Notifica cartella esattoriale fatta a moglie, figli o altri parenti è valida o no

La notifica di una cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti è valida: condizioni per regolare notifica di cartella esattoriale a persone diverse dal destinatario dell’atto

Notifica cartella esattoriale fatta a mo

La notifica di una cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti è valida?

La notifica di una cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti è valida se, come stabilito dalla Corte di Cassazione, la notifica è accompagnata da un avviso di avvenuta ricezione dell’atto a mezzo raccomandata e se moglie, figli o altri parenti che ritirano la cartella esattoriale hanno un rapporto di convivenza stabile e non occasionale con il soggetto destinatario della stessa.
 

Una cartella esattoriale notificata a moglie, figli o altri parenti è valida? Le cartelle esattoriali, che sono strettamente personali e indirizzate ai contribuenti che sono debitori di un pagamento, devono essere recapitate ai diretti interessati affinchè saldino il debito dovuto. Spesso, però, accade che il postino recapiti l’atto presso il luogo di residenza del contribuente a cui è indirizzata la cartella esattoriale ma che lo stesso non sia presenta in casa.

Vediamo in questo pezzo se la notifica della cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti si può considerare valida o meno.

  • Cartella esattoriale notificata a moglie, figli o altri parenti è valida o no
  • Come fare notifica valida cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti

Cartella esattoriale notificata a moglie, figli o altri parenti è valida o no

Stando a quanto stabilito da una recente sentenza 2020 della Corte di Cassazione, una cartella esattoriale notificata a moglie, figli o altri parenti è valida se presenti nel luogo di residenza del destinatario della cartella stessa al momento della consegna da parte del postino e in mancanza del destinatario della cartella. 

Tuttavia, sempre secondo la Cassazione, perché la cartella esattoriale notificata a moglie, figli o altri parenti sia valida è necessario che la notifica sia accompagnata da un avviso di avvenuta ricezione dell’atto a mezzo raccomandata, obbligatorio quando la consegna dell’atto avviene ad un familiare o anche al portiere del condominio in cui risiede il destinatario della cartella esattoriale.

Come fare notifica valida cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti

La legge permette, dunque, la notifica di una cartella esattoriale a moglie, figli o altri parenti in caso di assenza del soggetto destinatario della cartella stessa ma a condizione che vengano rispettare regole specifiche che sono le seguenti:

  • la cartella esattoriale notificata deve essere consegnata a figli o altri parenti che abbiano un’età maggiore di 14 anni;
  • la cartella esattoriale può essere notificata solo a moglie, figli o altri parenti che abbiano con il destinatario della cartella un rapporto di convivenza stabile e non occasionale;
  • la cartella esattoriale notificata deve essere consegnata a moglie, figli o altri parenti che risultino palesemente capaci di intendere;
  • la cartella esattoriale notificata a moglie, figli o altri parenti deve comunque essere consegnata all’interno dell’abitazione o residenza del destinatario dell’atto.

Se la notifica della cartella esattoriale non viene effettuata nel luogo di residenza del destinatario dell’atto è da considerarsi nulla. E’ bene che la notifica di un cartella esattoriale avvenga in maniera regolare e solo al giusto destinatario per evitare che lo stesso incorra in eventuali sanzioni se non paga quanto riportato sulla cartella esattoriale.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il