Infiltrazioni in condominio, come fare lavori urgenti senza aspettare accordo assemblea

L’amministratore di condominio può decidere autonomamente lavori per risolvere le infiltrazioni in condominio, essendo urgenti: come fare e chi paga

Infiltrazioni in condominio, come fare lavori urgenti senza aspettare accordo assemblea

Chi decide e chi paga per infiltrazioni in condominio?

Per risolvere le infiltrazioni in condominio l’amministratore condominiale può decidere autonomamente senza obbligo di accordo dell’assemblea, rientrando tale lavoro tra quelli considerati urgenti in condominio, e se il danno è causato da un condomino allora tocca a lui il pagamento dei danni, se invece è causato dal condominio, derivando da parti comuni, allora tocca a tutti i condomini pagare.

 

Può capitare che durante un inverno particolarmente piovoso il nostro appartamento in condominio abbia subito infiltrazioni di acqua provocando grandi macchie di umido o addirittura muffa in casa o può capitare che il condomino del piano di sopra abbia effettuato lavori in casa proprio provocando la rottura di tubi che hanno a loro volta provocato infiltrazioni. Cosa fare in questi casi? Nei casi di infiltrazioni in condominio chi decide i lavori urgenti da effettuare e chi paga?

Cosa sono le infiltrazioni in condominio?

Le infiltrazioni sono determinate dal passaggio di un liquido, solitamente acqua dal tetto, a causa di da tubature danneggiate e solitamente il proprietario dell’appartamento da cui proviene il danno, è responsabile verso chi l’ha subito, a meno che non dimostri che si tratta di un caso fortuito.

Infiltrazioni in condominio: come fare lavori e chi paga

Se le infiltrazioni sono il risultato di lavori nell’appartamento al piano di sopra e interessano solo l’appartamento sottostante, i lavori dovrebbero essere effettuati dal proprietario dell’appartamento danneggiato con conseguente richiesta di risarcimento danni al proprietario dell’appartamento dove sono stati effettuati i lavori, con la speranza che si trovi un accordo per evitare di agire per vie legali.

In tal caso, il condomino danneggiato deve dimostrare il danno subito e il suo ammontare e il nesso di casualità, cioè dimostrare che il danno proviene dalla proprietà di colui che è considerato responsabile.

Quando, invece, le infiltrazioni riguardano l’intero condominio, allora la decisione di effettuarli lavori urgenti spetta all’amministratore di condominio che può decidere anche senza accordo dell’assemblea condominiale.

Se le infiltrazioni derivano dalla rottura di un tubo condominiale o di qualsiasi altro bene comune è responsabile per i danni che ne derivano il condominio, che deve sostenere le spese per i lavori di ripristino e il risarcimento dei danni. Quindi se il danno è causato da un condomino tocca a lui pagare, se è causato dal condominio tocca a tutti i condomini pagare ripartendosi le spese per i lavori da effettuare.

Lavori urgenti in condominio senza accordo assemblea

Come stabilito dalla legge, i lavori urgenti in condominio possono essere effettuati per sola decisione dell’amministratore di condominio senza obbligo di aspettare riunione e accordo dell’assemblea condominiale. Una volta decisi, ed eventualmente effettuati, i lavori da compiere, come soluzioni per evitare infiltrazioni nel condominio, l’amministratore condominiale deve convocare l’assemblea per riferire i lavori eseguiti e stabilire l’eventuale rimborso.

Il rimborso viene definito eventuale perché non avendo l’assemblea obbligo di approvare i lavori urgenti prima che vengano decisi ed effettuati non ha neanche l’obbligo di rimborso. Lo stesso discorso vale nel caso in cui a decidere e far effettuare lavori urgenti in condominio sia il singolo condomino: se quest’ultimo, infatti, si rendere conto che le infiltrazioni in condominio o altri problemi come un cornicione pericolante che può cadere sui passanti, secondo quanto stabilito dal Codice Civile, può avviare in piena autonomi i lavori anche in tal caso senza accordo dell’assemblea.

Il condomino sostiene le spese per lo svolgimento dei lavori urgenti e poi riferisce all’assemblea in modo da ripartire poi le spese tra tutti i condomini.

Quali sono i lavori urgenti in condominio

La decisione di amministratore di condominio o singolo condomino per l’attuazione di determinati lavori in condominio può interessare solo i cosiddetti lavori urgenti che, come stabilito della Cassazione, sono tutti quei lavori di manutenzione necessari per evitare un danno imminente e irreparabile a condominio e singoli condomini.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie