I genitori possono controllare il cellulare dei figli minorenni e maggiorenni o non è permesso

Internet ha i suoi posti oscuri e i resoconti dei media di bambini vittime di attacchi sono sempre molto frequenti. Ma i genitori possono controllare il cellulare dei figli?

I genitori possono controllare il cellul

Cellulare dei figli, i genitori possono controllarlo?

Sulla questione si è di recente pronunciato il tribunale di Parma, secondo cui è un diritto e un dovere dei genitori controllare i cellulari dei figli per evitare che siano commessi comportamenti illeciti. La maggior parte degli adolescenti e alcuni bambini meno di 14 anni hanno uno smartphone e i genitori dovrebbero monitorare rigorosamente l'utilizzo per i rischi legati alla sicurezza.

I genitori possono controllare lo smartphone dei figli? Non ce lo domandiamo dal punto di vista etico ed educativo, ma da quello legale. Sotto il primo punto di vista la questione è controversa e non trova pareri unanimi.

C'è infatti chi crede che le mamme e i papà non dovrebbero navigare tra gli account dei social media dei figli, leggere i messaggi di posta elettronica, utilizzare un dispositivo di localizzazione su un bambino, monitorare il suo cellulare, sbirciare tra i messaggi di testo o tracciare la posizione.

Così come non bisogna chiedere le password dei profili online e degli account di posta elettronica. Il motivo? I genitori avrebbero il dovere di insegnare ai figli come essere buoni cittadini digitali e responsabili, al pari di quanto avviene nel mondo offline. In pratica i figlio dovrebbero imparare a gestire la propria presenza online: cosa dire, condividere, scaricare e caricare sulla Rete.

Anche perché poi, viene fatto notare, la maggior parte dei figli sa molto di più sulla tecnologia dei loro genitori. Troveranno un modo per nascondere le loro attività online. Inoltre, la maggior parte delle chat e dei post dei figli è di routine ovvero piuttosto noiosa.

C'è invece chi crede che i genitori devano monitorare l'attività online dei loro figli. Internet ha i suoi posti oscuri e i resoconti dei media di bambini vittime di attacchi ed esposizioni di ogni tipo sono sempre molto frequenti. Possono essere vittime di bullismo da parte dei compagni di classe o possono essere attirati da predatori online.

Possono prendere decisioni sbagliate come condividere una foto personale con un solo amico per poi ritrovarsi rapidamente visualizzati da tutta la scuola. Vediamo quindi

  • Cellulare dei figli, i genitori possono controllarlo?
  • Diritto e dovere dei genitori di controllare i cellulari

Cellulare dei figli, i genitori possono controllarlo?

Quando eravamo bambini, i genitori ci dicevano di non parlare mai con estranei, di non prendere mai caramelle da persone sconosciute, di non salire mai in macchina di qualcuno, di guardare sempre in entrambe le direzioni quando attraversiamo la strada e altri suggerimenti importanti.

Questi stessi consigli si applicano oggi solo nel mondo online o i genitori hanno il diritto di controllare il cellulare dei figli minorenni e maggiorenni? Facciamo subito una precisazione. Fino a 14 anni i bambini non rispondono dei eventuali reati commessi e i genitori sono garanti e hanno quindi il dovere di controllare le attività, pur se la responsabilità delle azioni ricade in chi le commette.

Dai 14 ai 18 anni i ragazzi rispondono dei propri comportamenti dal punto di vista penale ma non civile poiché spetta ai genitori risarcire eventuali danni. Dopo i 18 anni tutte le responsabilità sono a carico dei figli, anche se vivono con mamma e papà.

Ebbene, fermo questo impianto di regole, sulla questione si è di recente pronunciato il tribunale di Parma, secondo cui è un diritto e un dovere dei genitori controllare i cellulari dei figli per evitare che siano commessi comportamenti illeciti. La maggior parte degli adolescenti e alcuni bambini meno di 14 anni hanno uno smartphone e i genitori dovrebbero monitorare rigorosamente l'utilizzo per i rischi legati alla sicurezza.

È considerato saggio che i genitori leggano i messaggi dei loro figli, conoscano i loro contatti, rivedano le foto e controllino quali app stanno utilizzando.

Diritto e dovere dei genitori di controllare i cellulari

Gli smartphone sono dispositivi di comunicazione estremamente potenti che consentono a ragazzi e bambini di raggiungere persone in tutto il mondo. I genitori conservano quindi il diritto di sapere con chi comunicano i loro figli, cosa dicono e quali immagini e video scambiano.

Ma sempre con i modi corretti poiché nessuna azione di spionaggio renderà i nostri figli più sicuri. Può portare a una serie di conseguenze indesiderate, come la creazione di sfiducia reciproca e può ritorcersi contro e incoraggiarli a cercare ancora di più di nascondere comportamenti rischiosi perché sanno di essere osservati.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il