Mutuo prima casa 2019-2020, tempi medi di erogazione

L’erogazione di un mutuo prima casa avviene generalmente in 4, 5 mesi ma i tempi sono molto variabili anche da regione a regione

Mutuo prima casa 2019-2020, tempi medi di erogazione

Quali sono i tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa 2019-2020?

Generalmente i tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa si aggirano sui quattro, cinque mesi e, nel 2020, stando a quanto riportano le ultime notizie, i tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa saranno uguali al 2019, non ci si aspettano facilitazioni e tempi più veloci.
 

 

Quali sono i tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa 2029-2020? Quando si decide di acquistare casa e accendere un mutuo, bisogna far sempre i conti con i tempi che le banche ci impiegano per dare risposta alla richiesta di mutuo e procedere all’erogazione d stesso. Vediamo quanto tempo serve per avere l’erogazione di un mutuo prima casa.

  • Tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa 2029-2020
  • Fasi e tempi per richiedere un mutuo prima casa
  • Quali sono i documenti richiesti dalla banca per mutuo prima casa 2019-2020


Mutuo prima casa 2019-2020: tempi medi erogazione

Generalmente i tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa si aggirano sui quattro, cinque mesi e, nel 2020, stando a quanto riportano le ultime notizie, i tempi medi di erogazione di un mutuo prima casa saranno uguali al 2019, non ci si aspetta facilitazioni e tempi più veloci.

In ogni caso, i tempi di erogazione del mutuo per la prima casa sono molto variabili e dipendono anche dalle zone in cui la richiesta viene effettuata. Stando a recenti dati, infatti, se in Trentino Alto Adige non serve molto per avere un mutuo e non si superano gli 85 giorni, in Liguria ne servono 105 e in Friuli Venezia Giulia 122.

Tra le regioni dove i tempi medi di erogazione per un mutuo prima casa sono molto lunghi vi sono:

  • Sardegna con 185 giorni;
  • Umbria con 180 giorni;
  • Calabria con 154 giorni.

A livello di città, quelle in cui è più veloce ottenere un mutuo sono: Trento (92 giorni), Genova (93) e Trieste (94), mentre quelle in cui ci vuole di più ad avere un mutuo sono Venezia (151 giorni), Napoli (146) e Roma (145).

Fasi e tempi per richiedere un mutuo prima casa

Come mai, ci si chiede, ci vuole così tanto per riuscire ad avere un mutuo? Per arrivare all’erogazione di un mutuo bisogna passare attraverso fasi diverse, ognuna delle quali richiede tempo. Le fasi che portano dalla richiesta alla concessione di un mutuo prima casa 2019-2020 sono:

  • presentazione della relativa documentazione alla banca;
  • valutazione preliminare dei documenti del richiedente da parte della banca;
  • approvazione della richiesta e inizio della fase di istruttoria;
  • appuntamento con il notaio;
  • erogazione del mutuo richiesto.

Il tempo maggiore che trascorre è quello che la banca si prendere per valutare attentamente e decidere se concedere o meno un mutuo prima casa.

Una volta presentata la richiesta di mutuo, la banca effettua controlli sul reddito del cliente che chiede il mutuo e di eventuali garanti se menzionati, verifica la condizione della casa per cui viene chiesto il mutuo ed esprime un parere di fattibilità.

A seguito della prima valutazione, la banca avvia la fase istruttoria e raccoglie tutta la documentazione per la concessione del mutuo e incarica un perito tecnico di accertare il reale valore di mercato e la regolarità edilizia della casa oggetto di mutuo. La banca concede il mutuo dopo la fase istruttoria ma se durante la fase istruttoria vengono rilevati problemi, i tempi di erogazione di un mutuo possono facilmente allungarsi, e non di poco.

Una volta concesso il mutuo, si sottoscrive il relativo atto davanti ad un notaio e dopo 4 giorni al massimo (di solito) avviene l’erogazione del mutuo richiesto.

Quali sono i documenti richiesti dalla banca per mutuo prima casa  

La banca è quella che si prende più tempo nella fase di richiesta del mutuo dovendo analizzare una serie di documenti che le permettono di capire se e quanto sia effettivamente affidabile da un punto di vista finanziario il cliente che chiede un mutuo per l’acquisto di una prima casa.

I documenti che le banche richiedono a chi chiede un mutuo sono:

  • dichiarazione dei redditi;
  • posizione lavorativa;
  • eventuali garanti;
  • eventuale possesso di altre proprietà;
  • carta d’identità e codice fiscale;
  • certificato di residenza;
  • stato di famiglia.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie