Le ultime novità sulle limitazioni per i neopatentati

Regole e limiti previsti per chi ha appena preso la patente: cosa c’è da sapere, norme da seguire e comportamenti da evitare

Le ultime novità sulle limitazioni per i neopatentati

Esistono differenze tra neopatentati e chi ha la patente da tanto tempo?

Sì, esistono. Rispetto a chi ha la patente da oltre tre e anni, per i neopatentati sono previste diverse limitazioni, sia per quanto riguarda limiti di velocità da osservare sulle diverse strade italiane, sia per quanto riguarda eventuali sanzioni. Chi ha appena conseguito la patente di tipo B sappi può, infatti, guidare veicoli il cui rapporto potenza/tara non superi i 55 kW per tonnellata, ad eccezione dei veicoli per il trasporto disabili, e deve rispettare determinati limiti di velocità.

 

Sono considerati neopatentati coloro che hanno conseguito la patente da 3 anni e fino a questo tempo, cioè da uno a tre anni, sono soggetti a limitazioni che riguardano in particolare:

  1. i limiti di velocità, più bassi rispetto alla norma;
  2. potenza dell’auto da guidare;
  3. assunzione di alcolici.

Ma quali sono, in particolari, le limitazioni previste per i neopatentati? E quali auto possono guidare?

Limitazioni potenza previste per i neopatentati: quali sono

Sono diverse le limitazioni previste per i neopatentati che, in particolare, riguardano:

  1. il limite di potenza massima in rapporto al peso della vettura, che stabilisce se si può o meno guidare un certo tipo di vettura;
  2. impossibilità di guidare dopo aver bevuto bevande alcoliche, situazione per cui è prevista tolleranza zero;
  3. limiti di velocità massima più bassi rispetto ai soliti previsti sulle strade.

Per quanto riguarda le ultime novità sulle limitazioni sulla potenza e sulla cilindrata, il limite sulla potenza delle auto per i neopatentati prevede che il mezzo non debba avere una potenza massima di 70 kW, pari a 95 cavalli, e non possa superare il rapporto peso/potenza di 55 kW per tonnellata (55 kW equivalgono a 75 cavalli). Trasgredire questi divieti potrebbe comportare per i neopatentati sanzioni di 152 euro e una sospensione della patente per un periodo che varia dai due agli otto mesi.

Per sapere i valori dei veicoli sulla carta di circolazione, per i mezzi immatricolati dopo il mese di ottobre 2007 sono riportati sulla carta di circolazione, in alternativa basta consultare il sito del Portale dell’Automobilista, digitando semplicemente la targa del veicolo. E’ bene precisare che per quanto riguarda le limitazioni relative alla potenza, a differenza di quelle previste per limiti di velocità e tasso alcolemico, non hanno la durata di tre anni, tempo entro il quale si è considerati neopatentati, ma di solo un anno.

Limitazioni limiti di velocità previste per i neopatentati: quali sono

Per i neopatentati sono in vigore anche limitazioni per quanto riguarda i velocità previsti ‘normalmente’ Secondo quanto previsto dall’articolo 117 del Codice della Strada:

  1. sulle strade extraurbane principali di 110 km/h, che scendono a 90 in caso maltempo;
  2. sulle strade extraurbane secondarie e locali di 90 km/h;
  3. in città e nei centri abitati di 50 km/h e, dove segnalato, di 70 km/h.

Per i neo patentati, però, che hanno meno di tre anni cambiano i limiti di velocità che diminuiscono a 100 km/h in autostrada e a 90 km/h su strade extraurbane.
Anche in tal caso eventuali trasgressioni comportano multe salate di 161 euro cui si aggiungono le somme previste per l’eccesso di velocità oltre il limite complessivo e un rischio di sospensione compreso tra due e otto mesi. Il Codice della Strada per i neopatentati prevede la sottrazione di tutti i punti dalla patente anche in un’unica soluzione.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il