Libretti postali 2020, quali tipi esistono e differenza. Confronto

I rendimenti offerti non possono essere paragonabili a quelli proposti da altre opzione, ma riescono a rispondere in maniera efficace alle esigenze di alcune fasce di risparmiatori.

Libretti postali 2020, quali tipi esisto

Si tratta di uno degli strumenti storicamente più apprezzati dai risparmiatori italiani. I libretti postali sono infatti considerati anche nel 2020 uno strumento sicuro in cui depositare i propri soldi, far maturare interessi e utilizzarli all'occorrenza.

Il tutto con la garanzia di Poste italiane, presenti in tutti i piccoli e grandi centri italiani, e di Cassa depositi e prestiti che procede all'emissione. Certo, i rendimenti offerti non possono essere lontanamente paragonabili a quelli proposti da altre opzioni, ma in ogni caso riescono a rispondere in maniera efficace alle esigenze di alcune fasce di risparmiatori.

Uno dei casi più classici è quello dei genitori o dei nonni che attivano un libretto postale al giovane figlio o al nipote, con le somme da utilizzare negli anni a venire.

In linea con i cambiamenti dei tempi, non esistono solo ed esclusivamente i libretti cartacei perché sono disponibili anche in versione elettronica in cui tutte le operazioni, dal prelievo al versamento, avvengono con pochi click via web. Entrando nei dettagli, le soluzioni adesso proposte sono

  • Libretto postale Smart 2020
  • Libretto postale Ordinario 2020
  • Libretto postale dedicato ai minori 2020
  • Libretto postale giudiziario 2020

Libretto postale Smart 2020

Il libretto postale Smart 2020 si caratterizza per l'applicazione di un tasso di interesse più elevato rispetto a quello sulle somme libere. Il sottoscrittore può gestire i risparmi da web e da app BancoPosta e dematerializzarli ovvero non utilizzare quelli cartacei.

Può essere utilizzato per prelevare contanti, controllare il saldo e la lista movimenti ed effettuare operazioni di girofondi. I limiti massimi di prelievo da sportelli automatici postali sono di 600 euro al giorno e di 2.500 euro al mese

Libretto postale Ordinario 2020

Il Libretto postale Ordinario 2020 è quello più noto e utilizzato perché permette di versare e prelevare in tutti gli uffici postali anche con Carta Libretto. Anche in questo caso l'utente può sottoscrivere in ufficio postale i buoni dematerializzati, oltre a accreditare la pensione.

Al pari di quanto avviene con il libretto Smart, anche con l'Ordinario è possibile richiedere la Carta Libretto presso l'ufficio postale dove è stato aperto il Libretto di risparmio.

Il Libretto Ordinario propone un tasso nominale annuo lordo dello 0,001% con interessi che maturano dal giorno del versamento e fino alla data dell'estinzione. Si ricorda però l'applicazione della ritenuta del 26% sugli interessi.

Libretto postale dedicato ai minori 2020

Come lascia immaginare lo stesso nome, il libretto postale dedicato ai minori 2020 è pensato per i più piccoli ovvero per avvicina al risparmio i piccoli fino a 12 anni, aiutare quelli tra i 12 e i 14 anni a capire il valore dei soldi depositati e insegnare ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni a gestire i primi importi.

Uno o entrambi i genitori possono richiedere la Carta IO intestata al titolare del Libretto. Gratuita, senza canone annuale e commissioni su versamenti o prelievi, il limite massimo di versamento mensile è pari a 250 euro per la carta associata al Libretto IO Conosco (libretto dedicato ai ragazzi tra 12 e 14 anni per versare e prelevare piccole somme) e 500 euro per quella associata a IO Capisco (libretto dedicato ai ragazzi tra 14 e 18 anni per versare e prelevare somme).

Il tutto ricordando che il Libretto IO Cresco è quello dedicato ai bambini tra 0 e 12 anni.

Libretto postale giudiziario 2020

Il libretto postale giudiziario 2020 ha caratteristiche particolari poiché permette di raaccogliere denaro da procedimenti giudiziari, ma è possibile versare e prelevare solo presso uffici postali abilitati.

Emessi solo in forma cartacea, possono essere intestati all'organo giudiziario per le somme sequestrate nei procedimenti penali contro ignoti, agli avvocati legalmente esercitanti per somme depositate per concorrere agli incanti, al curatore fallimentare per importi relativi a procedure fallimentari, ai soggetti indicati con provvedimento dell'autorità giudiziaria.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie