Nuove scadenze 730 2020 e come fare ad avere rimborsi prima nonostante presentazione più tardi

Slitta dal 23 luglio al 30 settembre la possibilità di presentazione del modello 730 2020 per dichiarazione dei redditi: cosa cambia per rimborsi

Nuove scadenze 730 2020 e come fare ad a

Quali sono le nuove scadenze di presentazione del 730 2020?

A causa dell'emergenza coronavirus è stata ufficialmente prorogata la data di scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi con modello 730 e i contribuenti hanno ora tempo fino al 30 settembre. Prorogato, dunque, il termine di scadenza per la presentazione del 730 2020 dal 23 luglio al prossimo 30 settembre.

L’emergenza coronavirus ha portato dalla proroga delle scadenze per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi con modello 730 2020. Cambiano le date, dunque, di presentazione del 730 ma, stando alle ultime notizie, sarà possibile comunque avere i rimborsi Irpef prima nonostante le date di scadenze di presentazione della dichiarazione dei redditi prorogata. Vediamo quali sono le nuove scadenze per 730 2020 e rimborsi.

  • Nuove scadenze 730 2020 quando presentare dichiarazione dei redditi
  • Nuove scadenze 730 2020 come avere rimborsi prima

Nuove scadenze 730 2020 quando presentare dichiarazione dei redditi

Sono, dunque, cambiate le scadenze di presentazione del modello 730 2020 per la dichiarazione dei redditi. L’Agenzia delle Entrate ha ufficialmente comunicato le nuove date che sono le seguenti:

  • 30 settembre (non più 23 luglio) per la presentazione del modello 730;
  • 31 marzo (non più 7 marzo) per la scadenza prevista per la trasmissione della Certificazione Unica;
  • 31 marzo (non più 28 marzo) per la scadenza della trasmissione da parte degli enti terzi, come banche e assicurazioni, o enti previdenziali, ecc, dei dati utili per la compilazione della dichiarazione precompilata per detrazioni e deduzioni spettanti;
  • 5 maggio (non più 15 aprile) per la disponibilità del modello 730 precompilato disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Nuove scadenze 730 2020 come avere rimborsi prima

Nonostante, a causa dell’emergenza coronavirus, il governo ha posticipato la presentazione del modello 730 per la dichiarazione dei redditi dal 23 luglio al 30 settembre prossimo, chiunque lo volesse può presentare nei termini già stabiliti la dichiarazione dei redditi, avendo, di conseguenza, la possibilità di avere prima anche i rimborsi Irpef in busta paga.

Se il 730 si presenta entro la prima data stabilita senza arrivare al mese di settembre, lo stesso viene elaborato dal Caf entro due settimane e il mese successivo alla elaborazione da parte del Caf si può ottenere il rimborso in busta paga. Per i rimborsi ai pensionati bisogna aspettare un ulteriore mese, cioè agosto.

In particolare, i rimborsi Irpef 2020 arrivano:

  • dal primo mese successivo a quello in cui il sostituto ha ricevuto il prospetto di liquidazione per i lavoratori dipendenti, presumibilmente ottobre;
  • dal secondo mese successivo a quello in cui il sostituto ha ricevuto il prospetto di liquidazione per i pensionati, presumibilmente novembre.

Le date stabilite per l'invio del modello 730 da parte dei Caf per ottenere i rimborsi sono:

  • 15 giugno per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio;
  • 29 giugno per le dichiarazioni presentare dal primo al 20 giugno;
  • 23 luglio per le dichiarazioni presentate dal 21 giugno al 15 luglio;
  • 15 settembre per le dichiarazioni presentate dal 16 luglio al 31 agosto;
  • 30 settembre per le dichiarazioni presentate dal primo al 30 settembre.


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie