I pro e contro del cappotto termico. Opinioni e giudizi esperti a confronto

Sia per i nuovi edifici che per quelli oggetto di ristrutturazione, l’isolamento termico è un fattore decisivo per il risparmio energetico.

I pro e contro del cappotto termico. Opi

Quali sono pro e contro del cappotto termico?

Con un cappotto termico le dispersioni di energia attraverso le pareti possono essere abbattute di oltre il 30%, riducendo il fabbisogno energetico degli edifici. Questa soluzione impedisce infatti il passaggio dell'umidità verso l'esterno e favorisce la crescita di muffe.

Mai come in questo periodo l'intervento del cappotto termico è diventato d'attualità. Per via delle maxi facilitazioni fiscali concesse ai contribuenti che effettuano questo tipo di lavoro, a cui se non possono aggiungere altri, il livello di conoscenza si è innalzato.

Tuttavia è bene comprendere che la soluzione del cappotto termico non è adatta sempre e comunque. Non c'è alcun dubbio che il cappotto termico introduca una serie di vantaggi e benefici per case e palazzi. Ma allo stesso tempo occorre considerare anche gli svantaggi così da fare una scelta consapevole.

In linea di massima, il cappotto termico è un sistema di isolamento performante per realizzare nuovi edifici a basso consumo energetico e pensato per l'efficientamento di immobili in fase di ristrutturazione. Esaminiamo meglio:

  • Cappotto termico, i pro secondo i giudizi degli esperti
  • Cappotto termico, i contro secondo i commenti degli esperti

Cappotto termico, i pro secondo i giudizi degli esperti

Sia per i nuovi edifici che per quelli oggetto di ristrutturazione, l’isolamento termico è un fattore decisivo per il risparmio energetico.

Con un cappotto termico le dispersioni di energia attraverso le pareti possono essere abbattute di oltre il 30%, riducendo il fabbisogno energetico degli edifici. Il cappotto termico pone in equilibrio la temperatura della parete e con quella dell’aria negli ambienti abitativi.

Determina quindi una sensazione climatica piacevole all’interno dell’abitazione oltre a evitare il formarsi di fenomeni di condensa in inverno. Oltre ad evitare la dispersione del calore verso l’esterno in inverno, protegge dal caldo estivo riducendo la trasmissione del calore all’interno dell’edificio.

Gli edifici coibentati con il cappotto termico acquistano un valore di mercato maggiore. Le pareti esterne sono protette dall’aggressione degli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura. In questo modo la struttura dell'abitazione è protetta in modo sicuro nel tempo.

Il cappotto termico riduce i consumi energetici proteggendo allo stesso tempo le pareti esterne dall’aggressione degli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura. In questo modo si riduce l’utilizzo del riscaldamento e del condizionamento estivo, con un risparmio economico, limitando le emissioni inquinanti.

Rappresenta una soluzione alla formazione di condensa sulle superfici interne delle pareti, garantendo comfort nell’abitazione. L’opera deve essere concepita e costruita in modo che le azioni cui può essere sottoposta durante la costruzione e l’utilizzazione non provochino il crollo dell’intera opera o di una sua parte; deformazioni di importanza inammissibile; danni ad altre parti dell’opera o alle attrezzature principali o accessorie in seguito a una deformazione di primaria importanza degli elementi portanti; danni accidentali sproporzionati alla causa che li ha provocati.

Cappotto termico, i contro secondo i commenti degli esperti

Il cappotto termico presenta anche alcune complicazioni da mettere in conto, comunque risolvibili con una serie di accorgimenti. Questa soluzione impedisce infatti il passaggio dell'umidità verso l'esterno e favorisce la crescita di muffe. Anche perché questo lavoro è di solito accompagnato dalla sostituzione dei serramenti.

Succede quindi che con l'eliminazione di fessure, il ricambio dell’aria viene rallentato se non completamento eliminato. Come risolvere il problema? Con l'installazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata con recupero del calore. Adottare un cappotto termico significa anche cambiare le proporzioni dell'edifico per via della presenza di circa 20 centimetri in più sull’involucro esterno.

Il rischio è la perdita di armonia negli edifici di pregio. Il costo del cappotto termico è un altro aspetto generalmente scoraggiante, ma attualmente annullato per via della maxi detrazione in vigore. Non bisogna poi dimenticare l'opzione del cappotto interno, meno efficace rispetto al cappotto esterno, ma spesso la sola soluzione negli appartamenti dove non è possibile effettuare lavori esterni.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il