IndennitÓ reperibilitÓ contratto bancario 2021. Retribuzione, limiti e regole

ReperibilitÓ per dipendenti con contratto bancari 2021: quali sono regole in vigore, diritti e doveri dei lavoratori

IndennitÓ reperibilitÓ contratto bancari

Come funziona la reperibilitÓ per lavoratori con contratto bancario 2021?

Stando a quanto previsto dalle norme attualmente in vigore, il contratto bancario 2021 prevede per i dipendenti la reperibilità ma anche il diritto alla disconnessione, cioè a non ricevere mail e messaggi Whatsapp fuori dall’orario di lavoro e non essere obbligati ad una eventuale risposta. Tuttavia, lo stesso contratto bancario stabilisce che in determinati periodi e per particolari esigenze, soprattutto i lavoratori con contratto bancario che rivestono determinati ruoli, hanno il dovere alla reperibilità, secondo apposite rotazioni.
 

Il contratto bancario 2021 prevede un orario di lavoro ordinario di 37 ore e 30 minuti, da lunedì a venerdì, mentre per il personale di custodia addetto alla guardiania diurna e in lavoro di notte l’orario di lavoro è di 40 ore. 

Generalmente, l’orario di lavoro è di 7 ore e 30 minuti da svolgere sul turno fra le 8 e le 17:15 e se si conclude oltre le 18:15 ed entro le 19:14, mentre l’orario giornaliero dei dipendenti addetti allo sportello può essere fissato fra le 8 e le 20. Ma è prevista la reperibilità nel contratto bancario 2021? E quali sono le regole relative alla indennità di reperibilità nel contratto bancario 2021?

  • Contratto bancario 2021 reperibilità c’è o no
  • Indennità di reperibilità contratto bancario 2021 limiti e retribuzione

Contratto bancario 2021 reperibilità c’è o no

La reperibilità è un istituto previsto da diversi contratti nazionali di lavoro che prevede l’obbligo per i lavoratori di rendersi disponibili fuori dall’orario di lavoro nel caso di eventuale chiamata dell’azienda e successiva richiesta di prestazione lavorativa a fronte di esigenze urgenti per evitare danni alla produzione o ai diversi processi e sistemi lavorativi.

Stando a quanto previsto dalle norme attualmente in vigore, il contratto bancario 2021 prevede per i dipendenti la reperibilità ma anche il diritto alla disconnessione, cioè a non ricevere mail e messaggi Whatsapp fuori dall’orario di lavoro e non essere obbligati ad una eventuale risposta. 

Tuttavia, lo stesso contratto bancario stabilisce che in determinati periodi e per particolari esigenze, soprattutto i lavoratori con contratto bancario che rivestono determinati ruoli, hanno il dovere alla reperibilità, secondo apposite rotazioni, con precedenza, compatibilmente con le esigenze di servizio, a chi dà la propria disponibilità. 

La reperibilità riguarda tutti i lavoratori in possesso di specifiche professionalità, indipendentemente dal grado e dal ruolo svolto e, una volta chiamato per la reperibilità, il lavoratore con comntratto bancario ha l’obbligo di fornire le indicazioni necessarie per essere contattato in qualsiasi momento necessario ed effettuare eventuali interventi richiesti.

Indennità di reperibilità contratto bancario 2021 limiti e retribuzione 

Quando un dipendente con contratto bancario 2021 presta servizio in reperibilità tanto quanto ha l’obbligo di rispondere alla chiamata di lavoro nel caso di improrogabile necessità ha diritto a percepire apposita retribuzione per le ore di lavoro prestate in più in servizio di reperibilità.

Le regole relative alla reperibilità per ogni contratto, compreso quello bancario 2021, prevedono obbligo di definire:

  • importo base, che per i bancari per la reperibilità di 24 ore prevede un minimo di 13,95 euro;
  • numero di giorni o settimane di reperibilità; 
  • importo totale dell’indennità.


 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il