Indennità di disoccupazione sono cumulabili con altri redditi e aiuti? Tutti i casi 2022

Quando e come indennità di disoccupazione sono cumulabili con altri redditi percepiti: cosa prevedono leggi in vigore e chiarimenti

Indennità di disoccupazione sono cumulab

Le indennità di disoccupazione sono cumulabili con altri redditi e aiuti?

Le leggi in vigore prevedono la cumulabilità di indennità di disoccupazione con altri redditi, come quelli derivanti da lavoro occasionale o lavoro autonomo con Partita Iva, ma entro determinati limiti di reddito annuo, e con altri aiuti come pensione di reversibilità e reddito di cittadinanza.
 

Le indennità di disoccupazione sono cumulabili con altri redditi e aiuti? Le indennità di disoccupazione, che siano Naspi o Dis Coll, sono trattamenti che vengono erogati a chi, per legge, si trova in stato di disoccupazione. Requisiti e condizioni per usufruirne cambiano a seconda del lavoratore interessato ma è fondamentale non essere occupati in alcuna attività per richiedere le indennità di disoccupazione.

Ci sono, però, casi in cui pur percependo le indennità di disoccupazione si può lavorare e si possono percepire anche altri aiuti. Vediamo quali sono questi casi nel dettaglio.

  • Indennità di disoccupazione cumulabili con altri redditi
  • Cumulabilità indennità di disoccupazione e altri aiuti

Indennità di disoccupazione cumulabili con altri redditi

Stando a quanto previsto dalle norme attualmente in vigore, le indennità di disoccupazione sono cumulabili con altri redditi ma solo se si rispettano specifiche condizioni. Per legge, infatti, l’indennità di disoccupazione Naspi è cumulabile con redditi da lavoro occasionale ma a condizione che si tratta di un lavoro a chiamata con un limite reddituale di 8mila euro all’anno derivante dal cumulo tra reddito da occasionale e Naspi e a condizione di inviare relativa comunicazione di inizio attività all’Inps, o nel caso di lavoro occasionale che preveda redditi di importo entro i 5.000 euro per anno retribuiti con Libretto Famiglia o Contratto di prestazione occasionale. 

L’indennità di disoccupazione è compatibile anche con altri redditi derivanti da lavoro autonomo. In particolare, nel periodo in cui si percepisce la Naspi è possibile svolgere un lavoro autonomo con Partita Iva ma a condizione di:

  • rispettare limiti di reddito previsti che sono di 4.800 euro annui; 
  • inviare apposita comunicazione all’Inps di inizio nuova attività entro 30 giorni dall’avvio della stessa, pena, la perdita dell’indennità di disoccupazione.

Non sono, invece, cumulabili le indennità di disoccupazione con redditi derivanti da contratti a progetto. A differenza del contratto di lavoro occasionale, le norme in vigore prevedono il blocco della indennità di disoccupazione per chi trova un lavoro con contratto a progetto, considerando che si tratta di un vero e proprio nuovo rapporto di lavoro. Se, però, dal contratto a progetto derivano redditi annui entro i 4.800 euro, allora l’indennità di disoccupazione non viene del tutto bloccata ma ridotta dell’80% del reddito previsto, rapportato al periodo di tempo compreso tra la data di inizio dell'attività e la data di fine della Naspi.  

Cumulabilità indennità di disoccupazione e altri aiuti

Le indennità di disoccupazione sono cumulabili non solo con altri redditi, entro certi limiti e a specifiche condizioni, ma anche con altri aiuti. Le leggi in vigore prevedono, infatti, la cumulabilità di indennità di disoccupazione e pensione di reversibilità e reddito di cittadinanza. Entro 30 giorni dalla domanda Naspi si può richiedere il Reddito di Cittadinanza compilando e inviando il modulo Rdc Com Ridotto, ma se già si riceve il Reddito di Cittadinanza e si fa richiesta della Naspi, bisogna compilare il modulo Rdc Com Esteso. 

Le indennità di disoccupazione non sono, invece, compatibili con:

  • pensione di vecchiaia;
  • pensione anticipata; 
  • assegno ordinario di invalidità; 
  • pensione di inabilità.


 

Quando e come si possono cumulare le indennità di disoccupazione con altri redditi da lavoro: quali leggi si applicano e spiegazioni.





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il