Licenziamento contratto edile 2021 regole, tempi e preavviso

Tempi di preavviso per licenziamento nel contratto edile 2021 variabili in base a Livello di inquadramento a lavoro e anzianità di servizio

Licenziamento contratto edile 2021 regol

Quali sono i tempi di preavviso dovuti per licenziamento nel contratto edile 2021?

I tempi di preavviso per licenziamento nel contratto edile 2021 sono diversi e variabili in base a Livello di inquadramento a lavoro e anzianità di servizio, tra operai e impiegati e l'obbligo di comunicazione esiste in tutti i casi di cessazione del rapporto di lavoro, qualunque sia il regime di stabilità del rapporto e anche nel caso di un licenziamento intimato dal curatore fallimentare per la cessazione dell'impresa. In ogni caso, il licenziamento deve essere comunicato per iscritto.
 

Cessare un rapporto di lavoro se si è regolarmente assunti è possibile sia da parte di datore di lavoro sia da parte del lavoratore e in entrambe i casi è necessario che le parti rispettino i relativi tempi di preavviso, come da contratti previsto. Vediamo quali sono regole e tempi di preavviso per il licenziamento nel contratto edile 2021.

  • Licenziamento contratto edile 2021 regole 
  • Licenziamento contratto edile 2021 tempi e preavviso

Licenziamento contratto edile 2021 regole 

Nei casi di licenziamento, il contratto edile 2021 prevede che sia dato al datore di lavoro un periodo di preavviso. E’ bene precisare che i periodi di preavviso per licenziamento non sono uguali per tutti ma variano in base a livello, se si è operai, impiegati o dirigenti, e dall’anzianità di servizio.

Se, dunque, datore di lavoro o azienda licenzia il dipendente, deve dargli un periodo di preavviso e non può licenziarlo in tronco. Il licenziamento senza preavviso è ammesso solo per giusta causa, vale a dire per situazioni gravi che non permettono il proseguimento anche temporaneo del rapporto di lavoro, per esempio se il dipendente è sorpreso a rubare, o picchia un collega, o si scopre che ha diffuso documenti o dati sensibili dell’azienda, ecc.

L'obbligo di comunicazione esiste in tutti i casi di cessazione del rapporto di lavoro, qualunque sia il regime di stabilità del rapporto e anche nel caso di un licenziamento intimato dal curatore fallimentare per la cessazione dell'impresa. In ogni caso, il licenziamento deve essere comunicato per iscritto.

Licenziamento contratto edile 2021 tempi e preavviso

Il licenziamento del lavoratore con contratto edile 2021, a meno che non avvenga per giusta causa, deve rispettare determinati tempi di preavviso che sono di:

  • una settimana per gli operai con anzianità di servizio fino a tre anni;
  • giorni dieci per operai con anzianità di servizio superiore ai tre anni.

Per gli impiegati entro i cinque anni di servizio i tempi di preavviso per il licenziamento sono di: 

  • mesi due per gli impiegati di prima categoria super e di prima categoria;
  • un mese e mezzo per gli impiegati di seconda categoria e gli impiegati di quarto livello;
  • un mese uno per gli impiegati di terza, quarta e quarta categoria primo impiego.

Per gli impiegati che hanno tra 5 e 10 anni di anzianità di servizio i tempi di preavviso per il licenziamento sono di:

  • tre mesi per gli impiegati di prima categoria super e di prima categoria;
  • due mesi per gli impiegati di seconda categoria e gli impiegati di quarto livello;
  • un mese e mezzo per gli impiegati di terza e quarta categoria.

Per gli impiegati che hanno superato i dieci anni di anzianità di servizio i tempi di preavviso per il licenziamento sono di:

  • quattro mesi quattro per gli impiegati di prima categoria super e di prima categoria;
  • tre mesi per gli impiegati di seconda categoria e gli impiegati di quarto livello;
  • due mesi per gli impiegati di terza e quarta categoria.

In mancanza di preavviso in caso di licenziamento, il datore di lavoro che decide di concludere il rapporto lavorativo deve corrispondere al dipendente una indennità sostitutiva del preavviso, indennizzo equivalente all'importo della retribuzione corrispondente al periodo di preavviso.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il