Musica in auto alta quando si rischia la multa o è reato perfino

Quando la musica in auto è considerata alta: multe e sanzioni che si rischiano e quando diventa reato avere la musica alta

Musica in auto alta quando si rischia la

Quando si rischia la multa per musica alta in auto?

La guida con musica alta in auto prevede sanzioni tra i 41 euro e i 168 euro e può diventare anche reato se è tale da non permettere di guidare in piena sicurezza e supera il limite stabilito dal Codice della Strada di 60 LAeq dB misurato a 10 cm dall’orecchio del conducente con il microfono rivolto verso la sorgente e con auto a sportelli e finestrini chiusi.

Avere la musica alta in auto è reato? Capita spesso e a non poche persone di guidare e ascoltare la musica, arriva la canzone del cuore o quella del momento e il volume viene alzato repentinamente per cantare a squarciagola la canzone che tanto ci piace. Nulla di male in tal senso a patto che, trascorsi i minuti della canzone del momento, si abbassi nuovamente il volume. Pochi sanno, infatti, che avere la musica alta in auto prevede multe e sanzioni.

  • Musica in auto alta rischio multa
  • Musica in auto alta quando diventa reato


Musica in auto alta rischio multa

Il Codice della Strada è piuttosto chiaro sui rischi che si possono correre guidando con la musica alta in auto. Stando, infatti, a quanto in esso riportato, quando si guida bisogna evitare rumori molesti e gli apparecchi radiofonici o di riproduzione sonora non devono superare i limiti sonori massimi di accettabilità stabiliti e se si violano tali disposizioni si rischia una soggetto alla sanzione amministrativa che prevede una multa compresa tra i 41 euro e i 168 euro.

Per poter multare il conducente, è necessario accertare che il volume della musica sia talmente alto da non permettere di guidare in piena sicurezza. Come riportato nello stesso Codice della Strada, la musica non può superare 60 LAeq dB misurato a 10 cm dall’orecchio del conducente con il microfono rivolto verso la sorgente e con auto a sportelli e finestrini chiusi.

Il conducente deve, infatti, sentire i rumori esterni all’abitacolo, come clacson, sirene di ambulanze, rumori provocati da eventuali incidenti stradali e la violazione di questa regola implica la sanzione amministrativa.

Musica in auto alta quando diventa reato

Non solo, però, una sanzione amministrativa: stando a quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, chi guida con la musica ad alto volume tanto da far scattare gli allarmi delle auto in sosta incorre addirittura nel reato di disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone.

In questo caso non serve che venga accertato che il volume della musica fosse molto alto e superiore ai limiti di tollerabilità ma basta la testimonianza dell’ufficiale della polizia giudiziaria che sequestra la cassa acustica.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie