

Ma ci sono anche altre condizioni procedurali da rispettare, alcune delle quali sono oggetto di incertezze. Pensiamo ad esempio all'autorizzazione a voce degli straordinari sul lavoro: è valido questo metodo di assegnazione oppure è sempre indispensabile procedere in forma scritta. Può infatti capitare che nella vita aziendale di tutti i giorni si presenti questa necessità, magari all'interno della stessa giornata. Vediamo quindi cosa prevede la normativa attuale ovvero:

  • Si possono autorizzare a voce gli straordinari o no
  • Perché gli straordinari portano anche vantaggi

Si possono autorizzare a voce gli straordinari o no

Come abbiamo premesso, il ricorso agli straordinari è soggetto a limiti temporali ben precisi. Se le ore settimanali di lavoro non possono essere superiori a 40, quelle degli straordinari non possono essere maggiori di 8 e dunque la settimana di lavoro non può sforare le 48 ore.

Allo stesso tempo, nell'arco di un anno, il lavoratore non può prestare più di 250 ore. Ricordando che gli straordinari sono retribuiti a parte con una maggiorazione in busta paga, sono obbligatori nell'ambito di quanto previsto nel Contratto collettivo nazionale di lavoro a cui fa riferimento l'azienda. Allo stesso tempo il dipendente può rifiutare gli straordinari se l'orario richiesto va al di là dei limiti di legge o del contratto, se il contratto di lavoro non prevede la possibilità di svolgerlo e nel caso in cui si tratti di studenti o minorenni.

E poi, altro passaggio fondamentale, gli straordinari devono essere sempre concordati e autorizzati. La novità, ribadita anche da una recente decisione della Cassazione, è che possono essere autorizzati anche a voce, pur mantenendo le caratteristiche previste.

Il lavoro straordinario può avere un impatto significativo sulla salute dei dipendenti. Lavorare troppe ore può portare a esaurimento, affaticamento e stress e i datori di lavoro devono garantire che gli straordinari siano conformi alle normative sul diritto al riposo del lavoratore.

Gli straordinari possono anche limitare la produttività, poiché quando lavoriamo per lunghe ore, non diamo al cervello il riposo di cui ha bisogno per funzionare bene. Quindi il lavoro straordinario di per sé non garantisce un lavoro di alta qualità per lo sforzo extra. Trascorrere troppo tempo in ufficio può far perdere la motivazione ai dipendenti e disimpegnarsi.

Avere un giusto equilibrio tra lavoro e vita domestica è essenziale per mantenere il benessere e fare gli straordinari significa che non puoi dare priorità alla vita personale. Più straordinari si fanno, meno tempo si ha per amici e familiari e meno tempo si ha semplicemente per rilassarti, indispensabile per una buona salute mentale.

Perché gli straordinari portano anche vantaggi

Per essere veramente vantaggioso, il lavoro straordinario deve essere sempre soddisfatto con una qualche forma di compensazione per il dipendente e non solo per il datore di lavoro. Ci sono casi in cui lo straordinario offre alcuni vantaggi evidenti per i lavoratori. Offre infatti l'opportunità di guadagnare di più: le ore extra possono spesso significare essere pagati per un tempo e mezzo, o talvolta anche una paga doppia.

Per chi sta cercando di guadagnare denaro extra, gli straordinari possono essere la soluzione più semplice e ovvia. Consentire ai lavoratori di sfruttare i propri flussi di produttività naturali e gestire i propri orari di lavoro offre loro indipendenza e autonomia. Per coloro che offrono ai dipendenti tempo in sostituzione degli straordinari, può essere utile per adattare il lavoro agli impegni personali.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il