Isee 2020, regole e leggi in vigore

Quali sono le regole in vigore per Isee 2020 tra scadenze, documentazione necessaria e modalità per averlo. Cosa c’è da sapere e chiarimenti

Isee 2020, regole e leggi in vigore

Quali sono le leggi in vigore per scadenza Isee 2020?

L’Isee 2020 ha validità annuale rispettando la validità annuale della Ds, considerando la validità dal momento della sua presentazione fino al successivo 31 dicembre. Il periodo di validità della Dsu è, infatti, di durata annuale, con scadenza fissata per tutti al 31 dicembre di ogni anno, a prescindere dalla data in cui la certificazione viene richiesta.

 

Cambiano le regole per la compilazione dell'Isee 2020 e cambiano i tempi. Ma non solo: al via anche l'Isee precompilato 2020 dal primo gennaio. Vediamo cosa prevedono le leggi in vigore relativamente all'Isee 2020.

  • Come richiedere Isee 2020
  • Documenti per Isee 2020
  • Isee 2020 precompilato
  • Scadenza Isee 2020

Come richiedere Isee 2020

L’Isee, Indicatore Situazione Economica Equivalente, che serve a definire il reddito delle famiglie per l’accesso ad alcuni sgravi fiscali e prestazioni si può richiedere a Caf e Comuni di residenza presentando apposita documentazione.

Documenti per Isee 2020

La documentazione che bisogna avere per poter fare l’Isee 2020 comprende:

  • carta d’identità e codice fiscale del richiedente Isee;
  • carta di identità e codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • ultima dichiarazione dei redditi con modello 730, modello Unico, o Certificazione Unica;
  • contratto di affitto registrato, se affittuari;
  • saldo e  giacenza media annua di depositi bancari e/o postali, estratti conto trimestrali e/o mensili;
  • targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni;
  • documenti di patrimonio mobiliare, come conti deposito, azioni, obbligazioni, ecc, sia del richiedente Isee che del suo nucleo familiare;
  • documenti di patrimonio immobiliare, come certificati catastali di case, terreni, ecc, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione;
  • certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà;
  • certificazione della disabilità , se presenta in famiglia un disabile, che riporti l’ente che ha rilasciato la stessa certificazione, con numero e data di rilascio del documento, ed eventuali spese sostenute per ricoveri o assistenza personale;
  • patrimonio netto risultante dall’ultimo bilancio presentato, cioè la somma delle rimanenze finali e dei beni ammortizzabili al netto degli ammortamenti, per lavoratori autonomi e società.

Isee 2020 precompilato

In alternativa a Caf o Comuni, l’Isee 2020 si può avere anche precompilato grazie alla Dsu (Dichiarazione Unica sostitutiva necessaria per la compilazione dell’Isee) precompilata. L’Isee precompilato 2020 si può richiedere online sul sito Inps anche recandosi presso gli uffici del patronato o Caf o dal proprio commercialista con la Dsu.

Il modello Isee 2020 precompilato vale per tutti i cittadini che vogliono usufruire di agevolazioni e prestazioni sociali e contiene dati precompilati da Inps online e Agenzia delle Entrate.

L'Inps precompilato prevede per il momento solo l'inserimento di alcuni dati che riguardano:

  • composizione del nucleo familiare;
  • eventuale presenza di soggetti con disabilità o non autosufficienza;
  • abitazione del nucleo familiare;
  • possesso di motoveicoli, autoveicoli, navi e imbarcazioni;
  • assegni periodici corrisposti al coniuge e ai figli dopo il divorzio.

In un secondo momento saranno inserite le informazioni per la compilazione anche di tutte le altre voci previste dal modello.

Scadenza Isee 2020

Stando a quanto previsto dalle regole in vigore, dal primo gennaio, la Dsu per l’Isee 2020 è valida dal momento della sua presentazione e fino al successivo 31 dicembre. Il periodo di validità della Dsu è, dunque, di durata annuale, con scadenza fissata per tutti al 31 dicembre di ogni anno, a prescindere dalla data in cui la certificazione viene richiesta.

E’ bene precisare che nel corso dell’anno solare, l’Isee si può richiedere in qualsiasi periodo dell’anno in base ad esigenze e motivi per cui si richiede. Per esempio, chi ha bisogno dell’Isee per il pagamento delle tasse universitarie può richiederlo non necessariamente a inizio anno ma anche tra la primavera e l’estate per averlo pronro per l’inizio dell’anno accademico.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie