Isee minorenni quando è necessario fare. Tutti i casi 2021

Isee minorenni quando è necessario fare. Tutti i casi 2021

Isee minorenni quando è necessario fare.

Quando è necessario fare l’Isee minorenni 2021?

L’Isee minorenni si fa in casi specifici che si verificano quando i genitori del minore non sono sposati e né conviventi, o per fare richiesta del bonus bebè, o per fare richiesta degli assegni al nucleo familiare, o per fare richiesta del bonus asilo nido.

L’Isee, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, serve per valutare la situazione economica delle famiglie e permettere loro l’accesso a prestazioni agevolate, detrazioni, sconti e bonus modulati in base alla diversa situazione economica.

Il valore Isee dipende da una serie di criteri ed elementi, come reddito di tutti i componenti del nucleo familiare, relativo patrimonio e una scala di equivalenza che varia in base alla composizione del nucleo familiare, e sono diversi i modelli Isee specifici che si possono richiedere per particolari prestazioni in determinate condizioni. Tra questi l’Isee minoreni. Vediamo quali sono tutti i casi 2021 in cui fare l’Isee minorenni

  • Quando è necessario fare Isee minorenni
  • Come avere Isee Minorenni
  • Quando non è necessario fare Isee minorenni

Quando è necessario fare Isee minorenni

L’Isee minorenni permette di accedere ad agevolazioni, sconti e bonus destinati specificatamente ai minorenni figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi e per il suo calcolo bisogna considerare la condizione del genitore non coniugato e non convivente per capire se incide o meno sull' Isee del nucleo familiare del minorenne. Il figlio minore di genitori non coniugati e non conviventi, chiariamo, fa sempre parte del nucleo familiare ai fini Isee del genitore con cui convive.

Generalmente il calcolo del valore Isee, che permette di accedere ad agevolazioni, sconti, bonus e detrazioni, si basa sull’intero nucleo familiare. Rientrano nel calcolo Isee tutti i soggetti che fanno parte famiglia anagrafica, cioè tutti coloro che risultano sullo stesso stato di famiglia presso il Comune di residenza alla data di presentazione della Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) come:

  • coniugi conviventi;
  • coniugi non conviventi;
  • conviventi anche senza aver contratto matrimonio ma risultanti nella stessa residenza e sullo stesso stato di famiglia;
  • figli minorenni conviventi;
  • figli maggiorenni non conviventi con i genitori.

Precisiamo che chi fa parte di un nucleo familiare ai fini Isee, o anagrafici, continua a farne parte anche nel caso in cui dovessero verificarsi variazioni anagrafiche, cioè se, per esempio, risultino in stati di famiglia differenti, se però continuano ad avere la residenza nella stessa abitazione.

L’Isee minorenni si fa dunque quando:

  • i genitori del minore non sono sposati e né conviventi;
  • per fare richiesta del Bonus Bebè;
  • per fare richiesta degli assegni al nucleo familiare;
  • per fare richiesta del bonus asilo nido.

Come avere Isee Minorenni

E’ bene sapere che per richiedere l’Isee minorenni bisogna prima fare l’Isee ordinario, dopodicchè l’Inps provvedere alla compilazione dell’Isee minorenni sulla base dei dati di quello ordinario ed entro dieci giorni dalla richiesta.

Quando non è necessario fare Isee minorenni

Non sempre, però, è necessario fare l’Isee minorenni. Si può, infatti, non fare nei seguenti casi:

  • quando il genitore si sposa con una persona diversa dall’altro genitore;
  • quando il genitore ha figli con una persona diversa dall’altro genitore;
  • quando c’è un provvedimento dell’autorità giudiziaria che stabilisce il versamento di assegni periodici per il mantenimento dei figli;
  • quando è stata tolta la potestà dai figli o quando c’è un provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare;
  • quando i servizi sociali accertano l’estraneità di rapporti affettivi ed economici.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie