Guida al bonus bicicletta 2020 per coronavirus

Chi e quando può avere il bonus bicicletta 2020 e tutte le regole e procedure da seguire per acquistare una nuova bici a prezzo scontato

Guida al bonus bicicletta 2020 per coronavirus

Qual è il tempo di validità del bonus bicicletta 2020 per coronavirus?

Il bonus bicicletta 2020 per coronavirus ha validità fino alla fine di quest’anno ed è retroattivo. Si può, infatti, richiedere per acquisti di nuove bici effettuati dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020. Diversa, invece, la validità del bonus bicicletta 2020 per coronavirus nella provincia autonoma di Trento, dove è retroattivo dal 18 maggio.

Il bonus bicicletta 2020 si avvia al debutto ufficiale dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Rilancio varato dal Governo Conte anche per affrontare l’emergenza coronavirus. Forniamo di seguito una guida con informazioni, scadenza e validità del bonus per l’acquista di una nuova bicicletta scontata.

  • Qual è l’importo del bonus bicicletta
  • Quanto dura il bonus bicicletta 2020
  • Chi può richiedere il bonus bicicletta 2020
  • Come si richiede il bonus bicicletta 2020
  • Come si ottiene il bonus bicicletta 2020 per coronavirus
  • Come avere rimborso bonus bicicletta 2020
  • In quanto tempo arriva rimborso per bonus bicicletta 2020
  • Come avere buono spesa digitale bonus bicicletta 2020
  • Come funziona bonus bicicletta 2020 nella provincia di Trento
  • Quali biciclette si possono acquistare con bonus bicicletta 2020 per coronavirus

Qual è l’importo del bonus bicicletta

Il bonus biciclette 2020 per coronavirus prevede un rimborso fino al 60% della spesa che si sostiene per l’acquisto di una nuova bicicletta e fino ad un massimo di 500 euro. Se, per esempio, si acquista una bici da 300 euro, si ha diritto ad un rimborso di 180 euro circa. Se, però, si acquista una bicicletta che ha un costo elevato, per esempio mille euro, si ha diritto comunque ad un rimborso di 500 euro e non di più (stando al calcolo del 60% della spesa) rispettando il valore massimo del bonus.

Quanto dura il bonus bicicletta 2020
 

Il bonus bicicletta 2020 per coronavirus ha validità fino alla fine di quest’anno ed è retroattivo. Si può, infatti, richiedere per acquisti di nuove bici effettuati dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020. Sono, dunque, esclusi dalla possibilità di richiedere il bonus bicicletta tutti coloro che hanno comprato una bici nuova prima del mese di maggio. Per loro non è previsto alcuno sconto né rimborso.

Chi può richiedere il bonus bicicletta 2020

Il nuovo bonus biciclette 2020 può essere richiesto dalle seguenti categorie di persone:

  • maggiorenni residenti in Città metropolitane, nei capoluoghi di regione e provincia;
  • maggiorenni residenti in Comuni con più di 50.000 abitanti.

Non è richiesto alcun requisito Isee per poter avere il bonus, né requisiti specifici di esclusiva cittadinanza italiana, per cui l’incentivo vale per chiunque decida di acquistare una nuova bici.

Come si richiede il bonus bicicletta 2020

Per fare richiesta del nuovo bonus bicicletta in scadenza a fine anno, bisogna usare la app dedicata predisposta dal Ministero dell’Ambiente (in fase di avvio). E’, innanzitutto, necessario conservare scontrino o fattura rilasciata al momento dell’acquisto dal commerciante che vale come giustificativo attestando l’effettiva spesa sostenuta.

Per la domanda del bonus si deve accedere alla piattaforma del Ministero dell’Ambiente inserendo le proprie credenziali Spid, e nel caso in cui se ne fosse sprovvisti bisogna richiederle rivolgendosi ad un gestore autorizzato o direttamente ad un Caf, dove la procedura è più rapida e semplice per l’utente.

Una volta entrati nella applicazione web del Ministero, accessibile anche tramite sito istituzionale dello stesso, bisogna caricare lo scontrino o la fattura rilasciata al momento dell’acquisto della bici e chiedere il rimborso secondo le regole stabilite.

Come si ottiene il bonus bicicletta 2020 per coronavirus

Una volta fatta richiesta per avere il bonus bicicletta 2020, il richiedente può avere il bonus in due modalità, o tramite rimborso in base alla spesa effettuata o tramite buono spesa digitale.

Come avere rimborso bonus bicicletta 2020

Se si decide di ricevere il bonus bicicletta 2020 sotto forma di rimborso, una volta effettuata la domanda del bonus e caricato lo scontrino o la fattura relativo all’acquisto della nuova biciletta sulla app predisposta dal Ministero dell’Ambiente, basta scegliere l’opzione rimborso del bonus, inserire tutti i dati richiesti per ricevere materialmente i soldi del rimborso e attendere l’erogazione della cifra spettate in base al valore della spesa sostenuta.

In quanto tempo arriva rimborso per bonus bicicletta 2020

Una volta fatta richiesta di bonus bicicletta tramite rimborso, la piattaforma dedicata dovrebbe provvedere al calcolo della somma da rimborsare sulla spesa effettuata in tempo reale e provvedere all’erogazione della stessa all’acquirente. Al momento non si ha alcuna certezza sui tempi di rimborso che potrebbero essere immediati come di qualche giorno.

Come avere buono spesa digitale bonus bicicletta 2020

In alternativa al rimborso, si può usufruire del bonus biciclette 2020 come buono spesa digitale. Anche in questo caso richiesta e ottenimento del bonus si hanno tramite app del Ministero. Chi vuole avere il bonus bicicletta 2020 deve informarsi su modello di bici che vuole acquistare e relativo costo, accedere alla applicazione dedicata, inserire le informazioni sulla bici da comprare e scegliere l’opzione buono spesa digitale per bonus.

Il buono digitale viene automaticamente generato dalla piattaforma in tempo reale, riportando il valore dello sconto di cui il cittadino può usufruire al momento dell’acquisto. Quando l’interessato si reca in negozio per comprare la bici al momento del pagamento presenta il buono spesa digitale ottenuto direttamente al commerciante che applica lo sconto calcolato alla battitura dello scontrino.

Se, per esempio, il buono generato è di 180 euro per l’acquisto di una bici da 300 euro, chi compra la uova bici deve pagare solo 120 euro.  Una volta effettuato l'acquisto, il rivenditore deve caricare sulla piattaforma del Ministero dell’Ambiente i documenti relativi alla vendita e recuperare così la differenza dovuta sulla spesa effettuata.

Come funziona bonus bicicletta 2020 nella provincia di Trento

La provincia autonoma di Trento ha previsto regole diverse da quelle generali per usufruire del bonus bicicletta 2020 per coronavirus. Stando, infatti, a quanto deciso, sono escluse dal bonus esclude le mountain bike e il beneficio vale solo per l’acquisto di nuove bici da città, per cui il bonus ha valore solo di 100 euro a prescindere dalla percentuale da calcolare sulla spesa sostenuta, ed e-bike, per cui invece l’importo massimo del bonus è stato aumentato da 500 a 600 euro.

Diverse anche le modalità di richiesta del bonus bicicletta 2020 nella provincia di Trento: per averlo, infatti, non si deve accedere alla app dedicata del Ministero dell’Ambiente ma ai siti online dei comuni interessati, cioè quelli con più di 15.000 abitanti, che sono, in particolare, Trento, Riva del Garda, Arco, Pergine, Rovereto, Trento.

Per quanto riguarda i tempi, nella provincia di Trento il bonus bicicletta 2020 non è retroattivo dal 4 maggio 2020 ma dal 18 maggio 2020.

Anche in questo caso, per, per accedere ai siti dei Comuni e fare domanda per il bonus bici 2020 bisogna avere le credenziali Spid O Cps (tessera sanitaria) o, in alterativa, effettuare l’accesso libero inserendo tutti dati identificativi richiesti e allegando copia del documento di identità del richiedente e dichiarazione firmata del rivenditore.

La richiesta per avare il bonus biciletta 2020 nella provincia autonoma di Trento si può presentare anche recandosi fisicamente presso gli uffici o sportelli comunali.

Quali biciclette si possono acquistare con bonus bicicletta 2020 per coronavirus

Stando a quanto previsto dal Decreto Rilancio varato dal governo, il bonus biciclette vale per l’acquisto sia di bici a pedalata assistita, con propulsione elettrica che sostiene la pedalata e capaci di arrivare alla velocità di 25km, sia di normali bici a pedalata tradizionale e in questa categoria rientrano diversi modelli, dalle bici da città, alle bici da trekking, alle bici pieghevoli da 20 pollici e molto usate da lavoratori e studenti che si spostano con i mezzi pubblici.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie